IFPI: AllofMp3 mente sapendo di mentire

Il giorno dopo le dichiarazioni del sito russo, l'industria internazionale della musica torna all'attacco: quel sito è illegale e i suoi gestori non hanno alcun rispetto per la musica

Roma - No, i grandi della musica industriale non hanno alcuna intenzione di rimanere con le mani in mano mentre il sito russo degli mp3 a prezzi stracciati AllofMp3.com racconta al Mondo che la propria attività è legale.

In una nota diramata ieri, IFPI, la federazione internazionale dei fonografici, respinge al mittente le tesi con cui il sito russo starebbe cercando di arrampicarsi sugli specchi. Secondo IFPI, non c'è nulla che possa far ritenere che il sito diffonda legalmente musica, non avendo alcun genere di accordo con chi ha i diritti su quella musica né con gli artisti.

A detta di IFPI, dunque, AllofMp3 distribuisce centinaia di migliaia di canzoni di artisti locali ed internazionali senza alcuna licenza per farlo. Le pretese del sito di avere una licenza da parte della società di raccolta dei diritti russa ROMS sono prive di fondamento in quanto "ROMS non ha mandato dei detentori dei diritti internazionali a fornire licenze a siti dentro o fuori dalla Russia". IFPI ricorda pure come ROMS sia stata letteralmente espulsa nel 2004 dalla CISAC, l'organizzazione che cura gli interessi dei detentori del diritto d'autore in tutto il Mondo.
"Stando alle leggi sul diritto d'autore di pressoché qualsiasi paese al mondo - insiste IFPI - ivi inclusa la Russia, è illegale distribuire musica senza il permesso dei detentori dei diritti".

Il carico da 90 ce lo ha messo il CEO della federazione, John Kennedy: "AllofMp3 ha convocato i media di mezzo mondo per affrontare in modo specifico la questione della legalità della propria attività, ma tutto quello che ha fatto è stato di schivare tutte le domande sul tema. Questo conferma lo status illegale di questo sito pirata sia all'interno della Russia che in tutto il Mondo".

"Le tesi di AllofMp3 sulla liceità del proprio operato - continua Kennedy - sono false e ridicole. Così come è totalmente irrilevante il fatto che ROMS (...) dichiari di aver avvicinato i fonografici e di aver offerto loro dei compensi: io potrei raggiungere Bill Gates e offrirgli di comprare Microsoft per un dollaro, ma la mia proposta avrebbe vita breve".

Secondo IFPI, dunque, il problema della legalità del sito non tocca soltanto il sito ma anche le istituzioni russe, che in qualche modo diventano conniventi di un'attività di distribuzione che i discografici vivono come pirateria allo stato puro. "AllofMp3 e ROMS - conclude Kennedy - dimostrano di non aver alcuna intenzione di rispettare le leggi internazionali sul diritto d'autore e di riconoscere il dovuto ai detentori dei diritti".

Va detto infine che, almeno a sentire Ars Technica, ci sarebbe proprio IFPI dietro la decisione di VISA di sospendere il servizio di transazioni online di AllofMp3.com. Quello che accade è che chi va sul sito e acquista con VISA ha il via libera dal sito ma, in realtà, la sua carta di credito non viene addebitata. Secondo IFPI, "VISA ha una policy avversa a questi siti e ha di conseguenza rimosso il proprio servizio". Ma non sarebbe avvenuto nei giorni scorsi, secondo IFPI questo è accaduto già all'inizio di settembre.
27 Commenti alla Notizia IFPI: AllofMp3 mente sapendo di mentire
Ordina
  • Più che rispetto per la musica non hanno rispetto per le tasche dei discografici al limite.
  • Vorrà dire che da oggi in poi non utilizzerò piu' i servizi della carta di credito ed effettuerò tutto tramite altri metodi di pagamento / circuiti.

    E' letteralmente uno SCHIFO che le lobby della musica _impongano_ alla VISA di non accettare pagamenti degli utenti per un sito.

    Ne la Visa, ne le lobby, hanno il DIRITTO di poter decidere su cosa sia onesto/legale con cosa non lo sia.

