I successi di Microsoft contro i pirati

L'azienda parla dei risultati positivi ottenuti con le iniziative anti-pirateria in Inghilterra, e ammette che con il lancio di Vista potrebbe verificarsi una nuova ondata di copie contraffatte di Windows XP

Roma - L'impegno del big di Redmond contro la vendita e l'installazione di copie non autorizzate del proprio software ripaga degli sforzi profusi: la task-force Microsoft anti-pirateria del Regno Unito ha recentemente annunciato di aver raddoppiato le somme di denaro ricavate dalla scoperta di un maggior numero di rivenditori e commercianti disonesti, bloccando i loro lucrosi affari basati sulla vendita di copie pirata di software originale.

Secondo le dichiarazioni di Michala Alexander, a capo della task-force, la percentuale media di pirateria del software Microsoft nel paese è scesa di 4 punti percentuali da Febbraio 2006, periodo in cui è stato lanciato il programma di contrasto Keep IT Real.

Keep IT Real, come noto ai lettori di Punto Informatico, si prefigge di affrontare il problema pirateria a diversi livelli, bloccando direttamente le fonti di distribuzione primarie del software contraffatto e promuovendo nel contempo una campagna di sensibilizzazione dei clienti, per fornire loro le conoscenze adeguate per distinguere un prodotto originale da uno pirata. Grazie agli sforzi profusi negli ultimi otto mesi, ora l'iniziativa è molto vicina alla realizzazione del suo obiettivo primario: ridurre, nello spazio di un triennio, la percentuale di software illegale presente sul territorio inglese dal 16,7% all'11,7%. A Microsoft manca giusto uno 0.7% per poter dichiarare raggiunto il target .
Dà risultati anche la politica Feet on the Street, attivata da anni dalla società. Una campagna con un approccio più diretto alla questione: la strategia prevede una vera e propria azione di indagine sul territorio, con lo scopo dichiarato di scoprire l'utilizzo non autorizzato di prodotti Microsoft (che sia Windows, Office o quant'altro) e modalità di licenza irregolari da parte di utenti con esigenze aziendali, negozianti e distributori. L'individuazione di un reo può condurre ad una conversazione informale con l'azienda, per discutere delle attuali modalità di utilizzo del software in relazione alle condizioni di licenza previste.

Secondo Alexander, grazie all'iniziativa Microsoft ha finora individuato molti utenti di software illegale, con il coinvolgimento di ben 5.000 copie di software senza licenza. Il numero di soggetti si riduce, dice Alexander, ma le dimensioni dei traffici e il numero di copie contraffatte individuate aumenta esponenzialmente. Le dichiarazioni non entrano nello specifico citando nomi o catene di distribuzione. In molti dei casi individuati, l'azienda è ancora impegnata nel tentativo di convincere i responsabili di rendere il proprio software legale. Molti si rifiutano di cooperare, mentre alcuni utenti si mostrano sorpresi quando vengono contattati da Microsoft: "In un caso abbiamo avvertito una ditta del fatto che aveva inconsapevolmente acquistato software contraffatto per un prezzo superiore a quello di listino", dichiara la responsabile.

Dopo aver comunicato i successi sul fronte anti-piracy, Alexander confessa le proprie preoccupazioni riguardo l'imminente lancio di Windows Vista. La commercializzazione del nuovo sistemone operativo di casa Microsoft pone un bel po' di problemi all'unità anti-contraffazione alle sue dipendenze, visto che i distributori non potranno più vendere nuove copie con licenza di XP. "Ci aspettiamo un flusso consistente di XP contraffatti verso il mercato per allora" dice, "Questo è il problema che ci troveremo ad affrontare per i prossimi otto mesi".

