Londra blocca uno spot di Xbox

Una commissione britannica decide che il neonato sparato dalla partoriente attraverso una finestra è uno spot che deve essere bloccato. Tra cattivo gusto e censura

Roma - Uno spiacevole shock che non deve ripetersi sulle televisioni britanniche. Questo secondo le autorità di Londra è l'effetto che provoca sui telespettatori la messa in onda di uno dei celebri spot di Xbox, la console Microsoft già criticata per il cattivo gusto di alcune promozioni.

Nel caso specifico, la Independent Television Commission se l'è presa con quello spot in cui un neonato viene letteralmente "sparato" dalla madre partoriente, infrange la finestra dell'ospedale e, urlando, percorre in volo una lunga distanza, invecchiando mano a mano ed atterrando, ormai molto anziano, nella propria tomba. Dopodiché appare lo slogan Xbox, "Life is Short, Play more".

Colpite dal cattivo gusto dello spot, secondo la Commissione, sono state 136 famiglie che hanno scritto per lamentarsi di questa specifica pubblicità. E per questo la Commissione ha deciso addirittura di censurarne la messa in onda televisiva.
Stando al Guardian, la ITC si sarebbe lamentata per il via libera allo spot dato dal Broadcast Advertising Clearance Center, che li supervisiona prima della messa in onda.

Microsoft, che potrà però continuare a promuovere lo spot nei cinema e al di fuori dei circuiti televisivi, ha spiegato di volersi scusare con chiunque possa essersi sentito offeso dal suo spot.

Sul sito di Playmore lo spot può essere scaricato, dopo aver letto un'avvertenza: "Spot che, per come è fatto, può shockare e turbare".
TAG: microsoft
65 Commenti alla Notizia Londra blocca uno spot di Xbox
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)