Dal 2 giugno il Portale Italia

Portale del Cittadino, Portale Italia, Portale delle istituzioni, Portale della Pubblica Amministrazione. Cambia il nome ma non il fatto. Domani la presentazione

Roma - La data ufficiale di sbarco di quel portale di cui si è parlato a lungo e che è stato incastonato tra le iniziative più rilevanti nel processo di sviluppo dell'e-government in Italia è il 2 giugno. Da quella data, infatti, sarà accessibile online il "Portale Nazionale del Cittadino", all'indirizzo www.italia.gov.it.

A confermare l'apertura del Portale sono stati ieri gli uffici del ministero all'Innovazione che hanno preannunciato per domani la presentazione ufficiale a tutti i giornalisti interessati a saperne di più.

Qualcosa però già si sa. I contenuti del Portale si articolano su oltre mille pagine e comprendono 1.500 link ipertestuali a documenti di informazione e servizi per il cittadino. Di fatto, il "Portale Italia" tenterà di tenere insieme quella che è ormai divenuta la ragnatela dei siti della Pubblica Amministrazione, ormai oltre quota 3mila.
Da questo nuovo sito sarà possibile, stando al Ministero, accedere rapidamente a tutti i servizi messi a disposizione del cittadino su internet, a identificare rapidamente tutti i siti istituzionali (con l'introduzione del dominio.gov.it), rendere più facilmente accessibili le risorse informative e in futuro, spiega una nota, "consentire l'accesso ai servizi erogati in rete mediante l'utilizzo della Carta d'identità elettronica".

Tra i servizi offerti dal sito, il Ministero elenca:

- l'amministrazione dalla A alla Z (attraverso la funzione "ricerca" il cittadino potrà conoscere i passi necessari per usufruire dei servizi);
- senza fila (uno scaffale virtuale da cui scaricare i principali moduli: il cittadino potrà recarsi agli sportelli pubblici avendo già i documenti necessari);
- cerco lavoro (una guida che grazie alla funzione "ricerca" fornisce informazioni su tutti i concorsi pubblici nazionali e locali, sulle borse di studio e sulle opportunità all'estero);
- l'esperto risponde (servizio curato da Il Sole 24 Ore grazie al quale il cittadino può chiedere consigli utili via e-mail e ottenere risposta al massimo entro quindici giorni);
- la tua regione (servizio curato dall'Ansa che fornisce tutte le informazioni e news a livello locale relative a Pubblica Amministrazione, sanità, scuola, viabilità, ecc.).
TAG: italia
15 Commenti alla Notizia Dal 2 giugno il Portale Italia
Ordina
  • Io posso anche capire il livore verso questo o quel politico, o verso questa o quella amministrazione... Posso anche capire le preoccupazioni sull'utilizzo di strumenti informatici realmente accessibili a tutti, soprattutto se da parte della PA.
    Ma quello che non riesco proprio a capire è che cosa ci sia di sbagliato nell'argomento in questione. Ho letto le cose più assurde: da chi vorrebbe mettere in mano a privati (!!!!!!) la gestione di un portale istituzionale, a chi se la prende col Ministero delle Attività Produttive perchè sta rinnovando il suo precedente (penosissimo) sito.
    Credo che la sinistroide lobotomizzazione politica e sociale si stia manifestando qui in tutto il suo splendore.
    Sfido chiunque a trovare un argomento SERIO che vada contro la creazione di strutture informative SERIE ed efficienti che avvicinino l'Amministrazione al cittadino. E sfido chiunque a DIMOSTRARE (non a vomitare parole) che questa amministrazione non ci stia provando.
    Capisco che è un concetto che certi politici (corredati di codazzi) fanno fatica a mandare giù: far capire le cose alla gente o, peggio, renderla autosufficiente in certi aspetti più o meno burocratici è, dal loro punto di vista, estremamente pericoloso... se ne perde il controllo mentale e sociale.
    Qui non è questione di destra o di sinistra. Se quest'iniziativa fosse stata intrapresa dal precedente governo, sarebbe stata la benvenuta: è un bene per tutti. Evidentemente, il fatto che la sua ben nota miopia congenita non abbia fatto vedere a quei signori la strada, ora brucia e brucia molto. Al punto di arrivare (come al solito) a negare l'evidenza e ad arrampicarsi sugli specchi pur di sputare livore su cose che neanche si capiscono.
    Ricordate la storiella della volpe e dell'uva? Calza perfettamente, no?
    non+autenticato
  • E' come quando segna la squadra che odi: il Gol non c'era, era fuorigioco, se ero io l'allenatore non mettevo xxx... e così via all'infinito verso vetri sempre più lisci e più alti.

