DRM, tre francesi si autodenunciano

Brillante iniziativa di disobbedienza civile di alcuni attivisti francesi che si costituiscono mettendo in ridicolo la nuova legge sul diritto d'autore transalpina, che per alcuni aspetti ricorda quella italiana

Parigi - Un gruppo di attivisti francesi che si battono contro la nuova normativa transalpina sul diritto d'autore ha dato vita ad una singolare e intrigante manifestazione in chiave anti-DRM. Le tecnologie anticopia DRM (Digital Rights Management) sono infatti al centro delle nuove leggi e sono da sempre considerate lesive per utenti e consumatori da parte di chi sostiene i diritti civili.

In particolare, come racconta il sito StopDRM.info, una quarantina di manifestanti (vedi foto qui sotto) si sono riuniti per accompagnare tre militanti a costituirsi alla polizia per violazione della legge. Questa normativa, come la direttiva europea impone, è studiata per rendere tra le altre cose illegale la violazione dei sistemi anticopia nonché la produzione o l'utilizzo di software e altri strumenti pensati per effettuare questa violazione.

I tre francesiIn particolare:
- Tangui ha confessato di aver usato un DVD su un sistema open source basato su Linux, ovvero di aver bypassato le misure di protezione del DVD stesso per poterne fruire dopo averlo acquistato;
- Stephane ha ammesso di aver usato DVD Decrypter per aggirare i sistemi di protezione CSS di un DVD che aveva acquistato per poterne fruire su un dispositivo portatile;
- Jerome, il più coraggioso incallito malfattore dei tre, non solo ha ammesso di aver violato le protezioni DRM di iTunes Music Store e di un altro jukebox che vende musica online ma ha anche spiegato sul proprio sito web come fare la stessa cosa. Inoltre ha tradotto un software che consente di bypassare i sistemi anticopia. Reati che possono portarlo in carcere per 6 mesi e pesargli per 30mila euro di multa.
Nel complesso i tre rischiano sanzioni che superano i 40mila euro. La polizia ha preso nota delle loro dichiarazioni e il tutto verrà trasmesso alla magistratura: tra qualche tempo si dovrebbe conoscere l'esito giudiziario delle loro confessioni.

Quel che è certo è che anche in Francia il clima attorno al DRM si sta surriscaldando. In vista del 3 ottobre, giornata mondiale anti-DRM, le iniziative si moltiplicano.

Da segnalare anche l'intervista di IDG News Service ad Ashwin Navin, co-fondatore di BitTorrent, secondo cui il DRM è dovuto all'immaturità dell'industria.
61 Commenti alla Notizia DRM, tre francesi si autodenunciano
Ordina
  • L'iniziativa è lodevole e coraggiosa, ma basta dare un'occhiata alle riviste per Pc che si trovano in edicola e rendersi conto che, anche sui canali "ufficiali", è in atto un vero e proprio incitamento a infrangere i sistemi DRM. Addirittura Applicando (indirizzata agli utenti Mac, e quindi in teoria più seriosa) ha pubblicato sul numero si settembre un articolone - peraltro fatto benissimo - su come duplicare i film in Dvd partendo dal presupposto "lo scopo dell'articolo è farsi una copia di backup". Chi vuole intendere...
  • IMHO è l'unico modo per far capire "a chi di dovere" che questa storia del DRM è tuttà una buffonata e mettere il sistema in crisi per l'impossibilità di perseguire migliaia di cittadini contemporaneamente...
    non+autenticato
  • coma al solito la soluzione più "semplice" è una:

    BOICOTTARE tutti i sistemi che fanno uso del DRM.

    Quando un'azienda ha delle perdite, non credo sia disposta a continuare a perdere (sia soldi che quote di mercato) per interessi che si basano su fondamenta di cartapesta.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > IMHO è l'unico modo per far capire "a chi di
    > dovere" che questa storia del DRM è tuttà una
    > buffonata e mettere il sistema in crisi per
    > l'impossibilità di perseguire migliaia di
    > cittadini"
    > contemporaneamente...

    Tutto giusto salvo il fatto che "chi di dovere" siamo in teoria anche noi... ovvero meglio non "delegare troppo"
    è nostro "dovere" controllare che chi abbiamo eletto si comporti in modo conforme a quanto l'elettore si aspetta.
    Ed è nostro "dovere" fae sentire la nostra voce ogni volta che tale conformità ci sembra in dubbio.

