Universal si lancia sui DVD all'impronta

Accordo con CinemaNow: un numero crescente di film del produttore saranno disponibili nei negozi come DVD e via Internet come file acquistabili e masterizzabili

Los Angeles (USA) - Continua veloce la corsa del maggiore tra gli studios hollywoodiani verso nuovi modelli di business, e l'ultimo coniglio estratto dall'opulento copricapo di Universal sta sollevando una certa attenzione. Si tratta di un singolare accordo stretto con CinemaNow che potrebbe trasformare il mercato della distribuzione di film.

A partire dall'ennesimo episodio della "saga" Fast and Furious, i fan potranno comprare in Internet il file con il film masterizzabile su DVD lo stesso giorno in cui il DVD ufficiale verrà messo in commercio tramite la rete di distribuzione tradizionale. Ma sarà solo il primo di una serie.

L'idea di Universal si appoggia ad una piattaforma, quella di CinemaNow, che da tempo cerca di irretire il pubblico americano con il download legale di film e che è da sempre concepita come un potenziale nemico dai retailer tradizionali: i negozi che vendono DVD hanno evidentemente tutto da perdere da una distribuzione contestuale via Internet degli stessi contenuti.
Universal rischia quindi di tirarsi addosso le ire di qualche grossa catena di distribuzione, e qualcuno parla di un'insofferenza già evidenziata da Wal-Mart, ma lo studios da tempo sembra aver deciso di sperimentare senza più perdere tempo le nuove vie del digitale.

Ciò che può lasciar perplesso qualcuno è il prezzo del file: per i primi film che saranno messi a disposizione in questo modo, e che quindi richiederanno per una piena fruizione la masterizzazione su DVD, Universal chiederà 9,99 dollari a download. Considerando l'assenza di vere spese di distribuzione e di qualsiasi supporto fisico, c'è chi ritiene questo prezzo troppo elevato per garantire il successo dell'iniziativa. Tanto più che pellicole di questo genere, come noto, sono spesso disponibili via P2P pochi giorni dopo l'uscita nella sale, se non, in qualche caso, addirittura prima. E il costo per chi le scarica illegalmente, com'è ovvio, è vicino allo zero assoluto.
18 Commenti alla Notizia Universal si lancia sui DVD all'impronta
Ordina
  • e meglio ancora in DVX cosi si scarica piu' agevolmente, poi se piace proprio tanto si va in negozio e si compera l'originale in alta definizione e magari con lo sconto dei 2 dollari gia' pagati.

    certo che un negozio che faccia il pieno di cagate avrebbe poche speranze.

    tutto sta a vedere se la piantano di cercare di infinocchiare il pubblico proponendo schifezze. per il momento non mi pare proprio e forse la divulgazione dei materiali tramite internet e' dannosa per i pataccari ma dubito colpisca chi produce film e musica di qualita'.
    non+autenticato
  • cioè io mi scarico legalmente il dvd che PAGO e lo masterizzo su un DVD-R, poi viene la finanza a casa e mi sequestra tutto, come faccio a dimostrargli che è legale visto che non c'è il bollino siae?
    non+autenticato
  • La SIAE con i suoi bollini ha già rotto i c******i a tantissima gente! E' uno schifo, ricordate la storia della multa fatta in occasione di una festa d bambini bielorussi? Speriamo che arrivi presto la possibilità di intentare una class action, così porteremo via a questa società vergognosa perfino le mutande.


    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > cioè io mi scarico legalmente il dvd che PAGO e
    > lo masterizzo su un DVD-R, poi viene la finanza a
    > casa e mi sequestra tutto, come faccio a
    > dimostrargli che è legale visto che non c'è il
    > bollino
    > siae?

    ovviamente sara DRM
    non+autenticato
  • con la lista dei movimenti della carta di credito, ad esempio
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > con la lista dei movimenti della carta di
    > credito, ad
    > esempio
    per quando avranno provato tramite questo controllo sara uscito il seguito IX il ritorno 5 di quel film
    non+autenticato
  • io che ho l'adsl a 70 kb al secondo col cavolo che posso scaricarmi 4,5 giga di dati. questo lo potranno fare solo quelli che viaggiano a tot. mega al secondo
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > io che ho l'adsl a 70 kb al secondo col cavolo
    > che posso scaricarmi 4,5 giga di dati. questo lo
    > potranno fare solo quelli che viaggiano a tot.
    > mega al
    > secondo

    Richiede 15 ore scaricare un DVD con la 640Kbps. Non è poi tanto.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > io che ho l'adsl a 70 kb al secondo col cavolo
    > > che posso scaricarmi 4,5 giga di dati. questo lo
    > > potranno fare solo quelli che viaggiano a tot.
    > > mega al
    > > secondo
    >
    > Richiede 15 ore scaricare un DVD con la 640Kbps.
    > Non è poi
    > tanto.
    ah no? fatti un calcolo di luce e consumi
    non+autenticato
  • Senza stare a sindacare se il prezzo è alto o basso, mi pare che sia comunque un'iniziativa che va nel verso giusto. Uno paga (chi offre un bene o servizio è giusto che sia pagato) si scarica il film che vuole e lo può masterizzare quante volte gli aggrada senza doversi sbattere per scaricare l'ultimo crack per la protezione.
    Bravi!
  • Sono d'accordo, anche se almeno 1$ in meno ci poteva stare, se non altro per le spese di masterizzazione (peraltro frequenti vista la durata dei DVD scrivibili).

