Batterie Sony, la debacle è globale

Assediata dagli annunci di batterie guaste e di ritiri di massa da parte dei propri partner, Sony ha deciso di farsi avanti e annunciare un programma di ritiro dei prodotti a rischio senza precedenti

Tokyo - Preso atto della reale portata del problema tecnico che affligge certe sue batterie, e che ha già costretto alcuni noti produttori di notebook a richiamare le unità difettose, Sony ha deciso di lanciare un programma di ritiro globale. L'obiettivo è togliere dalla circolazione tutte quelle batterie che, per un difetto di produzione, possono surriscaldarsi e innescare pericolosi principi d'incendio.

Facendosi carico dei costi dell'iniziativa, Sony si è offerta di sostituire gratuitamente tutte le batterie potenzialmente guaste. Il richiamo sarà organizzato insieme ai singoli partner, e potrebbe arrivare a coinvolgere, oltre ad Apple, Dell, Toshiba e Lenovo/IBM, anche Hitachi, Sharp, Fujitsu e la stessa Sony. Nessuna fonte fa invece menzione di HP, che pure utilizza batterie Sony.

"Sony ha avviato questo programma di ritiro globale con lo scopo di salvaguardare la tranquillità degli utenti, e non come conseguenza del richiamo di Lenovo", ha tenuto a precisare un portavoce giapponese dell'azienda.
In concomitanza con l'iniziativa di Sony, Toshiba e Dell hanno annunciato di aver incrementato il numero di batterie richiamate, ora rispettivamente di 830mila e 4,2 milioni di esemplari. Gli utenti sono nuovamente invitati a verificare che i loro notebook non siano fra quelli potenzialmente a rischio.

Fujitsu ha già comunicato l'intenzione di collaborare con Sony alla sostituzione delle batterie difettose, che l'azienda utilizza in 19 diversi modelli di laptop: nel momento in cui si scrive, però, Fujitsu non ha ancora fornito alcuna stima sul numero di accumulatori richiamati. Anche così, il numero di batterie di Sony che sono oggetto del richiamo supera i 7 milioni di unità: gli osservatori affermano che nei prossimi mesi questo numero potrebbe sfiorare, se non persino superare, i 10 milioni.

Se è vero che quello delle batterie per notebook rappresenta un business del tutto marginale per Sony, gli analisti affermano che i problemi sofferti in questo settore possono compromettere l'immagine dell'intero gruppo giapponese: qualcosa di simile rischia di accadere anche nel comparto entertainment, dove Sony è stata costretta a posticipare il lancio europeo della PlayStation 3 e ridimensionare il numero di console che debutteranno in Giappone e USA.
60 Commenti alla Notizia Batterie Sony, la debacle è globale
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)