    La loro (quella degli eletti) è una "delega" la nostra no!... noi siamo i titolari dei nostri diritti!
    Questo non può essere messo in discussione da chicchessia!
    non+autenticato
  • Spero, per la serietà del sistema giuridico francese, che stiano già dentro.
    Il reato c'è e hanno confessato.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Spero, per la serietà del sistema giuridico
    > francese, che stiano già
    > dentro.
    > Il reato c'è e hanno confessato.

    90° netti....
    non+autenticato
  • Il tuo MONO-neurone NON è sufficiente per capire la strategia in atto.
    Mi spiace per te ...
    non+autenticato
  • > Il tuo MONO-neurone NON è sufficiente per capire
    > la strategia in
    > atto.
    > Mi spiace per te ...
    No, lui ha capito benissimo, lui scarica e qualcun'altro pagaA bocca aperta
    non+autenticato
  • No, non scarico perchè penso sempre che le "opere" copiate possano essere mie e quindi sarei io a subire il furto.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > No, non scarico perchè penso sempre che le
    > "opere" copiate possano essere mie e quindi sarei
    > io a subire il
    > furto.

    1:) non e' un furto, io non mi approprio di un qualcosa di tuo, se ti rubo la bicicletta quello e' un furto, poiche' non permetto a te, leggittimo proprietario, di usarla , se io invece COPIO la bici, la tua puoi sempre usarla.

    La copia e' illegale, e' vero, qui si contesta l'attuale legislatura in materia di diritti, ossia il non poter fare un cispolo con cio' che ho regolarmente pagato e acquistato, e' un po' come se io decidessiche con i soldi che io guadagno e con cui pago te, tu non potessi comprare che so, una maglia di una nota casa, perche' lo decido io, trovi che sia un po' assurdo?

    L'inziativa dei tre e' lodevole, ma 3 solo, a mio avviso sono pochi, se fossero stati che so qualche migliaio, allora forse qualcosa si sarebbe mosso.

    Ora scattano le indagini, purtroppo per loro, credo che il minimo delle sanzioni non glielo tolga nessuno, e' tutta la legislatura sul diritto dautore che andrebbe cambiata alla luce dei nuovi mezzi, non so in francia, ma qui da noi credo sia ferma all'epoca del 20ennio.

    Qui da noi solo un politico si e' autodenunciato, ovvio ha l'immunita', io ci penserei 2 volte a farlo conoscendo il sistema giudiziario italiano, cme minimo mi crocifiggono in sala mensa ( cit un fantozzi non ricordo quale)
    non+autenticato
  • cambia cittadinanza e vai a dar man forte...facile gridare nascosto dentro alla folla.

    autodenunciati...
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > No, non scarico perchè penso sempre che le
    > > "opere" copiate possano essere mie e quindi
    > sarei
    > > io a subire il
    > > furto.
    > 1:) non e' un furto, io non mi approprio di un
    > qualcosa di tuo, se ti rubo la bicicletta quello
    > e' un furto, poiche' non permetto a te,
    > leggittimo proprietario, di usarla , se io invece
    > COPIO la bici, la tua puoi sempre
    > usarla.

    Il furto non sta nell' essersi appropriati di una copia dell' opera ma nell' averlo fatto fuori dalle modalita' decise da chi ne ha i diritti.
    Se io prendo del codice GPL e ne faccio un prodotto commerciale blindato e' furto perche' violo il vincolo legale su quell' opera; nel primo caso, in sostanza similmente ho usufruito senza pagare di un opera non mia. Poi sul fatto che questo tipo di licenza sia giusta o meno si puo' discutere quanto si vuole ma son discussioni di lana caprina dato che chi fa' l' opera e ne detiene i diritti poi decide insindacabilmente il modo in cui deve essere diffusa (GPL, CC, PD, a pagamento ecc...). D' altra parte certamente il modo in cui si intendono i "diritti" e' cosa alquanto discutibile: il diritto d' autore e' dell' autore per definizione (altrimenti si cambia la paternita' dell' opera commettendo una falsificazione), cio' che puo' essere alienato e' il diritto commerciale allo sfruttamento economico... cose comunque che esulano dagli argomenti esposti nell' articolo

    > La copia e' illegale, e' vero, qui si contesta
    > l'attuale legislatura in materia di diritti,
    > ossia il non poter fare un cispolo con cio' che
    > ho regolarmente pagato e acquistato, e' un po'
    > come se io decidessiche con i soldi che io
    > guadagno e con cui pago te, tu non potessi
    > comprare che so, una maglia di una nota casa,
    > perche' lo decido io, trovi che sia un po'
    > assurdo?

