Via il vecchio codice da Windows

Ad affermarlo è il boss della sicurezza di Microsoft, che sostiene la necessità di ripulire Windows dalle parti di codice più vecchie e insicure

Redmond (USA) - L'iniziativa trustworthy computing con cui Bill Gates, all'inizio dell'anno, ha voluto dimostrare la buona volontà di Microsoft nel seguire nuove e più convincenti strategie di sicurezza del software, ha avuto come prima applicazione concreta la revisione, nell'arco di quattro mesi, dell'intero codice di Windows. Ora Microsoft sembra ammettere che questa operazione, che ha portato alla scoperta di oltre 30 vulnerabilità di sicurezza, potrebbe non bastare: Windows sarà davvero sicuro, secondo il colosso di Redmond, quando ci si potrà sbarazzare di buona parte del vecchio codice.

Ad affermarlo è Steve Lipner, director of security assurance di Microsoft e responsabile dell'iniziativa trustworthy computing, che in una recente intervista ha spiegato come la prossima fase della colossale revisione del codice di Windows vedrà l'eliminazione o la disattivazione di default di alcune delle funzionalità più obsolete e meno utilizzate di Windows.

Sebbene Microsoft avesse già contemplato una tale evenienza, il problema della potatura dei "rami secchi" di Windows è emersa con maggior urgenza dopo che la scorsa settimana si è scoperto un nuovo bug di Internet Explorer (il cui codice è integrato in quello di Windows) nel client che gestisce le connessioni Gopher, un protocollo vecchio di dieci anni e utilizzato ormai solo da pochissimi utenti in tutto il mondo.
Mettere le mani all'interno del codice di Windows - composto da oltre 50 milioni di linee di programma - non è però una passeggiata, specie quando si tratta di tagliarne alcune parti e ricucire il tutto.

In Microsoft, quest'anno, le vacanze sembrano lontane.
TAG: microsoft
133 Commenti alla Notizia Via il vecchio codice da Windows
Ordina
  • Finora è sempre stato un problema, il come chiamarli.
    Windowsisti. Windowsiani. Wintelli. Finestrati (Elio docet). Piciisti. Gatesiani. Pentiumari. Celeroni. Windowsari. Utonti Windows. Nipotini di Bill. Beige People. Winzozziani. Pretoriani.....etc.
    Poi sono arrivate questa notizia e l'illuminazione:

    Dossici!!!

    Il draga è uno spacciatore!
    non+autenticato
  • Ebbene si lo ammettono anche loro.. Il loro enorme codice sorgente e` un calderone in cui non ci si raccapezzano piu`..

    Banale quindi il confronto col sw libero: li ogni programma utile e/o interessante ha sempre uno o piu` mantainer.. e il s.o. e` composto da molti programmi indipendenti e facilmente gestibili (a parte i progetti piu` grandi, tipo KDE)

    Se si buttassero nell'open source almeno per il s.o., alla microsoft risparmierebbero quintali di dollari e risorse, eviterebbero molti mal di testa.. E potrebbero fare soldi con un vero buon supporto per il loro s.o. (che sarebbe sempre ben pagato dalle aziende.. e in fondo dagli utenti normali non e` che M$ guadagni molto, vista la pirateria..).

    Per es. potrebbero creare un'emulatore per il vecchio sw (tipo wine) e liberare il mondo dagli exe, dal filesystem piu` cesso del mondo (provate ReiserFS, 3 SECONDI soltanto per fare il check del disko) e dal monopolio che avvelena anche la loro stessa immagine..

    Saluti!   
    non+autenticato

  • > Banale quindi il confronto col sw libero: li
    > ogni programma utile e/o interessante ha
    > sempre uno o piu` mantainer.. e il s.o. e`
    > composto da molti programmi indipendenti e
    > facilmente gestibili (a parte i progetti
    > piu` grandi, tipo KDE)

    L'esempio che hai fatto è errato. Il codice di KDE è un vero gioiello: anch'io che mi considero un lamer di programmazione lo capisco benissimo.

    Al contrario trove Gnome incasinato...