Alfonso Maruccia
65 Commenti alla Notizia I successi di Microsoft contro i pirati
Ordina
  • "Dopo aver comunicato i successi sul fronte anti-piracy, Alexander confessa le proprie preoccupazioni riguardo l'imminente lancio di Windows Vista. La commercializzazione del nuovo sistemone operativo di casa Microsoft pone un bel po' di problemi all'unità anti-contraffazione alle sue dipendenze, visto che i distributori non potranno più vendere nuove copie con licenza di XP. "Ci aspettiamo un flusso consistente di XP contraffatti verso il mercato per allora" dice, "Questo è il problema che ci troveremo ad affrontare per i prossimi otto mesi".
    "
    Installeranno semplicemente una distribuzione "facile" di linux come KUbuntu o (ancora piu' simpatici) daranno un cd con una linux live lasciando il disco vergine.

    Poi l'utente fara' quel [P/K]azzo che gli pare. Rotola dal ridere

  • Certo che se parliamo di ms e tutte le risorse finanziarie o umane che ha viene da chiedersi perche' porre come obbiettivo finale la riduzione di un po' piu' del 4%.
    Verrebbe da chiedersi ancora che per non calare come quote di mercato ( anche se non esiste di per se un competitore commerciale) tutto sommato ms chiuda ancora un occhio o tutti e due su alcuni rivenditori di software preferendo venir a patti per un futuro patto commerciale per installare vista.
    Pochi mesi fa ci fu notizia che in USA furono scoperti ben 20 centri in cui si vendeva software ms contraffatto o privo di licenza mi da idea che appunto bill stia apettando come verrà preso il nuovo ( ma ma lo sarà poi ?) s.o.
  • Voglio proprio vedere chi lo installerà:

    1. I soliti pirati? Non credo, visto che pare sarà difficile utilizarne versioni craccate e che con l'ossessivo controllo dei certificati dei programmi impedirà di sicuro l'istallazione di software di condivisione P2P, di programmi in grado di scavalcare le protezioni DRM ecc...

    2. L'utente comune? Forse, ma solo se compra un PC nuovo, viste le richieste Hardware non proprio contenute.

    3. Le aziende? Solo quando rinnoveranno il loro parco PC e visti i tempi biblici (c'è ancora qualcuno che ha i monitor a fosfori verdi e il caro MS-Dos)....

    4. I maniaci dei videogiochi ultrapompati? Spesso però sono anche un pò pirati!

    In definitiva prevedo tempi di penetrazione per il nuovo OS molto più lunghi rispetto a quelli già discreti di XP, pensate che in ambito aziendale ancora installano Windows 2000 SP4.
    Penso che se ne riparlerà fra 4 o 5 anni, con microsoft in sofferenza, per un calo importante di quote di mercato, per i suoi OS, a favore principalmente di Linux.... Vedrete!
  • io l'ho gia installatoCon la lingua fuori . VISTA RuLeZ! Ti sto scrivendo da vista ... ce l'ho da diversi mesi e mi trovo meglio ke su xp anke se xp nn l'ho cancellato! Rimango dell idea ke è microsoft e quindi ke sarà tutto copiato come al solito ( basta vedere la barra nuova a destra ... copiata da mac os x .. ! Iscriviti a CPP www.windowsvista.com ce ancora il download della rc1 ( io ho la rc2 ma quella li nn ce + a meno ke nn te lo procuri da altre fonti ) . x la licenza gratuita e la key sempre dal sito . Scade il 1 luglio 2007 . ciaooo . p.s. se lo provate poi vi consiglio di installare vista boot pro un utility free ke xmette di modificare il boot cn quale os di default scegliere e fare altre modifiche oltre alla disinstallazione del bootloader x cancellare vista .
    non+autenticato
  • sto scrivendo da uno zx-80 con la rom a 4k! mi trovo meglio che vista anche perché con 1k ci mette un attimo a fare il boot e nn mi serve il prefecc e la cheisc ottimizzata. ve lo consiglio al mercatino dell'usato se ne trovate uno l'unico problema è che la tastiera a membrana non è ottimizzata come quella a monterozzo di bill gates, ma per quella ho ancora xp installato ciao!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > sto scrivendo da uno zx-80 con la rom a 4k! mi
    > trovo meglio che vista anche perché con 1k ci
    > mette un attimo a fare il boot e nn mi serve il
    > prefecc e la cheisc ottimizzata. ve lo consiglio
    > al mercatino dell'usato se ne trovate uno l'unico
    > problema è che la tastiera a membrana non è
    > ottimizzata come quella a monterozzo di bill
    > gates, ma per quella ho ancora xp installato
    > ciao!!!

