Net.art, DNA e sistemi di controllo

Comunicato

Roma - È stata annunciata in questi giorni una nuova performance dell'artista Marco Villani, un'operazione di net.art che si basa su uno scambio tra DNA ed idee.

Nell'ambito di una ricerca sui concetti di identità e biopolitica Villani ha fatto analizzare il proprio DNA, sperimentando su di sé i dispositivi di controllo della vita e oggettivazione del corpo. "In base ad una idea di Privacy che equivale alla visibilità totale - si legge nelle pagine della performance - qui di seguito è pubblicata la decifrazione del mio DNA (...)".

Chiunque voglia partecipare a questa operazione può scaricare il DNA e il testo in accompagnamento dal sito dedicato, sezione DNA, e spedire una riflessione all'indirizzo marco@marcovillani.net.
"Le mail pervenute - annuncia Villani - costituiranno un insieme di linguaggi destinati ad una pubblicazione".