    Assolutamente... e' come se chi mi vende dei fogli di carta decidesse anche con quali penne scriverci sopra e con quali occhiali potervi leggere cio' che e' scritto....

    > L'inziativa dei tre e' lodevole, ma 3 solo, a mio
    > avviso sono pochi, se fossero stati che so
    > qualche migliaio, allora forse qualcosa si
    > sarebbe
    > mosso.
    > Ora scattano le indagini, purtroppo per loro,
    > credo che il minimo delle sanzioni non glielo
    > tolga nessuno, e' tutta la legislatura sul
    > diritto dautore che andrebbe cambiata alla luce
    > dei nuovi mezzi, non so in francia, ma qui da noi
    > credo sia ferma all'epoca del
    > 20ennio.
    > Qui da noi solo un politico si e' autodenunciato,
    > ovvio ha l'immunita', io ci penserei 2 volte a
    > farlo conoscendo il sistema giudiziario italiano,
    > cme minimo mi crocifiggono in sala mensa ( cit un
    > fantozzi non ricordo
    > quale)

    Purtroppo la cultura e la sensibilita' della nostra classe politica riflette in buona parte quella della media della popolazione italiana, noi qui' ci sembra di essere in tanti a discutere ma siamo 4 mosche bianche.

  • - Scritto da: Alessandrox
    > - Scritto da:
    > > - Scritto da:
    > > > No, non scarico perchè penso sempre che le
    > > > "opere" copiate possano essere mie e quindi
    > > sarei
    > > > io a subire il
    > > > furto.
    > > 1:) non e' un furto, io non mi approprio di un
    > > qualcosa di tuo, se ti rubo la bicicletta quello
    > > e' un furto, poiche' non permetto a te,
    > > leggittimo proprietario, di usarla , se io
    > invece
    > > COPIO la bici, la tua puoi sempre
    > > usarla.
    >
    > Il furto non sta nell' essersi appropriati di una
    > copia dell' opera ma nell' averlo fatto fuori
    > dalle modalita' decise da chi ne ha i
    > diritti.
    > Se io prendo del codice GPL e ne faccio un
    > prodotto commerciale blindato e' furto perche'
    > violo il vincolo legale su quell' opera; nel
    > primo caso, in sostanza similmente ho usufruito
    > senza pagare di un opera non mia. Poi sul fatto
    > che questo tipo di licenza sia giusta o meno si
    > puo' discutere quanto si vuole ma son discussioni
    > di lana caprina dato che chi fa' l' opera e ne
    > detiene i diritti poi decide insindacabilmente il
    > modo in cui deve essere diffusa (GPL, CC, PD, a
    > pagamento ecc...). D' altra parte certamente il
    > modo in cui si intendono i "diritti" e' cosa
    > alquanto discutibile: il diritto d' autore e'
    > dell' autore per definizione (altrimenti si
    > cambia la paternita' dell' opera commettendo una
    > falsificazione), cio' che puo' essere alienato e'
    > il diritto commerciale allo sfruttamento
    > economico... cose comunque che esulano dagli
    > argomenti esposti nell' articolo
    >
    >
    > > La copia e' illegale, e' vero, qui si contesta
    > > l'attuale legislatura in materia di diritti,
    > > ossia il non poter fare un cispolo con cio' che
    > > ho regolarmente pagato e acquistato, e' un po'
    > > come se io decidessiche con i soldi che io
    > > guadagno e con cui pago te, tu non potessi
    > > comprare che so, una maglia di una nota casa,
    > > perche' lo decido io, trovi che sia un po'
    > > assurdo?
    >
    > Assolutamente... e' come se chi mi vende dei
    > fogli di carta decidesse anche con quali penne
    > scriverci sopra e con quali occhiali potervi
    > leggere cio' che e'
    > scritto....
    >

    peccato che come esempio non calzi...in quanto il foglio è un tipo di bene diverso rispetto ad un'opera musicale o cinematografica