    ...il tutto è imho dovuto al fatto che KDE è scritto usando le QT le cui api sono veramente object oriented, Gnome invece è un casino bestia, tutto C con puntatori di caratteri al posto di una vera classe per le stringhe. Orribile!
    non+autenticato
  • - Scritto da: un lamer
    > > composto da molti programmi indipendenti e
    > > facilmente gestibili (a parte i progetti
    > > piu` grandi, tipo KDE)
    > L'esempio che hai fatto è errato. Il codice
    > di KDE è un vero gioiello: anch'io che mi
    > considero un lamer di programmazione lo
    > capisco benissimo.

    questo è corretto

    > Al contrario trove Gnome incasinato...

    ma qui ti sbagli

    > ...il tutto è imho dovuto al fatto che KDE è
    > scritto usando le QT le cui api sono
    > veramente object oriented, Gnome invece è un
    > casino bestia, tutto C con puntatori di
    > caratteri al posto di una vera classe per le
    > stringhe. Orribile!

    GNOME e le GTK+ sono orientate agli oggetti e sono progettati seguendo la filosofia UNIX secondo cui sono meglio molti pezzi piccoli da mettere insieme che uno grande con cui si fa tutto.

    TrollTech, invece, sta cercando di far fare tutto e di più alle QT (ovviamente, aggiungo, loro le devono vendere da sole, mica con KDE...).
    non+autenticato


  • - Scritto da: A.C.
    > - Scritto da: un lamer
    > > > composto da molti programmi
    > indipendenti e
    > > > facilmente gestibili (a parte i
    > progetti
    > > > piu` grandi, tipo KDE)
    > > L'esempio che hai fatto è errato. Il
    > codice
    > > di KDE è un vero gioiello: anch'io che mi
    > > considero un lamer di programmazione lo
    > > capisco benissimo.
    >
    > questo è corretto
    >
    > > Al contrario trove Gnome incasinato...
    >
    > ma qui ti sbagli

    Io intendevo dire che KDE e` un monoblocco (ma non era affatto una critica). Sono d'accordo anche io che gnome e` molto piu` "scarso", se mai usero` una libreria di alto livello userei le Qt o kde-libs, anche perche` preferisco il C++ al C

    > > ...il tutto è imho dovuto al fatto che
    > KDE è
    > > scritto usando le QT le cui api sono
    > > veramente object oriented, Gnome invece è
    > un
    > > casino bestia, tutto C con puntatori di
    > > caratteri al posto di una vera classe per
    > le
    > > stringhe. Orribile!
    >
    > GNOME e le GTK+ sono orientate agli oggetti
    > e sono progettati seguendo la filosofia UNIX
    > secondo cui sono meglio molti pezzi piccoli
    > da mettere insieme che uno grande con cui si
    > fa tutto.

    Anche KDE e` fatto di componenti, anzi e` modulare in modo fantastico: hai presente KParts? C'e` qualcosa di simile in Gnome, ok, ma KDE ha l'eleganza dell'omogeneita`.

    E poi da quando de Icaza s'e` innamorato di
    M$ .Net.. Mi son detto: povero Gnome..
    non+autenticato
  • ok, alla fine nmi sono fatto convincere ed ho installato mandrake 8.2: 30 min e senza un reboot tutto funziona.

    Ma:
    1-come faccio ad aumentare i 3 sec di default del lilo se voglio partire con altri s.o. ed eventualmente come faccio ad impostare di default un altro sistema operativo?

    2-anche usando il file manager in modalità suoper utente spesso non mi fa accedere a floppy e/o iomega zip100. Come mai?

    3-ho installato open office org 1.0 e non c'è verso: se voglio farlo partire debbo andare a cercarmi il programma nelle cartelle perchè non riesco a fare il collegamento sul desktop ed i programmi non si trovano nelle varie ramificazioni dei menu

    OK, è un modo nuovo per me di vedere tutto il computer, ma mi sa che se vorrò andare avanti mi dovrò comprare un libro perchè questo tipo di info in italiano non si trovano tanto facilmente.

    Dovendo anche lavorare.....
    Buona giornata a tutti
    non+autenticato


  • - Scritto da: JiJJal
    > ok, alla fine nmi sono fatto convincere ed
    > ho installato mandrake 8.2: 30 min e senza
    > un reboot tutto funziona.
    >
    > Ma:

    ma sei un po' OT qui. Comunque:
    > 1-come faccio ad aumentare i 3 sec di
    > default del lilo se voglio partire con altri
    > s.o. ed eventualmente come faccio ad
    > impostare di default un altro sistema
    > operativo?

