Utenti MacBook vogliono Apple in tribunale

I portatili Intel-powered della compagnia di Cupertino talvolta si riavviano da soli e alcuni Mac user inviperiti si organizzano per intentare un?azione legale collettiva all?azienda

Roma - I MacBook continuano a dar problemi alla compagnia della mela morsicata: questa volta, alcuni acquirenti che si trovano costretti a subire i disagi causati da un prodotto che a loro dire si rivela spesso difettato, hanno intenzione di organizzarsi e rivalersi su Apple in tribunale.

La serie dei MacBook, i notebook di nuova concezione nati con il passaggio storico di Apple dai processori PowerPC di IBM alle CPU del rivale di sempre Intel, sarebbe affetta da un bug di funzionamento, che li fa spegnere in maniera assolutamente casuale e indipendente dalla volontà dell'utente. Le segnalazioni in rete del problema hanno assunto dimensioni consistenti, ed è stata messa su una pagina apposita per raccogliere testimonianze e tenere una lista dei sistemi affetti.

MacBook Random Shutdown indica, al momento di scrivere, 1395 casi conclamati in cui è apparso il problema, e le segnalazioni sono in crescita. Richieste di assistenza sono apparse anche sui forum di Apple e su siti come AppleDefects.com. È stato coniato persino un nome per indicare il fenomeno, Random Sudden Shutdown (RSS). A detta degli utenti, lo spegnimento inaspettato del sistema provoca la perdita di tutti i dati non salvati, rendendo la piattaforma, da sempre apprezzata e lodata per la sua affidabilità, un apparato instabile.
Alcuni utenti associano l'RSS ad una ventola di raffreddamento difettosa, che porterebbe ad un aumento eccessivo della temperatura interna dei MacBook e causa gli spegnimenti improvvisi. Apple è a conoscenza del problema e raccomanda, come indicato in un documento di supporto, di contattare il servizio AppleCare per ricevere assistenza.

Ma alcuni acquirenti, invece di seguire la prassi della richiesta al servizio di supporto, preferiscono pensare ad altri modi di risolvere la questione una volta per tutte: forse scoraggiati dalle lunghe attese necessarie per avere una macchina Apple riparata, i Mac-inviperiti lasciano le generalità su ClassAction.com, in vista di una possibile class action (tipo di azione legale collettiva molto diffusa negli Stati Uniti) contro la compagnia.

Negli ultimi tempi Apple deve affrontare notevoli problemi sulla linea MacBook: tra bug di sicurezza scovati dagli hacker nel sottosistema di gestione della connettività WiFi e rivestimenti in plastica che scoloriscono dopo un breve periodo di utilizzo, l'azienda si è trovata costretta ad ammettere ufficialmente la presenza di diversi difetti di fabbricazione nel prodotto.

Alfonso Maruccia
98 Commenti alla Notizia Utenti MacBook vogliono Apple in tribunale
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)