Le majors chiudono sito iraniano sul cinema

Ospitato su server olandesi, il sito iraniano era divenuto celebre perché vendeva accesso ai film di Hollywood per un dollaro a file. Ma è stato beccato dall'antipirateria

Roma - Le majors di Hollywood sono riuscite a bloccare le attività di un sito iraniano che ritengono coinvolto in attività di pirateria ai danni dei propri film, e questo nonostante il paese di origine del sito stesso, con il quale gli Stati Uniti hanno tuttora pessimi rapporti diplomatici e politici.

Film88.com è un sito che si era recentemente guadagnato una notevole popolarità perché consentiva, dai propri server olandesi, di accedere ai film prodotti dagli studios americani a prezzi stracciatissimi, anche un dollaro a file. La formula era quella del video-on-demand, con la possibilità di "affittare" il file digitale per la visione sul proprio computer.

Ora sulla home page del sito appare una lettera nella quale, tra le altre cose, si afferma: "Non siamo pirati. Abbiamo proposto alle majors di Hollywood di dar loro fino al 30 per cento delle somme che introitiamo per il noleggio, come compensazione per il copyright. E' una cifra notevole, ma riteniamo che sia un giusto equilibrio tra innovazione e diritti d'autore".
Per arrivare a fermare Film88.com, il braccio internazionale della MPAA, l'associazione degli studios statunitensi, ha trovato la collaborazione del provider olandese TrueServer che forniva il supporto tecnico al sito e che ha riconosciuto come illegali le attività del proprio cliente.

Mentre si assiste ai primi tentativi di trovare un modello di business possibile sulla rete da parte degli studios, che temono moltissimo la diffusione della banda larga, la MPAA ha ottenuto quest'anno già la seconda chiusura di un sito analogo a Film88.com. In febbraio, infatti, era già riuscita a far chiudere il sito taiwanese Movie88.com, colpevole di effettuare servizi di streaming a pagamento, offrendo film per un dollaro: una tariffa che rischia di diventare una standard, a quanto pare...
TAG: censura
7 Commenti alla Notizia Le majors chiudono sito iraniano sul cinema
Ordina