    > > L'inziativa dei tre e' lodevole, ma 3 solo, a
    > mio
    > > avviso sono pochi, se fossero stati che so
    > > qualche migliaio, allora forse qualcosa si
    > > sarebbe
    > > mosso.
    > > Ora scattano le indagini, purtroppo per loro,
    > > credo che il minimo delle sanzioni non glielo
    > > tolga nessuno, e' tutta la legislatura sul
    > > diritto dautore che andrebbe cambiata alla luce
    > > dei nuovi mezzi, non so in francia, ma qui da
    > noi
    > > credo sia ferma all'epoca del
    > > 20ennio.
    > > Qui da noi solo un politico si e'
    > autodenunciato,
    > > ovvio ha l'immunita', io ci penserei 2 volte a
    > > farlo conoscendo il sistema giudiziario
    > italiano,
    > > cme minimo mi crocifiggono in sala mensa ( cit
    > un
    > > fantozzi non ricordo
    > > quale)
    >
    > Purtroppo la cultura e la sensibilita' della
    > nostra classe politica riflette in buona parte
    > quella della media della popolazione italiana,
    > noi qui' ci sembra di essere in tanti a discutere
    > ma siamo 4 mosche
    > bianche.

    uhm...nel paese dei cachi sono diventati tutti onestissimi e retti?
    bah...allora avrebbe ragione "il mortadella" che è una bazzecola lottare contro l'evasione fiscale.

    la realtà è invece altra cosa
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > > Assolutamente... e' come se chi mi vende dei
    > > fogli di carta decidesse anche con quali penne
    > > scriverci sopra e con quali occhiali potervi
    > > leggere cio' che e'
    > > scritto....

    > peccato che come esempio non calzi...in quanto il
    > foglio è un tipo di bene diverso rispetto ad
    > un'opera musicale o
    > cinematografica

    Invece calza perfettamente perche' stiamo parlando di contenuti inseriti in media leggibili solo da determinati apperecchi.


    > > > Qui da noi solo un politico si e'
    > > autodenunciato,
    > > > ovvio ha l'immunita', io ci penserei 2 volte a
    > > > farlo conoscendo il sistema giudiziario
    > > italiano,
    > > > cme minimo mi crocifiggono in sala mensa ( cit
    > > un
    > > > fantozzi non ricordo
    > > > quale)
    > > Purtroppo la cultura e la sensibilita' della
    > > nostra classe politica riflette in buona parte
    > > quella della media della popolazione italiana,
    > > noi qui' ci sembra di essere in tanti a
    > discutere
    > > ma siamo 4 mosche
    > > bianche.

    > uhm...nel paese dei cachi sono diventati tutti
    > onestissimi e
    > retti?
    > bah...allora avrebbe ragione "il mortadella" che
    > è una bazzecola lottare contro l'evasione
    > fiscale.
    > la realtà è invece altra cosa

    No no avrebbe perfettamente ragione il Mortadellone, ma la realta' e' che' sbagliano i metodi e i mezzi.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 settembre 2006 01.43
    -----------------------------------------------------------

  • - Scritto da:
    > No, non scarico perché penso sempre che le
    > "opere" copiate possano essere mie e quindi sarei
    > io a subire il
    > furto.

    Leggi questi non hanno scaricato nulla.

    Hanno comprato dei DVD originali e li hanno usati .... con metodi e strumenti non graditi alle major.

    In pratica acquistare un DVD (ORIGINALE) e vederselo col deccs che gira liberamente su internet e' reato.

    Acuistare un mp3 si iTune crakkarlo e ascoltarselo su un lettore diverso da iPod e' reato.

