Bombe su web? Perquisizioni e sequestri

Padre e figlio utilizzavano un sito ospitato su server americani per diffondere informazioni illegali, ovvero come costruire ordigni rudimentali e, spiegano gli inquirenti, molto pericolosi

Reggio Calabria - Il continuo monitoraggio delle attività web degli italiani ha spinto la Polizia Postale di Reggio ad indagare sulla diffusione online di informazioni illecite utili alla realizzazione di ordigni esplosivi artigianali. Indagini che hanno portato all'emissione di tre provvedimenti di perquisizione e di sequestro della Procura della Repubblica di Reggio.

Stando a quanto riferito in una nota ufficiale della Polizia, gli indagati sono due, padre e figlio, "quest'ultimo studente di ingegneria che gestiva un sito Internet attraverso il quale venivano date informazioni su come costruire ordigni esplosivi di carattere artigianale. Le informazioni erano dettagliate e comprendevano rappresentazioni grafiche, che descrivevano il composto e la struttura degli ordigni". Il sito era ospitato su server americani.

Ad allertare gli inquirenti anche il fatto che le pagine del sito descrivevano nei dettagli come realizzare la cosiddetta pipe-bomb, una bomba potenzialmente molto pericolosa e che è del tipo di quella recentemente rinvenuta, inesplosa, a via Solferino, dopo una telefonata anonima. Basta una rapida ricerca su Google per individuare decine di siti che offrono informazioni analoghe, persino Wikipedia ospita una voce dettagliata su questo tipo di ordigno.
A consentire agli operatori della PolPost di agire contro questo sito, si legge nella nota, anche il Decreto Pisanu, che consente anche alla Polizia Postale di agire sotto copertura, esattamente come già avviene con il personale del SISMI e del SISDE, i Servizi italiani. Un'azione resa possibile dalla finalità anti-terroristica dell'operazione.

"Le perquisizioni eseguite presso le abitazioni degli indagati e presso gli uffici di una facoltà universitaria italiana, dalla quale uno dei due era solito collegarsi alla rete Internet - conclude la nota - hanno consentito di sequestrare numero 5 PC, 1 portatile, 300 cd-dvd, materiale cartaceo su cui sono ancora in corso accertamenti".
136 Commenti alla Notizia Bombe su web? Perquisizioni e sequestri
Ordina
  • Ma come vi permettete?? (PM)
    Il vostro è solo un subdolo tentativo per limitare la libertà di pensiero...v.ergong vergogna



    Beppe grillo puo insegnarci qualcosa
    non+autenticato
  • Da ANNI quando si faceva notare su PI che si sta imbavagliando la libertà di espressione tutti a dare addosso perché secondo chi risponde "si difende chi violenta i bambini" (mai successo).

    Da ANNI quando si faceva notare che la regola dei 70 anni dalla morte per il copyright è anacronistica tutti i discografici e cinematografici a dare addosso perché devono comprarsi la Mercedes

    Da ANNI quando si faceva notare che i continui controlli, telecamere a circuito chiuso e aperto, e intercettazioni telefoniche e ambientali sono una valangata di soldi pubblici (quindi anche nostri) spesi inutilmente o in ogni caso male, tutti a dare addosso perché vogliono la "sicurezza" (sicurezza di chi non s'è mai capito).
    Quando poi si faceva notare che dopo l'11 settembre 2001 ci sono stati altri attentati a Madrid, a Londra e altrove, dove la "sicurezza" si era incrementata e dove tali attentati NON sono stati evitati, allora questi cascano dalle nuvole.

    Da ANNI quando si dice che la democrazia non imbraccia mitragliette e il "rispetto delle diversità" non significa costringere le minoranze (omosessuali, immigrati, praticanti di religioni diverse eccetera) a vivere nella clandestinità o comunque non come vorrebbero, questi cadono dalle nuvole gridando allo scandalo perché un giudice ha giustamente fatto togliere da un luogo pubblico un simbolo di una religione che dava fastidio a chi quel simbolo religioso non lo concepisce. Stiamo tanto a criticare le civiltà islamiche ma nei fatti siamo peggio di loro perché IMPONIAMO la religione cattolica, e lo facciamo in maniera sottile e non alla luce del sole (almeno loro -quantomeno in alcuni Paesi- hanno leggi liberticide contro i non musulmani, in questo sono coerenti, non come noi che le leggi non le abbiamo ma ci comportiamo come se le avessimo).

    Quando si dice di criticare i giornali, i giornalisti, i politici, i magistrati e le forze dell'ordine che fanno del sensazionalismo e della censura (della rete e non solo) la loro bandiera, allora lo stesso Punto Informatico si schiera dalla loro parte. Una volta non l'avrebbe fatto, una volta aveva gli attributi per non piegarsi a farlo. L'ho già detto, se proprio deve dare di queste notizie deve ammettere la neutralità e la par condicio. Tanto per cominciare, usare i verbi che riguardano le accuse al condizionale (un indagato -neanche imputato, solo indagato- è innocente fino a sentenza definitiva che lo dichiari colpevole). E poi permettere un intervento dell'accusato, o di un suo legale rappresentante, che possa smentire o dare comunque una sua versione dei fatti. QUESTA si chiama democrazia.