    Si vede che non hai mai provato un'Fan Amiga
    non+autenticato
  • Ho una licenza per 2000 ma uso Xp;
    da notare pero' che Xp prima di installarlo l oriduco ai minimi termini con Nlite riducendolo ad un simil-2000 forse con meno software in dotazione (praticamente rimuovendo gli orpelli aggiunti che fanno la differenza fra 2000 e xp), il passaggio fu obbligato perche' 2000 aveva problemi con l'hardware che avevo e che so sono tuttora irrisolti;
    se dovessi affrontare la prova del tribunale (non intendo provarci ovviamente, costa troppo), che cosa ne uscirebbe?
    non+autenticato
  • ma ci sei o ci fai?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ma ci sei o ci fai?

    Potevi dargli una risposta costruttiva, non c'era provocazione nella domanda!

    Comunque, per rispondere alla sua domanda, per la legge al servizio dei potenti si tratta di violazione di copyright.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > ma ci sei o ci fai?
    >
    > Potevi dargli una risposta costruttiva, non c'era
    > provocazione nella
    > domanda!
    >
    > Comunque, per rispondere alla sua domanda, per la
    > legge al servizio dei potenti si tratta di
    > violazione di
    > copyright.

    Confermo, anche se la versione è ridotta hai bisogno della licenza di XP e non 2000.

    Però se il tuo legale è bravo ed esperto, farei in modo di convincere il giudice che MS, per via delle tue azioni, non ha subito nessun danno in quanto tu hai acquistato la licenza di 2000, che per via di problemi tecnici non risolvibili dalla MS stessa hai purtroppo dovuto utilizzare XP, ma essendo te in buona fede, hai cercato, coscientemente, di limitare eventuali danni dovuti al tuo comportamento, limitando e quindi snellendo le funzionalità di XP in modo che fossero simili al 2000.

    non+autenticato
  • quindi se io rubo una bmw e butto gli interni in pelle e l'autoradio diciamo che e' paragonabile alla mia 127 abart?
    non+autenticato
  • esatto...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > quindi se io rubo una bmw e butto gli interni in
    > pelle e l'autoradio diciamo che e' paragonabile
    > alla mia 127
    > abart?


    secondo i linari ovviamente A bocca aperta
    non+autenticato
  • meglio la 127, almeno è italianaCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • Assolutamente vero
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > quindi se io rubo una bmw e butto gli interni in
    > pelle e l'autoradio diciamo che e' paragonabile
    > alla mia 127
    > abart?

    Attenzione che non si tratta di furto (=sottrazione di bene) bensi' di rimpiazzare un prodotto con un clone della stessa marca con caratteristiche differenti.
    non+autenticato
  • Con i giudici italiani che abbiamo ti troveresti a pagare per la copia di Windows XP che possiedi illegalmente, più una tantum per quelle che potresti aver copiato ai tuoi amici (da stimare su una media italiana che fornirà l'istat) in più avrai anche una sanzione perchè con il possesso di Windows 2000 e la tua tendenza all'azione criminale potresti averne fatto diverse copie ai tuoi amici (correnti e precedenti, quindi anche qui sarà l'istat a fornire una media delle tue amicizie nell'arco del periodo di possesso del software).
    Se vendi casa, auto, parenti ed amici sul mercato nero magari te la cavi Deluso
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > c'è una data?

    Sicuramente lo puoi comprare tranquillamente per un anno, fra due avrai più difficoltà a trovarlo nei negozi.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)