    Tuttavia questo vale per gli USA, perchè sono certo che per le distribuzioni Europee (e quella italiana ancor di più) il prezzo sarà ben più alto.

    non+autenticato
  • Già, questa assomiglia ad una iniziativa sensata. Ci sono due problemi di fondo, però:

    se per caso perdi il file (virus, format) e vuoi rimasterizarti il dvd? Spero non sia da pagare di nuovo...
    non ci nsarà davvero nessun'altra protezione oltre a quella standard dei dvd?

    Per il resto, l'idea è assolutamente buona (come quella di eMusic).
    non+autenticato
  • ma che state dicendo, i film online esistono da anni, è proprio il prezzo il pomo della discordia nella vendita sulla rete: certo la novità è l'uscita in contemporenea, ma se lo fai pagare 10$ le vendite saranno minime se non nulla e a nulla serve dire è un inizio.....iniziano sbagliando, e visto che sicuramente non conoscete il vero prezzo che dovrebbe avere un film (il prezzo varia da film a film conteggiando tutte le spese, esiste un'ufficio appositoSorride ma non'è minimamente vicino a quello proposto) perchè nessuno pagherà tutti quei soldi sapendo che lo può trovare a molto meno, che potrebbe non valerli (e non li vale: solo per il signore degli anelli 2 hanno guadagnato + di 500 milioni $ quando TUTTI e 3 sono costati 300 fatevi i calcoli e ragioniamo se dobbiamo riempirgli il culo solo perchè se lo vogliono riempire sempre +) e che potrebbe corrompersi durante il download (l'acquisto è contemporaneo all'uscita giusto? Ma se il film è una cagata, il che è probabile visti i sequel, ma opinione pers, o se è corrotto o cade la linea mi torni i soldi o me lo fai riscaricare? Vi rispondo io: ste p***e). Se il prezzo non fosse superiore ai 4$ si potrebbe imbastire un discorso ma altrimenti....(ricordo che 10$ sono quasi 20mila lire e non mi ricordo che le persone acquistassero DVD-cd a 20 mila lire con il sorriso sulle labbra)
    non+autenticato
  • Ma e' comunque cosa buona.
    Fara' concorrenza ai DVD "fisici" che dovranno per forza scendere di prezzo, specie se accanto ai film in "prima visione" cominciano a far capolino anche le versioni "economiche" a 4.99 e 1.99.

    E se poi ci sta' il solito filtro per vendere agli europei a x.99 eur anziche' $... be' i gestori del servizio potranno sempre dire che gli europei sono una massa di pirati.

    >GT<
  • Mah, io non conosco il servizio se non quel che si legge nell'articolo, e non so rispondere alle tue domande su eventuali problemi che possono insorgere durante o dopo il download. In linea di massima se vogliono mettere su un businnes del genere penso abbiano previsto tali eventualità.
    Sul fatto poi che con i film le case di produzione e distribuzione ci guadagnino troppo si potrebbe parlare molto ma rimane il fatto che, ripeto, secondo me chi offre un bene deve essere pagato e se ti sembra troppo nessuno ti obbliga ad acquistarlo.
    Ciao



    - Scritto da:
    > ma che state dicendo, i film online esistono da
    > anni, è proprio il prezzo il pomo della discordia
    > nella vendita sulla rete: certo la novità è
    > l'uscita in contemporenea, ma se lo fai pagare
    > 10$ le vendite saranno minime se non nulla e a
    > nulla serve dire è un inizio.....iniziano
    > sbagliando, e visto che sicuramente non conoscete
    > il vero prezzo che dovrebbe avere un film (il
    > prezzo varia da film a film conteggiando tutte le
    > spese, esiste un'ufficio appositoSorride ma non'è
    > minimamente vicino a quello proposto) perchè
    > nessuno pagherà tutti quei soldi sapendo che lo
    > può trovare a molto meno, che potrebbe non
    > valerli (e non li vale: solo per il signore degli
    > anelli 2 hanno guadagnato + di 500 milioni $
    > quando TUTTI e 3 sono costati 300 fatevi i
    > calcoli e ragioniamo se dobbiamo riempirgli il
    > culo solo perchè se lo vogliono riempire sempre
    > +) e che potrebbe corrompersi durante il download
    > (l'acquisto è contemporaneo all'uscita giusto? Ma
    > se il film è una cagata, il che è probabile visti
    > i sequel, ma opinione pers, o se è corrotto o
    > cade la linea mi torni i soldi o me lo fai
    > riscaricare? Vi rispondo io: ste p***e). Se il
    > prezzo non fosse superiore ai 4$ si
    > potrebbe imbastire un discorso ma
    > altrimenti....(ricordo che 10$ sono quasi 20mila
    > lire e non mi ricordo che le persone
    > acquistassero DVD-cd a 20 mila lire con il
    > sorriso sulle
    > labbra)
  • Guarda che le tracce sono protette con il nuovo megasuperultrastrfigo metodo di protezione, per la cui rimozione basta uno dei tanti programmini disponibili in rete.
    non+autenticato