Nuovo supercomputer Ibm

Arriverà il prossimo giugno e sarà il più veloce di tutti, superando ASCI Blu ma anche ASCI Red. Gestirà dieci teraflop di operazioni al secondo

New York (USA) - La più grande biblioteca del mondo è la Library of Congress americana. Tutte le informazioni che contiene potrebbero essere elaborate da ASCI White, il supercomputer Ibm ancora in realizzazione, nel giro di due o tre minuti.

Queste le capacità del supercomputer che si affiancherà all'ASCI Blu, già ad altissime prestazioni, e che supererà l'ASCI Red di Intel. Tutti fanno parte di una iniziativa, ASCI appunto, che con il supporto del governo americano spinge verso il supercomputing più avanzato.

A quanto si sa, ASCI White verrà installato nel Lawrence Livermore National Laboratory il prossimo giugno. Sarà un sistema in grado di sviluppare una potenza di dieci teraflop. Vale a dire diecimila miliardi di operazioni floating point al secondo. Ai reporter di Forbes il vicepresidente della tecnologia Ibm, Nicholas Donofrio, ha affermato che entro al massimo dieci anni i supercomputer saranno in grado di gestire petaflop di operazioni, ovvero migliaia di teraflop al secondo.
ASCI White è il maggiore computer in realizzazione da Ibm e sarà il maggiore del mondo. ASCI Blue, installato due anni fa, non raggiunge i quattro teraflop di elaborazione. Occupa quasi 5mila metri quadrati di spazio, sfrutta il lavoro di 5.800 processori, archivia fino a 62,5 terabyte di informazioni e gode di 2,6 terabyte di memoria... ASCI White disporrà di 8mila processori.
TAG: ricerca