    Altrimenti questa è dittatura, è decidere unilateralmente che magistrati e forze dell'ordine hanno ragione ancora prima del processo. Salvo poi dare smentite in 2 righe dicendo "Ah, sapete, Tizio era innocente". E restituire (sempre che avvenga) tutto il materiale informatico dopo 10 anni, quando CD e DVD non sono più leggibili e quando l'hardware allora appena comprato varrà quello che vale oggi un 486.

    E' con grande indignazione che noto questo modo di fare in Punto Informatico, che s'era distinto per la sua neutralità. Ai comunicati ALCEI (loro sì per la libertà in rete) è sempre dato pochissimo risalto, mentre ai continui sequestri (siano essi per presunta violazione di copyright, o per presunti hackeraggi, o per presunta pedopornografia, o per presunto terrorismo, o per presunta istigazione a delinquere -???- come in questo caso) allora viene data la massima visibilità.

    PI, ti sei venduto. Sei diventato commerciale. Una volta non eri così.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 30 ottobre 2006 02.55
    -----------------------------------------------------------

  • No, non sono per niente d'accordo, sbagli obiettivo, sei fuori dalla realtà
    non+autenticato
  • > concepisce. Stiamo tanto a criticare le civiltà
    > islamiche ma nei fatti siamo peggio di loro
    > perché IMPONIAMO la religione cattolica, e lo
    > facciamo in maniera sottile e non alla luce del
    > sole (almeno loro -quantomeno in alcuni Paesi-
    > hanno leggi liberticide contro i non musulmani,
    > in questo sono coerenti, non come noi che le
    > leggi non le abbiamo ma ci comportiamo come se le
    > avessimo).

    verissimo, In Italia l'accusa più infamante è quella di relativismo e laicismo


    > par condicio. Tanto per cominciare, usare i verbi
    > che riguardano le accuse al condizionale (un
    > indagato -neanche imputato, solo indagato- è
    > innocente fino a sentenza definitiva che lo
    > dichiari colpevole). E poi permettere un
    > intervento dell'accusato, o di un suo legale
    > rappresentante, che possa smentire o dare
    > comunque una sua versione dei fatti. QUESTA si
    > chiama
    > democrazia.
    >

    Vero

    > Altrimenti questa è dittatura, è decidere
    > unilateralmente che magistrati e forze
    > dell'ordine hanno ragione ancora prima del
    > processo. Salvo poi dare smentite in 2 righe
    > dicendo "Ah, sapete, Tizio era innocente".

    Non è dittatura peché un giornale può pubblicare quello che vuole. Al massimo è incultura
  • Ma sì, chissenefrega se fanno le bombe ed esplode qualche palazzo.. eh!
    Ehhh!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ma sì, chissenefrega se fanno le bombe ed esplode
    > qualche palazzo.. eh!

    Tu credi davvero che i terroristi abbiano bisogno di un sito del genere per sapere come fabbricare una bomba? DAVVERO credi una cosa del genere? Al di là del fatto che i *TERRORISTI* non cercano siti in *ITALIANO*...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Ma sì, chissenefrega se fanno le bombe ed
    > esplode
    > > qualche palazzo.. eh!
    >
    > Tu credi davvero che i terroristi abbiano bisogno
    > di un sito del genere per sapere come fabbricare
    > una bomba? DAVVERO credi una cosa del genere? Al
    > di là del fatto che i *TERRORISTI* non cercano
    > siti in
    > *ITALIANO*...

    I terroristi sono organizzati in cellule di ogni livello. Le cellule più periferiche possono non avere accesso a documenti,istruzioni per creare ordigni. Fornirglieli in qualsiasi lingua non è certo una cosa da persone sveglie a meno che uno non voglia farsi ammazzare. Che non leggano l' italiano è una tua convinzione, in Italia siamo pieni di cellule di Al Qaeda dormienti, così come negli altri paesi.

    E poi bisogna considerare quelli che vogliono unirsi alle cellule e che per dimostrare la loro fede in Allah si confezionano ordigni con le istruzioni che trovano liberamente, che la nostra società di fessi ed ingenui gli fornisce liberamente.
    non+autenticato
  • sì certo.
    E ovviamente queste informazioni su internet le cercano da internet point in cui si presentano con carta di identità (vera ovviamente, questi terroristi da strapazzo mica le sanno trovare quelle false) che viene, grazie a queste stesse potenti norme anti terrorismo, registrata e conservata.

    ECCO PERCHE' NE STIAMO PRENDENDO TANTI!!
    ECCO PERCHE' ABBIAMO PRESO SUBITO ANCHE BIN LADEN!!

    Perchè abbiamo uno stato furbo come una volpe che fa norme giuste le quali, pur limitando un pochino (ma solo un pochino eh) le libertà individuali ed i diritti civili degli onesti cittadini (che poi lo stato sarebbero loro, ma meglio non dirglielo) servono ovviamente allo scopo superiore di liberarci dai terroristi che si fanno le bombe nella vasca da bagno. E dai pedofili che sono milioni, si sa.

    Per liberarci dei terroristi che usano armi comprate dagli stati uniti ci sarà tempo poi, d'altronde mica possiamo pensare a tutto, no?

    Mi auguro solo tu non abbia l'età del voto.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 32 discussioni)