LAMA, il software che aiuta i non udenti

Realizzato in Gran Bretagna un sistema intelligente che fornisce informazioni nei luoghi pubblici a quanti hanno problemi di udito, via cellulare

Hursley (UK) - Nell'ambito del programma denominato Extreme Blue, gli studenti coinvolti in un progetto di ricerca sulla Pervasive Accessibility presso il laboratorio software IBM di Hursley hanno messo a punto un sistema mobile che, applicato agli ambienti pubblici, si prefigge lo scopo di migliorare le comunicazioni con i non udenti.

Il sistema, identificato dal nome in codice LAMA (Location Aware Messaging for Accessibility), permette di inviare informazioni - in forma testuale, attraverso immagini o vibrazioni dell'apparecchio - direttamente ai cellulari degli utenti.

Quando si entra in un ambiente equipaggiato con LAMA, il telefono cellulare riconosce automaticamente il sistema, presentando l'elenco dei servizi di messaging disponibili al pubblico. Una volta registratosi al servizio, l'utente può quindi riceverli automaticamente, già convertiti nel formato prescelto.
"Le potenzialità offerte da questa tecnologia - spiega David Livermore, Chairman of Deafness Research UK ed ex-Chairman di RNID, il Royal National Institute for Deaf People - promettono di ridurre in modo drastico il senso di isolamento vissuto dai non udenti, sia negli ambienti di lavoro sia nei luoghi pubblici, con il vantaggio di offrire un servizio tempestivo anche in relazione alle situazioni di emergenza come allarmi d'incendio, istruzioni di sicurezza e avvisi testuali di allerta".

"Si tratta del primo esempio di applicazione dedicata alla problematica - aggiunge Andy Stanford-Clark, Master Inventor di IBM Hursley - e siamo convinti che il sistema LAMA possa suscitare l'interesse di vari tipi di organizzazioni, soprattutto laddove si desidera migliorare la qualità dei servizi e delle infrastrutture offerte a utenti e personale".

Molteplici i campi di applicazione che potrebbero beneficiare dei vantaggi offerti dalla nuova tecnologia - si va dalle stazioni ferroviarie agli stadi, dai centri commerciali agli stessi luoghi di lavoro - grazie a cui, in definitiva, informazioni corrette al momento giusto, distribuite in modi diversi per differenti capacità di percezione, trovano la possibilità d'essere divulgate con efficacia.

L'installazione del sistema nell'ambiente richiede soltanto l'integrazione dell'hardware e del software LAMA nell'infrastruttura di comunicazione e nei sistemi IT esistenti. Ciò consente ai cellulari compatibili di interagire con il sistema visualizzando informazioni e avvisi specifici. Il sistema LAMA utilizza le tecnologie Bluetooth e GPRS e può essere modificato per interagire anche con reti WiFi e GSM.

LAMA entrerà nella fase pilota nel Regno Unito durante i prossimi mesi. Una volta implementato integralmente, è previsto che gli utenti possano scaricare facilmente il software client LAMA sui loro cellulari da un sito Web.
1 Commenti alla Notizia LAMA, il software che aiuta i non udenti
Ordina