    Lo scopo e' dimostrare che la legge e' solo ridicola.
    non+autenticato
  • CIAO A TUTTI
    finalmente, si iniziano a vedere cose serie contro i DRM, questa notizia, mettera` in luce la ridicolaggine delle attuali leggi in termini di Copyrigh, e sopratutto, fa capire come anche l'utente onesto venga penalizzato.
    L'utenza, deve avere il diritto di farsi le copie di BackUp di cio` che ha regolarmente comperato, e deve pure avere il diritto di guardarselo su qualunque tipo si supporto Harware/Software.
    Detto questo, oltre ad incitare il Boicottaggio di tutti i rpodotti che contengono queste tecnologie, mi dichiaro favorevolissimo all'iniziativa di questi Ragazzi, che spero fara` il giusto rumore, ed anche se verranno condannati a pagare le multe citate, sono convinto che molti sostenitori di questa campagna anti-DRM saranno disposti ad aiutarli ap agare le multe, e tra di loro, ci saro` pure Io, ed in se, non sarebbe male iniziare a moltiplicare iniziative di questo tipo per far capire anche alla gente inesperta quanto queste tecnologie vada a penalizzare ingiustamente chi pirata non e`.
    Speriamo che ora, oltre a manifestazioni Anti-DRM si inizino pure a vedere manifestazioni Anti-TrustedComputing...
    DISTINTI SALUTI
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 settembre 2006 02.12
    -----------------------------------------------------------
    Crazy
    1945
  • ...secondo me hanno solo fatto il gioco della polizia e anno evitato loro 3 costose indagini...
    Rischiano per passare loro per ridicoli nonostante l'iniziativa lodevole...
    Ma nessuno ha ancora capito che il problema è la legge stessa e chi le fa e non la polizia che esegue e basta???
    BAH!
    Fra qualche minuto nessuno si ricorderà più nulla e i 3 passeranno guai...scommettiamo???


    - Scritto da: Crazy
    > CIAO A TUTTI
    > finalmente, si iniziano a vedere cose serie
    > contro i DRM, questa notizia, mettera` in luce la
    > ridicolaggine delle attuali leggi in termini di
    > Copyrigh, e sopratutto, fa capire come anche
    > l'utente onesto venga
    > penalizzato.
    > L'utenza, deve avere il diritto di farsi le copie
    > di BackUp di cio` che ha regolarmente comperato,
    > e deve pure avere il diritto di guardarselo su
    > qualunque tipo si supporto
    > Harware/Software.
    > Detto questo, oltre ad incitare il Boicottaggio
    > di tutti i rpodotti che contengono queste
    > tecnologie, mi dichiaro favorevolissimo
    > all'iniziativa di questi Ragazzi, che spero fara`
    > il giusto rumore, ed anche se verranno condannati
    > a pagare le multe citate, sono convinto che molti
    > sostenitori di questa campagna anti-DRM saranno
    > disposti ad aiutarli ap agare le multe, e tra di
    > loro, ci saro` pure Io, ed in se, non sarebbe
    > male iniziare a moltiplicare iniziative di questo
    > tipo per far capire anche alla gente inesperta
    > quanto queste tecnologie vada a penalizzare
    > ingiustamente chi pirata non
    > e`.
    > Speriamo che ora, oltre a manifestazioni Anti-DRM
    > si inizino pure a vedere manifestazioni
    > Anti-TrustedComputing...
    > DISTINTI SALUTI
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 25 settembre 2006 02.12
    > --------------------------------------------------

  • - Scritto da: uguccione500> ...secondo me hanno solo fatto il gioco della
    > polizia e anno evitato loro 3 costose
    > indagini...
    > Rischiano per passare loro per ridicoli
    > nonostante l'iniziativa
    > lodevole...
    > Ma nessuno ha ancora capito che il problema è la
    > legge stessa e chi le fa e non la polizia che
    > esegue e
    > basta???
    > BAH!
    > Fra qualche minuto nessuno si ricorderà più nulla
    > e i 3 passeranno
    > guai...scommettiamo???

