Un supercomputer di... schede grafiche

PeakStream ha lanciato una piattaforma software commerciale che permette alle aziende di creare supercomputer virtuali basati su configurazioni economiche di CPU e processori grafici

Redwood City (USA) - Negli ultimi anni i PC sono divenuti sistemi sempre più appetibili per l'high performance computing (HPC), e questo grazie soprattutto alla possibilità di utilizzarli per allestire supercomputer a buon mercato. Supercomputer che oggi possono sfruttare non più soltanto la potenza di calcolo delle CPU ma anche quella dei processori grafici (GPU) che equipaggiano le moderne schede video.

Sebbene già altre aziende, in questi anni, abbiano sperimentato l'uso delle GPU per accelerare applicazioni diverse da quelle grafiche, la start-up PeakStream è tra le prime ad aver introdotto una soluzione commerciale dedicata.

Chiamato PeakStream Platform, il software della società californiana permette di creare un supercomputer sfruttando la potenza di calcolo aggregata delle CPU multi-core, delle GPU e dei processori Cell. Sebbene PeakStream prometta di rendere l'operazione assai più semplice che in passato, per costruirsi il proprio monster di calcolo personale occorre avere buone conoscenze di programmazione e disporre del codice delle applicazioni che si desidera accelerare.
PeakStream PlatformPeakStream Platform si compone di API in C e C++ che gli sviluppatori possono richiamare dalle proprie applicazioni per accedere alle risorse di calcolo di un cluster virtuale formato da CPU multi-core, GPU o una combinazione di questi chip: le API permettono di scegliere quale tipo di funzioni matematiche si desidera eseguire, dopodiché la macchina virtuale richiama delle librerie pre-compilate di software matematici. Attualmente gli unici processori grafici supportati sono quelli di ATI.

PeakStream sostiene che il proprio software può accelerare le applicazioni scientifiche, ingegneristiche o finanziarie fino a 20 volte rispetto ad un sistema a singola CPU. Del resto una GPU di ultima generazione, come la Radeon X1950, è in grado di eseguire i calcoli matematici in virgola mobile con velocità dalle 7 alle 20 volte superiori a quelle di un tradizionale processore dual-core x86. In modalità dual-card (CrossFire per ATI e SLI per Nvidia) il divario diviene ancor più impressionante.

L'azienda conta di vendere la propria piattaforma di HPC nel settore dei petroli, della ricerca scientifica, dell'ingegneria e dell'analisi finanziaria. Il software, che può essere richiesto in versione valutazione, ha un costo che parte da circa 2.000 dollari per singolo nodo di calcolo.

Le piccole dimensioni e la giovane età (meno di due anni) di PeakStream non devono trarre in inganno: la società è infatti guidata da ex dirigenti di Sun, Nvidia, VMware e Network Appliance.
21 Commenti alla Notizia Un supercomputer di... schede grafiche
Ordina
  • Che giramento di balle che mi è venuto leggendo l'articolo!
    Far fare calcoli alle schede video per software che chissà mai chi userà...e porca zoccolona... accelerare 3DStudio, Maya, Lightwave nei rendering coi calcoli delle GPU non lo fa ancora nessuno? Tutto in mano al processore????? MA VAAAAA!!! Arrabbiato
    non+autenticato
  • possibile che non esista qualcosa di simile free e facile da configurare?
    non+autenticato
  • e no, free ti danno vim se vuoi le cose putenti le devi pagare. I programmatori ed i matematici che hanno lavorato a questa roba vogliono essere pagati in soldi cash non in gloria ed applausi
    non+autenticato
  • Cazzate, avevano scritto un software per Linux che usava la GPU delle schede nvidia per eseguire calcoli fisici e quel particoalre caso calcolare l' esplosione di una supernova e i moti interni di una stella con una velocita' 20 volte superiore a quello che la sola cpu del computer poteva fare, non ricordo il nome di quale software, era cmq qualcosa legato alla fisica e all' astronomia.
    non+autenticato

