Hacker ruba 300mila carte di credito

Non era mai stato rilevato ancora un furto così rilevante ai danni di un'azienda di ecommerce. L'evento riaccende le mai sopite preoccupazioni di chi compra online

New York (USA) - Non hanno vita facile in questi giorni le società delle Carte di credito e i commercianti online che vogliono proporre una rete sicura per gli acquisti. L'ultima notizia preoccupante per il business in rete è arrivata ieri pomeriggio da New York: un hacker, forse dell'est europeo, si sarebbe impossessato di 300mila numeri e dati di altrettante carte di credito.

Da quanto si apprende, l'hacker ha chiesto al negozio virtuale CD Universe 100mila dollari di "riscatto". In cambio di quei soldi, ha affermato in un fax pervenuto al negozio, avrebbe distrutto i file contenenti i dati delle carte. CD Universe ha però rifiutato il ricatto e l'hacker, dal giorno di Natale a ieri, ha pubblicato quei dati su un sito web. Ha anche inviato quasi 200 numeri di carte di credito al New York Times che ha confermato la loro validità.

L'FBI sta lavorando con CD Universe e eUniverse, l'azienda che controlla il negozio, per cercare di identificare l'hacker.
TAG: sicurezza