Biglietterie alimentate dai piedi dei passeggeri

Succede a Tokyo dove nelle prossime settimane una stazione ospiterà un singolare impianto, capace di raccogliere elettricità dal movimento dei passeggeri e tradurlo in alimentazione per biglietterie automatiche

Tokyo - Se lo dice la reporter esperta in cose nipponiche Lisa Katayama sul suo blog Tokyomango allora dev'essere vero: la società ferroviaria giapponese JR East sta avviando un singolare esperimento di tecnologia energetica. Alcune biglietterie automatiche in una stazione nei prossimi due mesi saranno alimentate dal movimento dei passeggeri.

In particolare, sottolinea BoingBoing, il singolare apparato di generazione elettrica è situato sotto le macchinette distributrici dei biglietti. "L'esperimento - scrive Katayama nel suo post - consiste di generatori, di un contatore di milliwatt e di 700mila passeggeri al giorno. Nei prossimi due mesi la società ferroviaria utilizzerà le vibrazioni dei passi umani alla stazione di Tokyo per generare fino a 100 milliwat al secondo per ogni persona che passa. L'idea è di riuscire a generare sufficiente elettricità per alimentare le macchinette e i loro display".

Va detto che l'azienda sembra curare molto l'aspetto Ricerca e Sviluppo a cui dedica un portale realizzato anche in lingua inglese.
24 Commenti alla Notizia Biglietterie alimentate dai piedi dei passeggeri
Ordina
  • Vecchia quanto la storia uscita su un Topolino (non so quale numero)che aveva già proposto questa idea e che lessi si e no all'età di dieci anni.
    non+autenticato


  • - Scritto da:
    > Vecchia quanto la storia uscita su un Topolino
    > (non so quale numero)che aveva già proposto
    > questa idea e che lessi si e no all'età di dieci
    > anni.

    Si ma allora era solo una bella fiaba.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    >
    > - Scritto da:
    > > Vecchia quanto la storia uscita su un Topolino
    > > (non so quale numero)che aveva già proposto
    > > questa idea e che lessi si e no all'età di dieci
    > > anni.
    >
    > Si ma allora era solo una bella fiaba.
    Topolino owna
    non+autenticato
  • che vuol dire "generare fino a 100 milliwat al secondo per ogni persona che passa"?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > che vuol dire "generare fino a 100 milliwat al
    > secondo per ogni persona che
    > passa"?

    Se fosse vero, che se passano 700,000 persone al giorno, e camminano ognuna per 30 secondi si ottengono 580 W/h (0,58 KW/h). Praticamente la carica di una batteria da automobile.
    Quisquilie, ma in questi tempi di caro petrolio, tutto fa brodo....
    non+autenticato
  • Forse non hai le idee abbastanza chiare sulle unità di misura...

    W*h = Energia
    W/h = Potenza per unità di tempo

    La seconda mi sembra non abbia molto senso
    non+autenticato
  • In italia qualcuno parlerebbe di sfruttamento delle masse.......Io penso che se si facesse più ricerca anche su queste "strane" applicazioni il mondo ne trarrebbe guadagno.
    Auguriamo per il momento, buon passeggio ai Giapponesi
    non+autenticato
  • come in una novella Matrix, vedo che un giorno cercheremo di trasformare sempre l'energia, che non vada sprecata

    ogni passo e spostamento di peso riconvertito, ogni volta che ti siedi o cambi posizione, o fai variare della temperatura... tutto recuperato...


    diminuiremo la velocità d'aumento dell'entropia?Sorride
    non+autenticato
  • In Italia costruirebbero una bella centrale nucleare di fianco alla stazione della metro.

    In alternativa una centrale a carbone oppure un inceneritore (conosciuti anche con il nome di "termovalorizzatori").
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > In Italia costruirebbero una bella centrale
    > nucleare di fianco alla stazione della
    > metro.
    >
    > In alternativa una centrale a carbone oppure un
    > inceneritore (conosciuti anche con il nome di
    > "termovalorizzatori").

    In giappone, a differenza che in italia, non hanno grossi problemi a fare termovalorizzatori e company, altrimenti sarebbero sommersi di rifiuti affollati come sono... proprio come certe regioni italiane così tanto anti-termovalorizzatori...
    non+autenticato
  • da noi non si costruiscono nememno nuove centrali, discariche e affini.

    Gli italiani vogliono energia da sprecare ma non centrali per produrla, almeno non vicino a casa loro. non vogliono nemmeno i cavi ad alta tensione.

    Vogliono buttare l'immondizia possibilmente senza differenziarla, che lo faccinao gli altri per loro, non vogliono però le discariche a casa loro, si facciano a casa degli altri.

    alla fine tutti vogliono tutto senza dare niente. io sarei molto duro. vuoi la corrente e ti becchi al tua centrale, vuoi buttare immondizia e ti becchi al tua discarica, altrimenti usi le candele e ti tieni l'immondizia in casa.

    Se no finisce come da noi a Cuneo che tutti portano rifiuti nella nostra discarica, ora vogliono inviarcene per l'ennesima volta dalla campania. e quando sarà piena saremo sempre noi a doverla riaprire altrove, quando invece tra differienza e sistemiminnovativi stiamo riciclando e recuperando al punto da svuotare cosa è stato precedentemente riempito.

    poi paga sempre chi la discarica se la è fatta
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)