    In questo forum questo tipo di comportamento salta fuori praticamente ad ogni nuovo articolo.
    non+autenticato
  • Veramente l'idea del portale della PA, come anche dell'informatizzazione e della semplificazione, ecc. erano già venute al precedente Governo. Basterà ricordare il nome di Bassanini. L'attuale Governo ha confermato di voler procedere sulla stessa strada, il che significa -credo- che sia la più giusta da percorrere.
    Io credo che un portale della PA sia una buona cosa, almeno se sarà ufficiale (ossia se quanto ci sarà scritto sopra varrà come IMPEGNO nei confronti dei cittadini). Altrimenti, poco male: ci sarà qualche privato che si farà un portale della PA fatto meglio e ognuno potrà scegliere dove navigare...
    Ciao
    non+autenticato
  • della serie come sono bravi i nostri governanti vi consiglio l'articolo di apertura del Ministero dell'industria:
    http://www.minindustria.it
    non+autenticato


  • Mi vien da ridere!

    Non sanno far funzionare i siti ministeriali e mo s'inventano un portale addirittura!
    non+autenticato
  • AHAHAHAHAHAHAH

    dai magari ci mettono le foto delle modelle, una mailing list e magari anche una radioA bocca aperta
    non+autenticato
  • E i banner di Mediaset On Line... :-b

    - Scritto da: format c:
    > AHAHAHAHAHAHAH
    >
    > dai magari ci mettono le foto delle modelle,
    > una mailing list e magari anche una radioA bocca aperta
    non+autenticato

  • e la chat hard.
    On line con le ministre......

    Con la lingua fuoriPPPPPPPPPPPP

    ih ih ih ih
    non+autenticato
  • ...ma certe cose non le potevano lasciar fare ai privati?
    non+autenticato
  • - Scritto da: tristemente_famoso
    > ...ma certe cose non le potevano lasciar
    > fare ai privati?


    Ma questo in futuro sarà il portale che permetterà di accedere a tutti gli uffici della pubblica amministrazione e di svolgere operazioni tramite la nuova carta d'identità elettronica.

    Dare tutte le informazioni immaginabili che riguardano milioni di italiani ad un'azienda privata sarebbe la sciocchezza del secolo.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Vittorio Stagnani
    >
    > Dare tutte le informazioni immaginabili che
    > riguardano milioni di italiani ad un'azienda
    > privata sarebbe la sciocchezza del secolo.

    meno male che c'è ancora qualcuno che se lo ricorda... speriamo che la stessa idea venga in mente a chi dovrà decidere se adottare o meno software Microsoft all'interno della PA!

    ciao
    godz
    non+autenticato

  • >
    > Dare tutte le informazioni immaginabili che
    > riguardano milioni di italiani ad un'azienda
    > privata sarebbe la sciocchezza del secolo.

    scusate, ma forse non ho sottolineato il "certe". Spero che questo "portale italia" non abbia le sciocchezze di altri portali privati generalisti.

    In questo senso, già questi bastano e avanzano
    non+autenticato
  • certo, e secondo me se sono veramente
    liberali devono privatizzare anche
    l'esercito ed il parlamento...

    certe volte l'odio per
    Berlusconi è veramente cieco, eh!
    non+autenticato

  • > certe volte l'odio per
    > Berlusconi è veramente cieco, eh!

    rileggiti qualche mio post prima di giudicare.
    grazie

    non+autenticato
  • - Scritto da: tristemente_famoso
    > ...ma certe cose non le potevano lasciar
    > fare ai privati?

    Trovo sconsolante questo pensiero. Francamente non riesco a credere che tu dica sul serio.

    E quando non si fa, è perchè non si fa. E quando si fa, è perchè non lo fanno altri...

    E basta!
    non+autenticato