    La legge dovrebbe punire duramente coloro che osano porsi al suo posto.
    ryoga
    2003

  • - Scritto da: ryoga
    > Vorrà dire che da oggi in poi non utilizzerò piu'
    > i servizi della carta di credito ed effettuerò
    > tutto tramite altri metodi di pagamento /
    > circuiti.
    >
    > E' letteralmente uno SCHIFO che le lobby della
    > musica _impongano_ alla VISA di non accettare
    > pagamenti degli utenti per un
    > sito.
    >
    > Ne la Visa, ne le lobby, hanno il DIRITTO di
    > poter decidere su cosa sia onesto/legale con cosa
    > non lo
    > sia.


    http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1710551&i...


    Certo che per pagare file "legali" quanto quelli del mulo bisogna proprio essere storditi!!!
    E ti lamenti pure di non poter usare la visa di papà----Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere


    Vai vai... vai a dare i soldi a Pasqualowki Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Certo che per pagare file "legali" quanto quelli
    > del mulo bisogna proprio essere
    > storditi!!!
    > E ti lamenti pure di non poter usare la visa di
    > papà----Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    >
    >
    > Vai vai... vai a dare i soldi a Pasqualowki
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere


    Stordito sarai tu guarda che in Italia è illegale il file sharing e con AllOfMp3 non condividi una mazza !!!

    Poi AllOfMp3 versa il 12% dei propri introiti in diritti d'autore, sono le lobby a non essere soddisfatte perchè i prezzi NON sono da rapina.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > Certo che per pagare file "legali" quanto quelli
    > > del mulo bisogna proprio essere
    > > storditi!!!
    > > E ti lamenti pure di non poter usare la visa di
    > > papà----Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    > >
    > >
    > > Vai vai... vai a dare i soldi a Pasqualowki
    > > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    >
    >
    > Stordito sarai tu guarda che in Italia è illegale
    > il file sharing e con AllOfMp3 non condividi una
    > mazza
    > !!!

    Comprando da allofmp3 dai soldi a chi NON paga la merce che vende.
    In Italia si chiama ricettazione.
    Con Acquisition o X-Factor non devo condividere niente per scaricare a sbafo, ma rimango un ladro se lo faccio.
    Più che stordito sei in malafede....

    >
    > Poi AllOfMp3 versa il 12% dei propri introiti in
    > diritti d'autore, sono le lobby a non essere
    > soddisfatte perchè i prezzi NON sono da
    > rapina.


    Allofmp3 versa il 12% dei suoi introiti a una società privata nata nel 2000 che NON VERSA UN CENTESIMO ai legittimi proprietari della musica venduta da allofmp3.
    Un PIZZO del 12% versato a MAFIOSI RUSSI proprietari di una società COMPROPRIETARIA di allofmp3!!!
    Come se RETE4 pagasse i diritti a Mediaset...

    La ROMS è talmente "autorevole" che il governo russo gli ha perfino intimato di eliminare la parola "Russian" dalla loro ragione sociale!!!

    Volete la musica a sbafo?
    Almeno scaricatela senza arricchire i LADRI RUSSI

    Indiavolato
    non+autenticato

  • Allofmp3 è pratico, ottimo ed economico.
    La magistratura russa non ha trovato niente di illegale. I politici russi non sono corruttibili.

    Le major sono incazzate (hanno bisogno di contanti per cambiare i rubinetti in oro dello yacht)
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > Allofmp3 è pratico, ottimo ed economico.
    > La magistratura russa non ha trovato niente di
    > illegale. I politici russi non sono
    > corruttibili.
    >
    > Le major sono incazzate (hanno bisogno di
    > contanti per cambiare i rubinetti in oro dello
    > yacht)

    questo è ancora più pratico

    http://www.komp3.net/viewalbum/Zucchero+-+Fly.html
    non+autenticato
  • da che pulpito. Non si ricorderanno nemmeno l' ultima volta che hanno detto officialmente qualcosa di veritiero. Arrabbiato
  • fonografici???
    la voce del padrone??
    con il fonografo a manovella??
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)