Firefox fuori da Debian?

Almeno di nome: questo è quanto chiede Mozilla Corporation agli sviluppatori della celebre distro, coinvolgendo anche Ubuntu. Ma i mugugni non mancano

Roma - Lo chiamano The Mozilla Scandal ed è questa una possibile sintesi per descrivere la levata di scudi di una parte della comunità open source contro certe procedure attivate da Mozilla Corporation a "difesa" del nome, del logo ma anche delle modalità di distribuzione e di aggiornamento di Firefox, il celebre browser.

Come annuncia un post di qualche giorno fa di uno sviluppatore della celebre distro Linux Debian, Mozilla Corporation ha chiesto di non usare il nome "Firefox" nella distro (e dunque anche in Ubuntu) perché farlo esula dall'utilizzo previsto da Mozilla in Debian e rientra invece nelle pratiche e procedure previste per l'uso del logo. Se ne parla anche sui forum di Punto Informatico.

L'idea di Mozilla è che o si utilizza il nome Firefox e contestualmente il suo logo oppure non si usa né l'uno né l'altro, e dunque si modifica ad esempio il nome del browser. Una scelta che non è una vera scelta per Debian, in quanto la licenza che copre l'uso del logo non è free.
Per capirne di più, un altro buon punto d'inizio è via Digg.
101 Commenti alla Notizia Firefox fuori da Debian?
Ordina
  • anche se non è proprio in tema volevo sottolineare una cosa che spesso viene indicata come pecca di firefox cioè l'uso di memoria...

    come più volte spiegato FF trattiene la memoria x la sua cache, e la rilascia solo se il sistema la richiede, arrivando a occupare porzioni abbondanti di memoria. e questa è una feature e non un bug.

    molti invece sostengono oche sia un bug perchè altri browser non lo fanno e altri programmi si comportano diversamente.

    bene windows Vista applica la stessa tecnica alla memoria, guardata la Free Physical Memory:

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Vista usa tutta la memoria x la sua cache e non ne lascia libera, così come fa firefox.
    non+autenticato
  • per favore, anche linux ti occupa tutta la ram, ma un conto è che lo faccia il sistema operativo, un conto è che lo faccia un programma a livello user! è ridicolo quello che hai detto!
    non+autenticato

  • >
    > come più volte spiegato FF trattiene la
    > memoria x la sua cache, e la rilascia solo se
    > il sistema la richiede, arrivando a occupare
    > porzioni abbondanti di memoria. e questa è
    > una feature e non un bug.

    magari e' vero che e' una feauture, peccato che si chiama "spreco"
    A cosa serve tenere in memoria tanti di quei dati che gia' hai nella cache su disco?
    E' solo un doppione.

    Esiste il modo per limitare questo numero, almeno quando si chiudono tutte le finestre?



    non+autenticato
  • Non sai di cosa parli.
    Un SO può anche occupare tutta la memoria che vuole poiché sa quando avrà bisogno di altra RAM e sa a quali programmi levarla.
    Un browser non "sa" quando il SO avrà bisogno di memoria e di certo il SO non la richiede a un programma, per cui quello che hai detto è assolutamente infondato dal punto di vista tecnico.

    - Scritto da:
    > anche se non è proprio in tema volevo
    > sottolineare una cosa che spesso viene indicata
    > come pecca di firefox cioè l'uso di
    > memoria...
    >
    > come più volte spiegato FF trattiene la memoria x
    > la sua cache, e la rilascia solo se il sistema la
    > richiede, arrivando a occupare porzioni
    > abbondanti di memoria. e questa è una feature e
    > non un
    > bug.
    >
    > molti invece sostengono oche sia un bug perchè
    > altri browser non lo fanno e altri programmi si
    > comportano
    > diversamente.
    >
    > bene windows Vista applica la stessa tecnica alla
    > memoria, guardata la Free Physical
    > Memory:
    >
    > [img]http://www.codinghorror.com/blog/images/task-
    >
    > Vista usa tutta la memoria x la sua cache e non
    > ne lascia libera, così come fa
    > firefox.
    non+autenticato
  • Firefox è un applicativo, Vista (o Linux o XP o OSX, visto che quello che tu spacci come "feature" copiata da firefox è in realtà qualcosa di comune a tutti i SO moderni) è un SO. Se non capisci quanto questo incida sulle politiche di occupazione della memoria dell'uno e dell'altro ti consiglio un corso sui sistemi operativi.


