Un'EULA anche per i gatti?

Ci pensa la ditta che realizza quelli anallergici e sterili, mici postnucleari tutto peli e carineria

Roma - La notizia arriva nientemeno che dal New York Times e parla della "licenza d'acquisto" dei gatti prodotti dalla società Allerca, mici che hanno già vinto la ribalta perché sono selezionati per non provocare allergie, e vengono venduti "già" incapaci di riprodursi.

La particolarissima licenza, di cui si fa un gran parlare in rete perché ricorda l'EULA (End User License Agreement) di molti prodotti informatici, afferma:

"L'acquirente non venderà né trasferirà alcun gatto acquistato a nessuno con l'eccezione di un membro diretto della propria famiglia, e non offrirà ad alcuno di acquistare un gatto né materiale genetico del gatto, né potrà vendere i diritti acquisiti con questo acquisto o qualsiasi diritto collegato senza espressa autorizzazione scritta dell'azienda".
Il motivo per cui questi mici da 4mila dollari l'uno vengono consegnati senza la capacità di riprodursi diventa improvvisamente chiaro.
86 Commenti alla Notizia Un'EULA anche per i gatti?
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)