Un SMS per denunciare i tifosi violenti

Chi frequenta certi eventi sportivi in Australia potrà avvertire anonimamente le autorità del comportamento di qualche tifoso troppo vivace. Già succede nel Regno Unito

Canberra (Australia) - La lega del Cricket australiano sembra essere sul punto di introdurre un metodo anti-violenza a garanzia del pubblico che interviene alle partite di quello che nel paese è uno sport popolare molto apprezzato.

Si tratta sostanzialmente di una hot-line raggiungibile via SMS con cui qualunque spettatore può avvertire le autorità che sorvegliano gli incontri del comportamento violento dei tifosi che ha intorno a sé senza che però questi se ne rendano conto, per non rischiare successive rappresaglie. L'SMS deve indicare quali violenze stanno avendo luogo e in quale punto dello stadio.

Una volta ricevuto l'SMS le forze dell'ordine, grazie alle telecamere a circuito chiuso, possono inquadrare l'area interessata e verificare immediatamente la sussistenza o meno di un problema di ordine pubblico o sicurezza delle persone. L'idea della Lega australiana è di integrare il nuovo sistema dalla prossima stagione di campionato, pubblicando sui cartelloni e board elettronici ad ogni partita il numero della hot line.
L'idea non è però australiana: viene già applicata, a quanto pare con successo, nel Regno Unito, in particolare negli stadi dedicati al calcio.
11 Commenti alla Notizia Un SMS per denunciare i tifosi violenti
Ordina