McAfee: Microsoft collabori con noi

Dopo la promessa di Microsoft di dare pieno accesso al kernel di Vista ai produttori di antivirus, McAfee ribadisce: BigM continua a non rispettare i dettami dell'antitrust europeo e a non cooperare con i.. partner

Roma - Pochi giorni fa Microsoft ha annunciato che apporterà degli adeguamenti a Windows Vista con lo scopo di accogliere le richieste della Commissione Europea e di talune società di sicurezza. In particolare, il big di Redmond si è impegnato a fornire ai produttori di software per la sicurezza, come McAfee e Symantec, delle API che consentiranno loro di bypassare il controverso meccanismo di protezione PatchGuard del kernel di Vista.

Immediata la risposta di McAfee, che in un comunicato non solo sostiene che Microsoft continua a non rispettare gli accordi presi con l'Unione Europea, ma evita di fornire ai suoi concorrenti informazioni vitali su Vista.

"Abbiamo ricevuto un documento da Microsoft l'altroieri che conteneva il software development kit (SDK) solo per Windows Security Center. Continuiamo ad avere domande relativamente a tale documento e abbiamo chiesto a Microsoft degli incontri e/o ulteriori chiarimenti su quanto ci hanno inviato. Ad oggi, non abbiamo ricevuto alcun tipo di collaborazione da Microsoft e nessuna risposta sulle ripetute richieste di McAfee di rivedere tali informazioni", ha dichiarato Siobhan MacDermott, vice president Worldwide Corporate Communications di McAfee.
"Contrariamente a quanto afferma pubblicamente, - ha aggiunto MacDermott - Microsoft non ha collaborato con i principali fornitori di sicurezza. Infatti, non abbiamo ricevuto nulla da Microsoft relativamente a PatchGuard. Dal punto di vista di McAfee, non è assolutamente accettabile che Microsoft aspetti fino al rilascio di una service pack e non ci offra accesso al kernel fino a dopo il lancio di Vista. Esortiamo Microsoft a dare tale accesso ai fornitori di sicurezza il più velocemente possibile, e di non aspettare fino all'ultimo, in modo da permetterci di offrire ai nostri clienti la miglior protezione possibile".

Steve Ballmer, CEO di Microsoft, sostiene che la propria azienda "ha fatto di tutto per venire incontro ai propri partner". Il boss del colosso di Redmond ritiene infatti che le API forniscano ai produttori di software per la sicurezza lo stesso livello di accesso al kernel che hanno oggi con Windows XP. Oltre a questo, permetteranno loro di sostituire il Windows Security Center con un proprio centro di controllo della sicurezza.

Ballmer non ha però specificato quando Microsoft rilascerà le promesse interfacce di programmazione né ha fornito dettagli tecnici sulle stesse. Il timore di McAfee e altri vendor di sicurezza è che, per il lancio di Vista, non potranno ancora disporre di prodotti capaci di garantire piena protezione anche sotto questo sistema operativo.

Nel frattempo la Commissione Europea ha tenuto a precisare che le recenti promesse su Vista non esimono Microsoft dall'adempiere in pieno ai suoi obblighi nei confronti dell'antitrust comunitario.
42 Commenti alla Notizia McAfee: Microsoft collabori con noi
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)