Harry Potter, il web e le forze del male

di Massimo Mantellini. Cosa chiede Warner Bros a questi adolescenti con la passione per il web e per la lettura? Le lettere che ha spedito parlano chiaro: nessuno deve registrare domini che rimandano ad Harry Potter

Web - Sono anch'io un fan di Harry Potter, il ragazzino apprendista mago uscito dalla penna di J.K Rowling e nel giro di pochissimi anni divenuto l'idolo degli adolescenti di mezzo mondo. Forse è anche per questo che questa storia mi infastidisce. Parlo delle lettere che Warner Bros ha spedito nelle ultime settimane a Claire Field, a Catherine Chang, a Sung e ai fratelli Ross e Peter e a chissà chi altri.

Chi sono costoro? Claire è la teenager inglese intestataria del dominio harrypotterguide.co.uk. Catherine, che di anni ne ha solo 15, a Singapore ha aperto il sito web harrypotternetwork.net, mentre Sung, di harrypotterFAQ.com, è una dodicenne: Ross e Peter, rispettivamente proprietario e webmaster di harrypotter-world.com, sono invece un po ' più vecchi: hanno 13 anni.

Cosa chiede Warner Bros a questi adolescenti con la passione per il web e per la lettura? Le lettere che i legali del gigante dell'intrattenimento statunitense hanno spedito loro in queste ultime settimane parlano chiaro: nessuno deve registrare domini che rimandano ad Harry Potter e alle sue fortunatissime avventure, perché ciò causerebbe - dicono gli avvocati con una espressione molto efficace - una "diluizione della proprietà intellettuale" e creerebbe confusione nei consumatori. La Warner si offre di ricomprare i domini e ingiunge la chiusura dei siti entro 28 giorni.
Sono certo che il commento di Harry sarebbe in questo caso uno solo: Babbani! (Babbani è il termine usato per definire tutti coloro che non posseggono poteri magici). Comunque sia, si tratta della riproposizione di un problema che non sembra avere ancora trovato soluzione.

E ' giusto che la protezione del marchio si estenda tanto ampiamente interessando situazioni e attività che non hanno alcuna connotazione commerciale o concorrenziale? Quali sono i limiti oltre i quali la tutela dei propri interessi economici possa essere considerata "trascurabile" nei confronti di altri "diritti" non meno importanti e non meno estesi quale quello alla libera circolazione delle informazioni?
TAG: censura
9 Commenti alla Notizia Harry Potter, il web e le forze del male
Ordina
  • Dopo (o prima?) la faccenda dei siti del Milan... anche questo...
    Che schifo!!!!
    Che schifo!!!!
    Sono profondamente schifato dal mondo ottuso del commercio.
    non del commercio-e-basta.

    Cavolo, commerciare è normale.

    Ma è terribile che questa gente si infuri perché li lodi!

    Davvero la Rowlings non vuole?
    Davvero crede di perdere popolarità?

    non credo.

    E' la warner bros che ha paura che tu esca dal suo inutile e mortale sito, per passare a quello di un VERO fan. I siti VERAMENTE interessanti, con notizie sentite, con disegni fatti dai bambini e da illustratori appassionati di tutto il mondo!

    La mia ragazza ha illustrato quasi tutto Harry Potter 1, così perché gli piaceva. Ha finito poco tempo fa... e il suo mestiere è illustrare.
    Avrebbe volentieri tenuto una mostra a tema (senza guadagnarci) in una libreria.
    Alla fine ci avrebbe guadagnato solo Harry Potter e la passione per quel libro.
    Invece ho letto questo articolo. SOlo oggi... eppure mi è bastato per tagliare le gambe alle buone intenzioni.

    Si vede che in privata sede cui godremo dei veri sentimenti.
    Si vede che in pubblico il buon senso fa schifo.

    Grazie per averci messi in guardia comunque, Mantellini!
    Ciao!!!

    non+autenticato
  • Singolare come i commenti oscillino spesso su livell iche non hanno nulla a che fare con il contenuto degli articoli. Anche il mio, evidentemente - mi andrebbe di emettere una reprimenda nei confronti di quel simpatico pisquano che ha lasciato il primo messaggio e non ha saputo far altro che lanciare un'invettiva futile nei confronti dell'autore.
    Passiamo oltre.
    non+autenticato
  • .... e come al solito "i potenti" di turno
    vorrebbero mettere le mani sullà LIBERTA' DELLA RETE.

