Digital divide, il Mondo cambia

Circa la metà dei paesi identificati come poveri dall'ONU stanno superando il divario digitale con il resto del pianeta: dal Lesotho a Samoa, ITU registra un incremento nella penetrazione degli strumenti TLC

New York (USA) - International Telecommunication Union, agenzia speciale delle Nazioni Unite per la diffusione e lo sviluppo delle tecnologie ICT, ha presentato un rapporto sul divario digitale tra i paesi largamente informatizzati ed i paesi più poveri del pianeta. La metà dei 50 paesi identificati come "poveri" dall'ONU ha raggiunto un livello considerato soddisfacente di teledensità, calcolata in base alla penetrazione della telefonia mobile e di altri apparecchi di comunicazione.

Ed è proprio la telefonia mobile a trainare la riscossa dei paesi meno fortunati. "Il settore cresce in maniera considerevole", ha dichiarato Cosma Zavazava, direttore dell'ufficio ITU per i paesi in via di sviluppo, "ed abbiamo registrato una crescita annuale dell'82% nel periodo di riferimento 2000-2005". Le linee fisse continuano a crescere a ritmi lenti, spesso ostacolate dall'asprezza delle zone rurali di certi paesi: in questo caso, l'incremento annuale è pari al 12%.

Alcuni paesi hanno raggiunto indici di crescita da record. Il bacino utenti del Congo cresce del 184% all'anno, quello del Sudan del 139%. Oltre il 90% degli abbonati telefonici nei paesi poveri, secondo il rapporto, utilizza schede prepagate. Il vertiginoso aumento degli utenti di telefonia mobile ha acceso l'entusiasmo degli osservatori ITU, che già aspettano effetti positivi per le economie dei paesi presi in esame. "C'è un entusiasmo quasi incredibile da parte dei paesi emergenti", ha detto Zavazava, perché "uscire dal divario digitale significa entrare a far parte della società dell'informazione e dell'accesso universale".
Anche Internet prende piede, sebbene la crescita non sia particolarmente brillante. Alcuni paesi hanno superato un indice di penetrazione del 5%, uno degli obiettivi del programma d'assistenza ITU per il Terzo Mondo. Una fetta pari al 5,4% della popolazione di Maldive, Capo Verde, Togo e Senegal ha finalmente accesso alla Rete. La quasi totalità degli abbonamenti Internet, specialmente in Senegal e nelle Maldive, utilizza connessioni a banda larga.

I più grandi ostacoli che Internet incontra nei paesi in via di sviluppo sono tre: il costo delle strutture di comunicazione con il resto del Mondo, come dorsali internazionali e cablature; situazioni politiche locali spesso traballanti, che tengono alla larga gli investitori; scarsa cooperazione tra organismi nazionali e transnazionali. Nei prossimi cinque anni, ITU rafforzerà la propria azione assistenziale nei confronti dei paesi poveri: a livello politico, promuovendo lo sviluppo di policy appropriate all'industria ICT, così come a livello economico, grazie a finanziamenti mirati.

Tommaso Lombardi
10 Commenti alla Notizia Digital divide, il Mondo cambia
Ordina

  • Le chiavi di lettura dell'articolo sono molteplici, ma quella che salta all'occhio e che appare la più reale mi mette a disagio. Come si può scrivere che paesi con condizioni di sociale DISASTROSE, abbiano o stiano colmando il loro divario di vita " DIGITALE " con il resto del mondo unicamente perchè aumentano i consumi di prodotti che sono solo specchietti per le allodole e non servono a nessuno se non a quelli che con questi ultimi fanno soldi a palate ???. La telefonia cellulare è nata come moda in Italia, era segno di benessere avere il telefono in macchina. Ora è per tutti ma ancora con costi milionari per gli utenti, ragionate bene su ciò che vi costa chiamare con il cellulare, rispetto alla rete fissa che ha tra l'altro costi di gestione decisamente superiori per il gestore, di quella mobile !.Le compagnie vanno a speculare sui poveretti, come hanno fatto qui in Italia, portando loro ICONE DEL BENESSERE OCCIDENTALE e null'altro. I computer da 100 dollari a coloro che hanno AIDS,PESTE,COLERA, come noi abbiamo mal di pancia,influenza e mal di testa. VERGOGNA E SCHIFO fanno questi signori e tutti coloro che prima o dopo parlano e speculano su questo !.

    ATTENZIONE...NON SONO DI SINISTRA !.

