RFID diventa DRM per DVD

Ritek Corporation ha presentato un nuovo drive CD/DVD-ROM capace di leggere i dischi equipaggiati con chip RFID antipirateria. La tecnologia permette unicamente la lettura di dischi autenticati dai produttori

Roma - L'ultima offensiva tecnologica contro la pirateria multimediale arriva da Ritek ed è stata battezzata COD, acronimo di Chip On Disk. Proprio come il nome suggerisce, il sistema COD prevede l'impiego di chip a radiofrequenza direttamente sui supporti ottici.

I drive messi a punto da Ritek, infatti, si rifiutano di leggere qualsiasi disco che non sia identificabile come "genuino". I chip utilizzati nel processo d'autenticazione vengono inseriti sul disco al momento della stampa, effettuata presso gli stabilimenti di produzione. Soltanto i produttori autorizzati potranno inserire i "sigilli d'autenticità" sopra DVD e CD.

"Il sistema COD può garantire la proprietà intellettuale discografica e cinematografica", ha detto il CEO di Ritek. COD funziona attraverso il concetto della "doppia autenticazione": i contenuti risultano accessibili solo se il codice all'interno del chip RFID combacia con quello in archivio su lettori CD/DVD appositamente realizzati.
Gli esperti di Ars Technica hanno immediatamente criticato e demolito questo sistema, considerato "obsoleto e non al passo coi tempi". Il primo problema della tecnologia COD è che richiederebbe uno sforzo enorme da parte dei produttori hardware: affinché questo metodo antipirateria risulti efficace, tutti i lettori sul mercato dovrebbero supportare la tecnologia di Ritek.

Inoltre il controllo a doppia chiave può essere effettuato soltanto se il lettore risulta connesso ad Internet, in quanto, proprio come avviene nei sistemi DRM, l'identificativo di ciascun disco deve essere confrontato con un archivio costantemente aggiornato. In aggiunta, concludono quelli di Ars Technica, "il DVD è ormai un formato vecchio di dieci anni e l'industria multimediale sta avvicinandosi sempre più alla vendita online di contenuti, sganciandosi dai vecchi modelli di distribuzione".

Malgrado le critiche, i responsabili di Ritek sono entusiasti per le altre applicazioni della tecnologia COD. I chip RFID installati sui DVD possono essere un ottimo salvatempo nell'organizzazione della catena distributiva tradizionale: dall'inventario dei pezzi in magazzino, fino alla gestione di ordini e spedizioni.
25 Commenti alla Notizia RFID diventa DRM per DVD
Ordina
  • Volevo venderli al mercato dell'usato, ma mi sa che li tengo in cantina.
    Fra qualche anno potrebbero valere più di quanto penso.
    non+autenticato
  • Considerando che il rfid sono un colabrodo quanto ci vorrà a clonarne uno e sbloccare il lettore ?
    L'RFID è legato in modo univoco al supporto e se si che tecnologia di protezione usa ?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ... di driver Ritek
    > Boh...

    E vai Ritek, i tuoi concorrenti ne saranno entusiasti di questa trovata.

    Ah! e non c'è pericolo che te la "copino".
    OTTIMO modo di fermare la pirateria, complimenti!A bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaFan LinuxFan LinuxFan LinuxA bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
  • CIAO A TUTTI
    ok, capisco che la pirateria sia un male, ed e` bene che venga combattuta, ma, quando per combattere la pirateria vengono tolti diriti a me unesto utente, mi incavolo.
    IO, devo avere il dirito di farmi infinite copie di backup del mio CD o DVD che sia, o al limite ripparmelo per farmi infiniti CD con le canzoni preferite di ogni disco da me acquistato.
    Se cio` non mi viene garantito, allora, non acquisto... Boicottiamo i DRM e tutte quelle tecnologie che minano il nostro Diritto alla liberta`!!!
    DISTINTI SALUTI
    Crazy
    1945

  • - Scritto da: Crazy
    > CIAO A TUTTI
    > ok, capisco che la pirateria sia un male, ed e`
    > bene che venga combattuta,

    E chi lo dice?
    cosa intendi per "pirateria"?
    La pirateria storicamente la praticavano personaggi più o meno famosi (da non confondere coi corsari) ed è ancora oggi praticata in certe zone.
    Si tratta semplicemente di sostituire l'immagine dell'assalto alla diligenza con quella dell'assalto ad un natante!
    In parole povere i pirati sono banditi (a volte anche assasini) non "di strada" ma del mare....
    Questo si intende con pirati e pirateria.

    Quello che tu chiami invece "pirateria" mi sa che sia tutt'altro affare e mentre è piuttosto chiaro il perchè sia un "bene che venga combattuta" la pirateria nel senso vero del termine è tutt'altro che chiaro e scontato dove stia il "bene" nell'altro caso!

    Ma sopratutto è difficilissimo capire dove omincerebbe e dove finirebbe questa "pirateria ipotetica" ovvero quali siano i confini precisi di ciò che sarebbe "bene" o ciò che sarebbe "male".
    Ad esempio se tu imparassi qualcosa da ciò che qualcuno scrive su questo forum e lo utilizzassi in un altro contesto sarebbe pirateria?...
    SorrideSorrideSorride
    Dai retta a me diffida di tutto quello (e tutti quelli) che "semplificano" on po troppo e dividono il mondo in "bene" e "male"...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Crazy
    > CIAO A TUTTI
    > ok, capisco che la pirateria sia un male, ed e`
    > bene che venga combattuta, ma, quando per
    > combattere la pirateria vengono tolti diriti a me
    > unesto utente, mi
    > incavolo.
    > IO, devo avere il dirito di farmi infinite copie
    > di backup del mio CD o DVD che sia, o al limite
    > ripparmelo per farmi infiniti CD con le canzoni
    > preferite di ogni disco da me
    > acquistato.
    > Se cio` non mi viene garantito, allora, non
    > acquisto... Boicottiamo i DRM e tutte quelle
    > tecnologie che minano il nostro Diritto alla
    > liberta`!!!
    > DISTINTI SALUTI

    Se ha queste "persone" non sta a cuore la mia LIBERTA', non vedo perchè a me deve stare a cuore il loro portafoglio.
    non+autenticato
  • ... inserire un DVD masterizzato senza Rfid e appoggiare un DVD originale con RFID sopra il lettore (o aprirlo e mettercelo dentro, semmai dovessero schermare qualcosa).
    Semmai, il problema è che almeno un DVD originale bisogna comperarlo....
    Per i "puristi" sarebbe un bel problema
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)