HD DVD abbraccerà i codici regionali?

A partire dal prossimo anno DVD Forum potrebbe introdurre anche nello standard HD DVD il controverso sistema dei codici regionali, nato con i DVD e già adottato dallo standard rivale Blu-ray

Roma - Il DVD Forum, consorzio che sviluppa e promuove gli standard DVD e HD DVD, sta considerando con molto interesse l'opportunità di introdurre anche nello standard HD DVD i famigerati codici regionali: ciò significa che a partire dal prossimo anno i film venduti in Giappone o negli Stati Uniti potrebbero non essere più compatibili con le ultime generazioni di lettori europei.

Un gruppo di lavoro dell'organizzazione sta lavorando ad un nuovo sistema di localizzazione regionale, simile a quello già implementato nei DVD video, che il prossimo anno verrà proposto come specifica standard di HD DVD: ciò significa che tutti i drive certificati HD DVD dovranno obbligatoriamente implementare i codici regionali.

Come per lo standard Blu-ray, il sistema prevederà una suddivisione in quattro aree geografiche: Americhe, Asia, Eurafrica e Cina. La Repubblica Popolare Cinese dovrebbe quindi costituire una regione a se stante. I lettori che supporteranno il nuovo region-code system saranno esclusivamente compatibili coi film distribuiti nelle rispettive aree di competenza: ad esempio, i dischi progettati per la zona A non saranno compatibili coi riproduttori HD-DVD appartenenti alla zona B.
La decisione del DVD Forum delude le aspettative dei consumatori, che da tempo chiedono a gran voce il diritto di poter acquistare i propri DVD all'estero, anche grazie agli ormai numerosissimi shop su Internet. Nell'epoca della rete e della globalizzazione i codici regionali appaiono agli occhi degli utenti come qualcosa di stantìo e artificioso e, come sottolineano in tanti, poco rispettoso dei consumatori.
15 Commenti alla Notizia HD DVD abbraccerà i codici regionali?
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)