    Niet !
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > Le chiavi di lettura dell'articolo sono
    > molteplici, ma quella che salta all'occhio e che
    > appare la più reale mi mette a disagio. Come si
    > può scrivere che paesi con condizioni di sociale
    > DISASTROSE, abbiano o stiano colmando il loro
    > divario di vita " DIGITALE " con il resto del
    > mondo unicamente perchè aumentano i consumi di
    > prodotti che sono solo specchietti per le
    > allodole e non servono a nessuno se non a quelli
    > che con questi ultimi fanno soldi a palate ???.
    > La telefonia cellulare è nata come moda in
    > Italia, era segno di benessere avere il telefono
    > in macchina. Ora è per tutti ma ancora con costi
    > milionari per gli utenti, ragionate bene su ciò
    > che vi costa chiamare con il cellulare, rispetto
    > alla rete fissa che ha tra l'altro costi di
    > gestione decisamente superiori per il gestore, di
    > quella mobile !.Le compagnie vanno a speculare
    > sui poveretti, come hanno fatto qui in Italia,
    > portando loro ICONE DEL BENESSERE OCCIDENTALE e
    > null'altro. I computer da 100 dollari a coloro
    > che hanno AIDS,PESTE,COLERA, come noi abbiamo mal
    > di pancia,influenza e mal di testa. VERGOGNA E
    > SCHIFO fanno questi signori e tutti coloro che
    > prima o dopo parlano e speculano su questo
    > !.
    >
    > ATTENZIONE...NON SONO DI SINISTRA !.
    >
    > Niet !

    A me fanno molto più schifo le persone miopi come te. Infatti se non fosse per i "gingilli" che "fanno ricco solo chi li vende", tu non avresti la possibilità di scrivere su questo forum.

    La comunicazione e l'interazione umana è alla base di tutto: scambi commerciali, cure mediche, servizi pubblici. Prova ad organizzare una missione umanitaria nel Lesotho o in Ghana, senza alcun modo di comunicare con l'estero. Buona fortuna.

    Il fatto che alcuni paesi poveri abbiano raggiunto livelli accettabili di "digitalizzazione" significa che entrano a far parte del mondo globalizzato. E con loro, naturalmente, tutti i singoli individui che ne compongono la popolazione.

    Ah. Hai presente l'ultima volta che hai avuto un mal di pancia? Hai potuto chiamare la guardia medica, forse, perché era veramente un brutto mal di pancia. Ma hai la fortuna di avere un telefono in casa.

    In molti paesi poveri il telefono che tu dai per "scontato" è ancora un miraggio. L'unica soluzione per loro, visti i costi del cablaggio, rimane il telefonino.

    La comunicazione è la base per tutte le attività umane. Se non capisci questo, non ti comprare il cellulare e smettila di rompere l'anima ai lettori di PI con i tuoi commenti beceri, vuoti e polemici.


    non+autenticato

  • Sei molto ingenuo e probabilmente giovane, solo per questo giustifico il tuo sfogo, ma cerca di essere più educato quando esprimi le tue opinioni, io non offeso nessuno, menchemeno te...

    >
    > A me fanno molto più schifo le persone miopi come
    > te. Infatti se non fosse per i "gingilli" che
    > "fanno ricco solo chi li vende", tu non avresti
    > la possibilità di scrivere su questo
    > forum.
    >
    > La comunicazione e l'interazione umana è alla
    > base di tutto: scambi commerciali, cure mediche,
    > servizi pubblici. Prova ad organizzare una
    > missione umanitaria nel Lesotho o in Ghana, senza
    > alcun modo di comunicare con l'estero. Buona
    > fortuna.
    >
    > Il fatto che alcuni paesi poveri abbiano
    > raggiunto livelli accettabili di
    > "digitalizzazione" significa che entrano a far
    > parte del mondo globalizzato. E con loro,
    > naturalmente, tutti i singoli individui che ne
    > compongono la
    > popolazione.
    >
    > Ah. Hai presente l'ultima volta che hai avuto un
    > mal di pancia? Hai potuto chiamare la guardia
    > medica, forse, perché era veramente un brutto mal
    > di pancia. Ma hai la fortuna di avere un telefono
    > in
    > casa.
    >
    > In molti paesi poveri il telefono che tu dai per
    > "scontato" è ancora un miraggio. L'unica
    > soluzione per loro, visti i costi del cablaggio,
    > rimane il
    > telefonino.
    >
    > La comunicazione è la base per tutte le attività
    > umane. Se non capisci questo, non ti comprare il
    > cellulare e smettila di rompere l'anima ai
    > lettori di PI con i tuoi commenti beceri, vuoti e
    > polemici.
    >
    >
    non+autenticato
  • Linux li salverà!!
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > Le chiavi di lettura dell'articolo sono
    > molteplici, ma quella che salta all'occhio e che
    > appare la più reale mi mette a disagio. Come si
    > può scrivere che paesi con condizioni di sociale
    > DISASTROSE, abbiano o stiano colmando il loro
    > divario di vita " DIGITALE " con il resto del
    > mondo unicamente perchè aumentano i consumi di
    > prodotti che sono solo specchietti per le
    > allodole e non servono a nessuno se non a quelli
    > che con questi ultimi fanno soldi a palate ???.
    > La telefonia cellulare è nata come moda in
    > Italia, era segno di benessere avere il telefono
    > in macchina. Ora è per tutti ma ancora con costi
    > milionari per gli utenti, ragionate bene su ciò
    > che vi costa chiamare con il cellulare, rispetto
    > alla rete fissa che ha tra l'altro costi di
    > gestione decisamente superiori per il gestore, di
    > quella mobile !.Le compagnie vanno a speculare
    > sui poveretti, come hanno fatto qui in Italia,
    > portando loro ICONE DEL BENESSERE OCCIDENTALE e
    > null'altro. I computer da 100 dollari a coloro
    > che hanno AIDS,PESTE,COLERA, come noi abbiamo mal
    > di pancia,influenza e mal di testa. VERGOGNA E
    > SCHIFO fanno questi signori e tutti coloro che
    > prima o dopo parlano e speculano su questo
    > !.
    >
    > ATTENZIONE...NON SONO DI SINISTRA !.