  • > Cazzate, avevano scritto un software per Linux
    > che usava la GPU delle schede nvidia

    Confermo; recentemente ho assistito ad un talk in una conferenza di geologia matematica in cui un'americana spiegava di aver utilizzato questo progetto per i calcoli intensivi di cui aveva bisogno. Non credo sia un progetto sourceforge, ma open lo è quasi sicuramente. Adesso googlo un po' per vedere cosa trovo (mi pare di ricordare lawrence livermore labs...)

    scionforbai
    non+autenticato
  • > Adesso googlo un po'

    Ecco qua: Kuzma, Rector, Bremer, "Seismic interpretation using Support Vector Machines implemented on Graphics Processing Units", iamg 2006, Liegi, Belgio, 3-8 Settembre 2006 (http://www.geomac.ulg.ac.be/iamg06/).

    Non ho trovato in linea abstract e/o articolo/slides, ma si possono cercare
    non+autenticato
  • > Ecco qua: Kuzma, Rector, Bremer, "Seismic
    > interpretation using Support Vector Machines
    > implemented on Graphics Processing Units", iamg
    > 2006, Liegi, Belgio, 3-8 Settembre 2006
    > (http://www.geomac.ulg.ac.be/iamg06/).
    >
    > Non ho trovato in linea abstract e/o
    > articolo/slides, ma si possono
    > cercare
    Quindi niente freeArrabbiato
    non+autenticato

  • > Quindi niente freeArrabbiato

    Non ho detto questo!
    Io mi riferivo agli atti della conferenza, che non ho sotto mano e di cui non ho trovato copia online.
    Al contrario, mi sembra di ricordare che il progetto software che sfruttava la GPU fosse open, o comunque non commerciale, e che la ricercatrice che teneva il talk esortasse a contattare lo sviluppatore dando link o email. Se trovo il cd con abstract e articoli forse posso essere più preciso, altrimenti si può scrivere una mail alla signora Anderson Kuzma chiedendo lumi.

    scionforbai
    non+autenticato
  • > possibile che non esista qualcosa di simile free
    > e facile da
    > configurare?
    Si chiama dev/brain accendilo qualche voltaA bocca aperta
    non+autenticato
  • ...il problema si risolverebbe eliminando queste CPU AMD/INTEL x86 o x86_64 miste CISC/RISC e mettendo qualcosa di più performante.
    Tanto prima o poi bisognerà cambiare tutto, no?
    Si sa già che i software attuali andranno alla stessa velocità emulati, ma su hardware migliore.
    CPU(migliori) e GPU, su un supporto hardware che facciano funzionare tutto insieme....

    Questo sarà l'unico vero supercomputer... Geek

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ...il problema si risolverebbe eliminando queste
    > CPU AMD/INTEL x86 o x86_64 miste CISC/RISC e
    > mettendo qualcosa di più performante.
    >

    No, le dsp rimarranno sempre più veloci in questi ambiti

    > Tanto prima o poi bisognerà cambiare tutto, no?

    Non è detto, sarebbe bello ma non è detto

    > Si sa già che i software attuali andranno alla
    > stessa velocità emulati, ma su hardware
    > migliore.

    seeh, magari!

    > CPU(migliori) e GPU, su un supporto hardware che
    > facciano funzionare tutto
    > insieme....
    >
    > Questo sarà l'unico vero supercomputer... Geek
    >

    Imho ci si sta piuttosto asintoticamente avvicinando ad un punto in cui l'architettura potenzialmente migliore, nello stesso ambito general purpouse degli attuali x86, e gli attuali processori x86 consumer e prosumer avranno una differenza prestazionale minima, irrilevante. Tutta la differenza consisterà in un progetto più complesso e più esoso di energia, a parità di prestazioni, ma, prima che questo diventi davvero un problema non affrontabile più con strategie diverse dal cambio di isa e microarchitettura della cpu, ce ne vorrà, forse a quel punto avranno già sviluppato i chip ottici....

