WiMax, in Malaysia sono già alle licenze

Non sono ancora chiari né i termini né i tempi ma il governo malese riapre alla connettività wireless che - dice - potrà coprire il paese in broad band

Kuala Lumpur - La Malaysia potrebbe arrivare prima di molti altri paesi al WiMax, la tecnologia wireless a banda larga: stando a quanto riportato dal Business Times il Governo ha messo in cantiere il rilascio di quattro licenze che verranno poste all'asta tra gli operatori.

Va detto che il ministero delle Comunicazioni e la Commissione malese per le Comunicazioni avevano già allestito un'asta di questo tipo lo scorso luglio che è poi stata rimandata per problemi amministrativi legati al bando. Ora si torna a parlarne e secondo il ministro delle Comunicazioni Lim Keng Yaik in una prima fase potrebbero essere rilasciate una o due licenze e, a seguire, le altre.

"Ci saranno tre o quattro licenze - ha spiegato Lim - ma credo che prima ne assegneremo due". Per l'asta saranno prese in considerazioni le 17 proposte giunte al Ministero per il bando di luglio.
Al momento, gli esperti della Commissione stanno valutando eventuali problematiche tecniche che possano essere legate all'uso dello spettro a 2,3 GHz. Le indicazioni originarie definivano il momento di rilascio delle attese licenze per fine ottobre ma è probabile, visti i lavori in corso, che il termine possa slittare ulteriormente.

Il WiMax, come noto, è ancora in sperimentazione in Italia. Su questa tecnologia wireless, ben più potente e capace del WiFi, molti riversano le speranze per una più veloce soluzione al digital divide.