    Uguccione, non credo che quando ci si autodenuncia il soggetto che vogliamo interessare sia la polizia.
    Sicuramente tra la polizia e gli auto-denunciati saranno (spero) intercorsi rapporti pacati, educati, cortesi.
    Lo spero, anche se immagino che un corteo di 40 persone schiamazzanti non sarà stato esattamente "riguardoso". Ma non lo so, quindi ipotizzo.
    Quello che si fa, passando attraverso il canale istituzionale di turno, il primo dell'iter (le forze dell'ordine), è mandare un messaggio "al sistema" (ok, so che un po' comica), anche passando per le comunicazioni ai media.
    Quaranta persone che saranno mai?
    Ma ci sono, per fortuna. E tre? Tre persone in tutto? Non sono niente. Ma ci sono e "danno l'esempio", mandano il messaggio in modo diverso dal bofonchiare su un forum.
    I primi a finire in galera per qualsiasi lotta sociale sicuramente sono sempre guardati da parte dei beneficiari come dei "poveri illusi", degli stupidi... "chittelofaffare" eccetera.
    Spesso saranno delle "teste calde" ma è indubbio che tutte le azioni che incidono nel cambiamento hanno qualche forzatura di mezzo, perchè conservare, anche con energia, con determinazione, è comunque più facile che cambiare, in quanto a scelta.

    (Non sempre è giusto cambiare, non sempre è giusto conservare. Ma quello che conosci, lo lasci meno facilmente, di norma.)
  • Secondo me per essere una vera azione dimostrativa e di protesta avrebbero dovuto autodenuciarsi tutti in massa. In tre non concluderanno nulla, finiranno per passare davvero guai, se invece si presentavono in trecento o tremila ...............
    non+autenticato
  • Ciao Crazy,
    scusa la domanda ma tu, cosa fai in merito alla questione? Seguo sempre i tuoi post relativi al DRM/TC di cui ti lamenti e fai propaganda ma i titoli sono sempre un po da ipocrti: "FORZA così. BRAVI dateci dentro". Se la questione ti sta tanto a cuore, perchè non muovi il primo passo in Italia e organizzi tu una manifestazione, fondi un'associazione, ti auto-costituisci o altro?

    Scusa se sono polemico ma vorrei capire, perchè penso sia un po troppo comodo urlare e fomentare con il megafono stando protetti dietro un muro aspettando i benefici di rischi corsi da altri.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ciao Crazy,
    > scusa la domanda ma tu, cosa fai in merito alla
    > questione? Seguo sempre i tuoi post relativi al
    > DRM/TC di cui ti lamenti e fai propaganda ma i
    > titoli sono sempre un po da ipocrti: "FORZA così.
    > BRAVI dateci dentro". Se la questione ti
    > sta tanto a cuore, perchè non muovi il primo
    > passo in Italia e organizzi tu una
    > manifestazione, fondi un'associazione, ti
    > auto-costituisci o
    > altro?
    >
    > Scusa se sono polemico ma vorrei capire, perchè
    > penso sia un po troppo comodo urlare e fomentare
    > con il megafono stando protetti dietro un muro
    > aspettando i benefici di rischi corsi da
    > altri.

    Visto che segui sempre i post di Crazy sai che sono anni che ne parla, ergo fa informazione (di parte, ma quale informazione non lo è?). Ritengo che sia comunque fare qualcosa, ognuno si impegna come può, come sa e come vuole, in poche parole a modo suo, e non esiste a priori un metodo più efficace di un'altro.
    Ciao
  • > Visto che segui sempre i post di Crazy sai che
    > sono anni che ne parla, ergo fa informazione (di
    > parte, ma quale informazione non lo è?). Ritengo
    > che sia comunque fare qualcosa, ognuno si impegna
    > come può, come sa e come vuole, in poche parole a
    > modo suo, e non esiste a priori un metodo più
    > efficace di un'altro.
    >
    > Ciao
    Ma perchè parla in seconda persona? Perchè "dateci" e non "diamoci"? Converrai con me che è troppo comodo dire "ognuno si impegna a modo suo" perchè a parole siamo bravi tutti. Visto che parlare equivale a fare qualcosa, non potremmo mai dire che i governi di questo Paese non fanno nulla dato che parano tutti i giorni (eh si che si chiama parlamento). Anche loro si impegnano a modo loro... ne parlano noh!?!? Attenzione, non voglio offendere nessuno ma se proprio Crazy vuole fare qualcosa, perchè non apre un sito, fa una petizione virtuale, informa in prima persona anzichè piantare post ogni volta che PI tira fuori l'argomento DRM/TC?
    non+autenticato
  • Ma è proprio il Tangui che pensavo, accidenti!
    Davz
    189
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)