Le CPU AMD che sfideranno i Core 2

Tra annunci ufficiosi e indiscrezioni si è delineata in questi giorni la roadmap dei processori con cui, nei prossimi mesi, AMD lancerà il proprio contrattacco ad Intel. Sia sul fronte dual-core che su quello quad-core

Taipei (Taiwan) - È una AMD in visibile affanno quella che oggi, sulla base delle novità annunciate in questi mesi da Intel, sta pianificando le strategie per il futuro. Il chipmaker di Sunnyvale non solo deve fronteggiare l'arrivo sul mercato dei processori Core 2 Duo dell'avversaria, capaci di svettare in quasi ogni benchmark, ma deve già prepararsi alla sfida sulle CPU quad-core, che Intel lancerà tra meno di due mesi.

Per quanto riguarda il mercato dei processori mainstream a doppio core, la roadmap di AMD prevede il rilascio, probabilmente a novembre, di un nuovo core Athlon 64 X2 da 65 nanometri (nome in codice Brisbane). DigiTimes riporta che i nuovi modelli di Athlon dual-core saranno inizialmente tre: il 4000+, con clock di 2,1 GHz, il 4400+, con clock di 2,3 GHz, e il 4800+, con clock di 2,5 GHz. Va fatto notare che le versioni a 90 nm oggi sul mercato, che portano lo stesso numero di modello, si distinguono dai chip Brisbane per la frequenza di clock, inferiore di 100 MHz.

A fronte di questo leggero incremento di clock, le fonti taiwanesi riportano che gli Athlon 64 X2 da 65 nm dovrebbero integrare 1 MB di cache L2 (2 x 512 KB) contro i 2 MB (2 x 1 MB) delle versioni da 90 nm: questa scelta, se confermata, potrebbe penalizzare le performance delle nuove CPU in diversi ambiti applicativi.
La buona notizia, forse la più importante, è che i nuovi processori avranno un consumo massimo (TDP) di 65 watt: seppure questo valore non possa essere raffrontato a quello dei Core 2 Duo, per via del fatto che Intel e AMD misurano il TDP in modo diverso, questa miglioria dovrebbe rendere il rapporto performance/watt delle CPU di AMD decisamente più competitivo.

Entro la fine dell'anno AMD lancerà anche i modelli hi-end 5000+ e 6000+. Il primo, prodotto con un processo a 65 nm, dovrebbe avere un clock di 2,7 GHz e distinguersi dai suoi fratelli per un TDP di 76 watt. Il secondo, prodotto con la vecchia tecnologia a 90 nm, avrà un clock di 3 GHz e una cache L2 di 2 MB: stando alle indiscrezioni, questo chip sarà di fatto un Athlon 64 FX-64 rinominato.

Al contrario di Intel, AMD non ha ancora annunciato le proprie CPU quad-core, ma secondo varie fonti queste non arriveranno prima della metà del prossimo anno: ciò però non significa che, fino ad allora, la mamma dell'Athlon se ne starà con le mani in grembo. L'approccio di AMD al quad-core sarà, almeno inizialmente, multi-socket: in altre parole, per "sommare i core" delle proprie CPU l'azienda non si avvarrà di inteconnessioni a livello di die o package, ma di schede madri dotate di doppio socket. Questa piattaforma, attualmente nota con il nome in codice 4x4, potrebbe arrivare sul mercato in concomitanza con il lancio, da parte di Intel, del suo primo processore quad-core: il Core 2 Extreme QX6700.
112 Commenti alla Notizia Le CPU AMD che sfideranno i Core 2
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)