    Beh, non è mai troppo tardi...

    Rotola dal ridere


    (scherzo)
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 17 settembre 2006 00.02
    -----------------------------------------------------------

  • Sei simpatico... !

    Ciao !


    - Scritto da: no berluska
    > - Scritto da:
    > >
    > > Le chiavi di lettura dell'articolo sono
    > > molteplici, ma quella che salta all'occhio e che
    > > appare la più reale mi mette a disagio. Come si
    > > può scrivere che paesi con condizioni di sociale
    > > DISASTROSE, abbiano o stiano colmando il loro
    > > divario di vita " DIGITALE " con il resto del
    > > mondo unicamente perchè aumentano i consumi di
    > > prodotti che sono solo specchietti per le
    > > allodole e non servono a nessuno se non a quelli
    > > che con questi ultimi fanno soldi a palate ???.
    > > La telefonia cellulare è nata come moda in
    > > Italia, era segno di benessere avere il telefono
    > > in macchina. Ora è per tutti ma ancora con costi
    > > milionari per gli utenti, ragionate bene su ciò
    > > che vi costa chiamare con il cellulare, rispetto
    > > alla rete fissa che ha tra l'altro costi di
    > > gestione decisamente superiori per il gestore,
    > di
    > > quella mobile !.Le compagnie vanno a speculare
    > > sui poveretti, come hanno fatto qui in Italia,
    > > portando loro ICONE DEL BENESSERE OCCIDENTALE e
    > > null'altro. I computer da 100 dollari a coloro
    > > che hanno AIDS,PESTE,COLERA, come noi abbiamo
    > mal
    > > di pancia,influenza e mal di testa. VERGOGNA E
    > > SCHIFO fanno questi signori e tutti coloro che
    > > prima o dopo parlano e speculano su questo
    > > !.
    > >
    > > ATTENZIONE...NON SONO DI SINISTRA !.
    >
    >
    >
    >
    >
    > Beh, non è mai troppo tardi...
    >
    > Rotola dal ridere
    >
    >
    > (scherzo)
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 17 settembre 2006 00.02
    > --------------------------------------------------
    non+autenticato
  • Gasparri e tutti quelli che come lui sono corsi in soccorso di Telecom a vietare wireless su suolo pubblico ed altre aberrazioni che uniscono e fanno comunicare la gente, ci stanno portando indietro fino a farci superare dal terzo mondo in quanto ad informatizzazione e accesso al mondo digitale.

    Cari politici italiani corroti, care TLC ingorde, un GRAZIE, GRAZIE DI CUORE!

    non+autenticato
  • STFU.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Gasparri e tutti quelli che come lui sono corsi
    > in soccorso di Telecom a vietare wireless su
    > suolo pubblico ed altre aberrazioni che uniscono
    > e fanno comunicare la gente, ci stanno portando
    > indietro fino a farci superare dal terzo mondo in
    > quanto ad informatizzazione e accesso al mondo
    > digitale.
    >
    > Cari politici italiani corroti, care TLC ingorde,
    > un GRAZIE, GRAZIE DI
    > CUORE!
    >

    E ti lamenti? Non tutti possono permettersi un esponente che perfeziona il concetto di digitaldivide...A bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
  • Tranquillo ora Gasparri non c'è più!! Ora ci pensa Prodi a farci tornare al telegrafo...altro che digital divide!
    non+autenticato