    - Scritto da:
    > anche se non è proprio in tema volevo
    > sottolineare una cosa che spesso viene indicata
    > come pecca di firefox cioè l'uso di
    > memoria...
    >
    > come più volte spiegato FF trattiene la memoria x
    > la sua cache, e la rilascia solo se il sistema la
    > richiede, arrivando a occupare porzioni
    > abbondanti di memoria. e questa è una feature e
    > non un
    > bug.
    >
    > molti invece sostengono oche sia un bug perchè
    > altri browser non lo fanno e altri programmi si
    > comportano
    > diversamente.
    >
    > bene windows Vista applica la stessa tecnica alla
    > memoria, guardata la Free Physical
    > Memory:
    >
    > [img]http://www.codinghorror.com/blog/images/task-
    >
    > Vista usa tutta la memoria x la sua cache e non
    > ne lascia libera, così come fa
    > firefox.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > fate pure... Fan Windows


    attento a non capitare in mezzo
    non+autenticato
  • Mozilla & Debian avevano gia stipulato un accordo per la quale Debian era autorizzata ad utilizzare SI il nome di Firefox e che poteva fare a meno di utilizzare il suo logo. Debian non poteva utilizzare il logo perche oltre che da Trademark ( un trademark basta accettarlo ed e' una licenza free ) e' coperto anche da un copyright non free.

    Adesso la parte organizzativa che protegge i trademark di mozilla e' variata ( in personale ) e non ritiene + accettabile questo accordo, quindi per l'integrazione del browser con le loro distribuzioni ha richiesto questi punti:
    - Usare Nome & Logo assieme
    - Far validare tutte le eventuali patch direttamente a Mozilla
    - Oppure in alternativa cambiare oltre al logo PURE il nome del browser.

    Quest'ultima e' l'unica alternativa valida per Debian, che rimane cmq interdetta.

    Non ha ragione l'uno ne l'altro... pero ognuno si puo' schierare dalla parte di chi preferisce.

    io personalmente essendo utente di ubuntu mi sento ferito dalla svolta critica di Mozilla nei suoi confronti ( prima amichevole e poi arrogante )

    --
    RYO

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Mozilla & Debian avevano gia stipulato un accordo
    > per la quale Debian era autorizzata ad utilizzare
    > SI il nome di Firefox e che poteva fare a meno di
    > utilizzare il suo logo. Debian non poteva
    > utilizzare il logo perche oltre che da Trademark
    > ( un trademark basta accettarlo ed e' una licenza
    > free ) e' coperto anche da un copyright non
    > free.
    >
    > Adesso la parte organizzativa che protegge i
    > trademark di mozilla e' variata ( in personale )
    > e non ritiene + accettabile questo accordo,
    > quindi per l'integrazione del browser con le loro
    > distribuzioni ha richiesto questi
    > punti:
    > - Usare Nome & Logo assieme
    > - Far validare tutte le eventuali patch
    > direttamente a
    > Mozilla

    Credo che questa sia la soluzione migliore... visto il tempo che Debian e derivate ci mettono a rilasciare le patch... perché perdere tempo a fare lo stesso lavoro in 10 quando lo fanno già benissimo alla Mozilla? Bah

    > - Oppure in alternativa cambiare oltre al logo
    > PURE il nome del
    > browser.
    >
    > Quest'ultima e' l'unica alternativa valida per
    > Debian, che rimane cmq
    > interdetta.
    >
    > Non ha ragione l'uno ne l'altro... pero ognuno si
    > puo' schierare dalla parte di chi
    > preferisce.
    >
    > io personalmente essendo utente di ubuntu mi
    > sento ferito dalla svolta critica di Mozilla nei
    > suoi confronti ( prima amichevole e poi arrogante)

    Anche io sono utente Debian, Kubuntu per la precisione, ma sto con la Mozilla! Comunque rispetto anche le altre posizioni, l'open-source è bello anche per questo!
    non+autenticato


  • > visto il tempo che Debian e derivate ci mettono a
    > rilasciare le patch... perché perdere tempo a
    > fare lo stesso lavoro in 10 quando lo fanno già
    > benissimo alla Mozilla?
    > Bah

    Il problema è la licenza di Debian: loro vogliono solo roba opensource al 100% tanto è vero che se installi debian, il flash player te lo devi infilare da solo. Per fortuna che con firefox basta cliccare sul puzzle altrimenti sai quanti post troveresti in giro di gente "aaahh non vedo le animazioni su linux" con successiva risposta "apri il terminale, digita, fa, prega, incrocia le dita, compila..."
    non+autenticato

  • > - Far validare tutte le eventuali patch
    > direttamente a
    > Mozilla

    Su questo punto dò ragione a Mozilla: open source o non open source avere un controllo diretto con ultima parola sull'uscita di una patch permette non di perdere mai le redini dello sviluppo, a differenza di quello che succede in linux
    non+autenticato
  • Debian ha proprio rotto, basta vedere cosa sta succedento per la prossima release, si mettono a litigare perché per accelerare la release è stato proposto di pagare un gruppo di sviluppatori per il tempo pieno che dovranno dedicare... sono questi atteggiamenti talebani che danneggiano l'immagine di Linux e fanno sì che molte aziende ne stiano alla larga.
    non+autenticato
  • Tra i moderati e i fanatici....ecco cos'è! Dietro a questa cazz*ta ci sono loro: la OpenSource Initiative (www.opensource.org) e quei fanatici della Free Software Foundation (www.fsf.org), ossia il vero cancro per linux e l'opensource! E' brutto quando la politica e l'ideologia diventano muri insormontabili!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)