  • - Scritto da:
    > ...il problema si risolverebbe eliminando queste
    > CPU AMD/INTEL x86 o x86_64 miste CISC/RISC e
    > mettendo qualcosa di più performante.
    >
    > Tanto prima o poi bisognerà cambiare tutto, no?
    > Si sa già che i software attuali andranno alla
    > stessa velocità emulati, ma su hardware
    > migliore.
    > CPU(migliori) e GPU, su un supporto hardware che
    > facciano funzionare tutto
    > insieme....
    >
    > Questo sarà l'unico vero supercomputer... Geek
    >

    CELL is the answer
    non+autenticato
  • > CELL is the answer
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > CELL is the answer
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    che ridi?
    guarda che come processore è davvero ottimo:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Cell_(microprocessor)

    se poi sei uno di quei bambocci fanboy che quando si parla di Cell subito lo associ alla (stupida)guerra plaistascion 3 VS xscatola2Pi...allora non hai capito un bel razzo...

    bha, ma che rispondo a fare....
    non+autenticato
  • > - Scritto da:
    > > > CELL is the answer
    > > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    >
    > che ridi?

    Rido perchè il successo di un processore non ha niente a che fare con le sue qualità!

    bha, ma che rispondo a fare se non ci arrivi da solo...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > - Scritto da:
    > > > > CELL is the answer
    > > > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    > >
    > > che ridi?
    >
    > Rido perchè il successo di un processore non ha
    > niente a che fare con le sue
    > qualità!

    ah, allora se ne può discutere, sai!
    ...uno che esordisce con una serie di rotfl non è che argomenti troppo a dia un'immagine favorevole alla discussione,IMHO!

    > bha, ma che rispondo a fare se non ci arrivi da
    > solo...

    no, ho presente quello che dici: l'esempio più classico è la VHS...

    effettivamente è il marketing a decidere, non la bontà del prodotto!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ...il problema si risolverebbe eliminando queste
    > CPU AMD/INTEL x86 o x86_64 miste CISC/RISC e
    > mettendo qualcosa di più performante.
    >
    > Tanto prima o poi bisognerà cambiare tutto, no?
    > Si sa già che i software attuali andranno alla
    > stessa velocità emulati, ma su hardware
    > migliore.
    > CPU(migliori) e GPU, su un supporto hardware che
    > facciano funzionare tutto
    > insieme....
    >
    > Questo sarà l'unico vero supercomputer... Geek
    >

    Ma le GPU da quando riescono a eseguire i
    calcoli in virgola mobile a 64bit (intesi
    come 53 di mantissa)? Mi sembrava invece
    che fossero limitati ai 32bit.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > ...il problema si risolverebbe eliminando queste
    > > CPU AMD/INTEL x86 o x86_64 miste CISC/RISC e
    > > mettendo qualcosa di più performante.
    > >
    > > Tanto prima o poi bisognerà cambiare tutto, no?
    > > Si sa già che i software attuali andranno alla
    > > stessa velocità emulati, ma su hardware
    > > migliore.
    > > CPU(migliori) e GPU, su un supporto hardware che
    > > facciano funzionare tutto
    > > insieme....
    > >
    > > Questo sarà l'unico vero supercomputer... Geek
    > >
    >
    > Ma le GPU da quando riescono a eseguire i
    > calcoli in virgola mobile a 64bit (intesi
    > come 53 di mantissa)? Mi sembrava invece
    > che fossero limitati ai 32bit.

    Le SSE2/SSE3/SSE4 eseguono calcoli fino a 128bit a singola precisione.
    Comunque è possibile aumentare la precisione dei calcoli accoppiando gli indirizzi....
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > CPU(migliori) e GPU, su un supporto hardware che
    > facciano funzionare tutto
    > insieme....

    > Questo sarà l'unico vero supercomputer... Geek

    Praticamente stai parlando di Amiga...

    Fan AmigaFan AmigaFan AmigaFan Amiga
    non+autenticato
  • hai detto un nonsenso.
    non+autenticato