    La WB. dice che è disposta a comprare i domini
    per poi disattivarli entro e non oltre 28 gg.
    dalla ricezione della loro proposta ?

    Bene, io dico a quei ragazzi:
    vendete i vostri domini a 100.000 dollari
    e poi 2.000 $ li reinvestiste negli stessi dominii

    con combinazioni differenti
    e 98.000 $ li versate in banca sul Vostro c/c....

    il mese successivo la WB. vi ricontattera'
    e RIVENDERERE alla WB. i nuovi dominii
    e cosi' avrete un nuovo affare per le mani.

    CHE PROBLEMA C'E'?
    Occhiolino
    non+autenticato
  • Mi da' fastidio pensare che il mondo debba girare secondo gli interessi economici delle multinazionali, quali che siano.
    Mi da' fastidio pensare che i sogni siano oscurati dalle banconote.
    non+autenticato
  • quello che mi stupisce sempre e' la stupidita'delle multinazionali che aumenta all' aumentare di dimesione delle stesse
    possibile che la WB non capisca che questi siti sono solo delle pubblicita' del prodotto, in quanto attestano alla gente che altri hanno la loro passione e quindi favoriscono la diffusione?
    Come pensano si sentana quei ragazzini e tutti quelli che sentono questa notizia?
    Io non conosco il personaggio, ho una bimba di sei anni, e sicuramente da oggi andando in libreria e vedendo un libro della serie diro' "ah, e' quel personaggio di quegli antipatici" e rimettero' il libro sullo scaffale
    non+autenticato
  • > quello che mi stupisce sempre e' la
    > stupidita'delle multinazionali che aumenta
    uhmm..Sorride io prima di pensare che le multinazionale siano stupide ci penserei due volte... questi sono siti che fanno pubblicita' ma che attirano molte persone che andrebbero invece nei siti preconfezionati dalle multinazionali... si chiama controllo del mercato...Sorride
    loro intendo internet come mercato.. non come la intendiamo noi... la pubblicita' la fanno in un altro modo... piu' redditizio.. (ti assicuro.. in termini di vendita la conoscenza delle caratteristiche di un prodotto spesso e' controproducente...) questi siti, nella loro ottica, distraggono una fetta di mercato...
    e lo schifo di questo mondo e' che in termini di mercato hanno fatto bene i loro calcoli...

    > Come pensano si sentana quei ragazzini e
    > tutti quelli che sentono questa notizia?
    continueranno a comprare harry potter come i collezionisti di cd comprano cd schifosissimi a 50 mila lire....

    > diro' "ah, e' quel personaggio di quegli
    > antipatici" e rimettero' il libro sullo
    > scaffale
    e se la bambina piange?Sorride
    certo come genitore attento a questi problemi o le farai capire che non e' il caso o riuscirai a trovare comunque una maniera per spiegare la tua decisione..
    ma altri? faranno come te?
    e' questo il problemaSorride

    ciao
    non+autenticato

  • Se ti da fastidio pensarlo, non pensarlo!
    - Scritto da: Lorenzo
    > Mi da' fastidio pensare che il mondo debba
    > girare secondo ...


    ^_____^


    dai sono d'accordo con quello che intendevi dire.

    Anche a me da' fastidio quello che sta succedendo. Servirebbe una qualche autorità che vigili sulla proprietà intellettuale ed una giuria che GIUDICHI di volta in volta se si stia guadagnando e quindi "sottraendo" o "diluendo" ... oppure se si tratta solo di scambio di informazioni ed opinioni.

    Insomma ... una "autorità di buon senso".
    non+autenticato
  • "Sono anch'io un fan di Harry Potter, il ragazzino apprendista mago uscito dalla penna di J.K Rowling e nel giro di pochissimi anni divenuto l'idolo degli adolescenti di mezzo mondo"


    Peccato che tu l'adolescenza l'hai superata da un pezzo Mantellini caro...



    non+autenticato

  • ti compatisco, tizio.
    non so chi tu sia... ma il tuo unico commento a questo articolo ti è servito a sputare acido... devi essere davvero di una pochezza concentrata... un vuoto assoluto.
    Fortunatamente quel libro non fa per te.
    Resterà per noi che sappiamo goderne.



    - Scritto da: babbano

    >
    > Peccato che tu l'adolescenza l'hai superata
    > da un pezzo Mantellini caro...
    >
    >
    >
    non+autenticato