    Se fossi stato + attento in fase di installazione avresti notato come modificare facilmente entrambi.
    Ora puoi o usare drakboot,se l'hai installato (è nei draktool) oppure modificare a mano il file /etc/lilo.conf

    > 2-anche usando il file manager in modalità
    > suoper utente spesso non mi fa accedere a
    > floppy e/o iomega zip100. Come mai?

    Credo che sia colpa del demone automount, che si occupa di montare e smontare automaticamente le periferiche. Per accedervi devono essere montate, cosa che si fa a mano col comando mount/umount.
    Secondo me automount fa solo danni, consiglio di leggerti qualcosina su questi due comandi e di usare quelli.
    da una finestra terminale fai
    man mount
    man umount
    se non hai installato i man in italiano te li trovi in inglese
    > 3-ho installato open office org 1.0 e non
    > c'è verso: se voglio farlo partire debbo
    > andare a cercarmi il programma nelle
    > cartelle perchè non riesco a fare il
    > collegamento sul desktop ed i programmi non
    > si trovano nelle varie ramificazioni dei
    > menu

    qui passo...

    > OK, è un modo nuovo per me di vedere tutto
    > il computer, ma mi sa che se vorrò andare
    > avanti mi dovrò comprare un libro perchè
    > questo tipo di info in italiano non si
    > trovano tanto facilmente.
    Come no?
    Cerca in un motore di ricerca l'ILDP (italian linux documentation project) e poi mi dici...
    non+autenticato


  • - Scritto da: JiJJal
    > ok, alla fine nmi sono fatto convincere ed
    > ho installato mandrake 8.2: 30 min e senza
    > un reboot tutto funziona.
    >
    > Ma:
    > 1-come faccio ad aumentare i 3 sec di
    > default del lilo se voglio partire con altri
    > s.o. ed eventualmente come faccio ad
    > impostare di default un altro sistema
    > operativo?
    - mandrake control center: clicca su boot e smanetta un po'
    - oppure editi /etc/lilo.conf
    delay=10 (decimi di secondo credo)
    default=&%%& (il sistema che vuoi)
    senno` man lilo.conf
    > 2-anche usando il file manager in modalità
    > suoper utente spesso non mi fa accedere a
    > floppy e/o iomega zip100. Come mai?
    sicuro che sia montato?
    da console scrivi mount e vedi se c'e` il floppy, senno` sempre mandrake control center o man mount o man fstab
    > 3-ho installato open office org 1.0 e non
    > c'è verso: se voglio farlo partire debbo
    > andare a cercarmi il programma nelle
    > cartelle perchè non riesco a fare il
    > collegamento sul desktop ed i programmi non
    > si trovano nelle varie ramificazioni dei
    > menu
    se usi KDE dovresti fare qcs tipo tasto destro o centrale->new->link to application etc. etc.
    ti consiglio cmq di andare in /usr/local/bin e fare un link all'eseguibile, cosi` non devi andare a cercarlo

    probabilmente cosi` ti ho incasinato ancora di piu`, ma almeno sai dove andare a cercare le cose, ti leggi qualche pagina di manuale e sei a posto, buon pinguino
    non+autenticato
  • Grazie delle info, adesso le provo.
    JiJJal
    non+autenticato


  • - Scritto da: JiJJal
    > Grazie delle info, adesso le provo.
    > JiJJal

    Ti consiglio questo:

    http://www.appuntilinux.prosa.it/

    non+autenticato
  • CON XP... CI STANNO SOLO PRENDENDO PER
    IL CU*O MI SA... E CONTINUERANNO A FARLO.
    COME HANNO SEMPRE FATTO.
    non+autenticato
  • sistema operativo.

    a raga scegliete il futuro buttate nel cesso il matusa *nix
    non+autenticato
  • - Scritto da: anti*nix

    > a raga scegliete il futuro buttate nel cesso
    > il matusa *nix

    E perche'? Vediamo quanto ne sai di informatica...
    non+autenticato
  • stiamo tutti aspettando il tuo sistema operativo, genio...

    - Scritto da: anti*nix
    > sistema operativo.
    >
    > a raga scegliete il futuro buttate nel cesso
    > il matusa *nix
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)