AllofMp3 pronto a denunciare Visa

E Mastercard. Il sito russo degli mp3 a prezzi stracciati torna sul sentiero di guerra e se la prende con le società delle carte di credito che hanno deciso di escludere i propri servizi da quel sito

Mosca - Preso di mira dalle major, il jukebox russo AllofMp3 non ha alcuna intenzione di stare a guardare mentre due aziende del settore carte di credito, Visa e Mastercard, gli tolgono la possibilità di ricevere pagamenti da utenti di tutto il Mondo.

Il sito degli mp3 a prezzi stracciati, che nei giorni scorsi si è lanciato in una filippica sulle azioni sconsiderate delle major e che difende a pieni polmoni la propria legalità, sostiene che la decisione di Visa e Mastercard di non fare più affari col sito è ingiusta, insensata e illegale.

Come riporta in queste ore Slyck.com, l'azienda russa ritiene che le scelte delle due società delle carte di credito "siano arbitrarie, ridicole e discriminatorie, perché Visa e Mastercard non hanno l'autorità di giudicare la legalità delle attività di AllofMp3 e la loro pretesa che le attività di questa azienda siano illegali è platealmente sbagliata e priva di fondamento legale. AllofMp3 non è stata giudicata illegale da nessun tribunale nel mondo".
E questo, va detto, è assolutamente vero, per quanto IFPI, la Federazione internazionale dei fonografici, abbia già intrapreso le vie legali in Russia, fin qui senza risultato. IFPI ha peraltro dichiarato di aver segnalato a Visa la "singolarità" delle attività del sito russo.

Secondo il sito, dunque, "è evidente che Visa e Mastercard abbiano preso le proprie decisioni sulla base di criteri diversi da quelli legali, dal momento che la decisione non è basata su alcun verdetto di alcun tribunale nella federazione Russa o, per quel che conta, in qualsiasi altra parte del Mondo. Sminuire AllofMp3 per l'atto di una società di elaborazione dei pagamenti è irresponsabile e determina un brutto precedente".

A questo punto appare inevitabile che AllofMp3 decida di adire le vie legali. Il sito non lo esclude, dichiarando: "AllofMp3 perseguirà qualsiasi azione, incluse le opzioni legali, per spingere Visa e Mastercard a riconsiderare la propria decisione".
40 Commenti alla Notizia AllofMp3 pronto a denunciare Visa
Ordina
  • Un sito che vende e GUADAGNA su merce che NON ha pagato si permette anche di alzare la voce solo perché il mondo è pieno di LADRI in malafede che RICETTANO musica RUBATA!

    Ora ci manca solo che Visa e MasterCard vengano denunciate da Peppe 'o Animale e Salvatore Scannatrippe perché non si può più pagare il pizzo o le partite di coca con la carta di credito.

    Ma annatevene a......ArrabbiatoArrabbiatoArrabbiatoArrabbiatoArrabbiatoArrabbiato
    non+autenticato
  • Intendo della massaia perche' non sono al 100%competente:
    Allof - vende brani diciamo a circa 1cent/canzone, facendo profitto considerando solo i costi raw: servers, telco, software, manutenzione (incluso personale) e (suppongo) qualche tassa (o tangente) pagata alla siae russa e qualche tassa (o tangente) pagata allo stato russo.

    il concorrente famoso piu' diretto
    Itunes - vende brani diciamo a circa 99cent/canzone, facendo profitto. qual'e' la differenza?
    sicuramente il profitto deve essere piu' elevato. piu i costi raw sono maggiori: servers, telco, software e manutenzione sono piu' cari un usa/europa (anche se si puo' obiettare che magari il sito itunes venga sviluppato e mantenuto in outsourcing dall'India). Magari le tasse sono un po' di piu' alte che in russia. Ma ancora non ci siamo: forse la fetta maggiore dei 98 cent di differenza (supponiamo 50) va a un potentato economico che, e' vero che si occupa di produrre e promuovere la musica e compensare gli artisti, ma di fatto, visto che produrre e promuovere costa sempre meno, spende sempre di piu' per autotutelarsi.

    Allofmp3 e' cosi' scomodo perche' mette in evidenza la disparita' tra i costi industriali vivi di distribuzione della musica, e quanto l'industria vuole far credere agli utenti sia il valore giusto del prodotto musicale.

    E' come se un grosso gruppo di distribuzione si mettesse a vendere in nero la frutta e la verdura a 10 centesimi al kg. Mi comincierei a domandare: se questi ci guadagnano comunque, gli altri che sono poi gli "onesti", mi rapinano...

    cordialmente
    ___
    "Something is rotten in the state of Denmark"

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > E' come se un grosso gruppo di distribuzione si
    > mettesse a vendere in nero la frutta e la verdura
    > a 10 centesimi al kg.


    Non esattamente.
    È come se un grosso gruppo di distribuzione si mettesse a vendere in nero frutta e verdura RUBATA DAL CAMPO del contadino di un altro Paese!!!
    A quel punto anche 10 centesimi al kg sono un furto perché la merce NON è stata pagata un solo centesimo!






    Mi comincierei a domandare:
    > se questi ci guadagnano comunque, gli altri che
    > sono poi gli "onesti", mi
    > rapinano...


    Gli "onesti" pagano la merce che vendono!!!
    Se non sbaglio Apple non guadagna dal servizio iTunes ma ci va in più o meno in pareggio, i guadagni li fa con la vendita degli iPod.



    >
    > cordialmente
    > ___
    > "Something is rotten in the state of Denmark"
    >


    "Something is rotten in the state of Russia"
    non+autenticato
  • Le major non hanno ancora capito che l'unico modo di vendere musica on-line è venderla a prezzi molto bassi o addirittura stracciati. In questo modo faranno meno margine sul singolo utente ma guadagneranno molti clienti in più, riportando i profitti a livelli accettabili.
    Inoltre non hanno capito che in questo modo possono guadagnarci poichè io, ma anche molti altri, non andrò più ad utilizzare metodi "illegali" per scaricare le canzoni (vedi l'utilizzo del P2P per materiale con copyright) ma preferirò rimanere nella legalità.
    Perchè la gente continua ad usare il P2P? Semplicemente perchè ritiene il prezzo delle canzoni corate on-line ancora troppo elevato, abbassattelo e vedrete che ad un certo punto per un utente sarà più vantaggioso acquistare legalmente un brano o un album intero piuttosto che scaricarlo illegalmente, c'è un break-point sotto il quale non conviene rischiare una denuncia, si vede che questo prezzo non è stato ancora raggiunto, è per questo che la gente continua a violare il copyright.
    Create inoltre uno spazio in cui si possano trovare gli mp3 di qualsiasi autore/etichetta/anno e vedrete che la situazione migliorerà drasticamente.
    L'unica soluzione all'illegalità è mettere l'utente nella condizione di non dover compiere un illecito, e questo lo si può fare solo abbassando i prezzi. Pensate quanto potrebbero guadagnarci se tutti quelli che scaricano canzoni illegalmente decidessero che è più vantaggioso pagare una cifra irrisoria ma rimanere nella legalità! Il problema è che al momento conviene rimanere nell'illegalità e utilizzare sistemi P2P.
    non+autenticato
  • Esatto, ecco perchè la gente compra da allofmp3 anzichè scaricare con il P2P canzoni e album, perchè qui, dietro una parvenza di legalità, trova prezzi bassissimi.
    non+autenticato
  • la cosa piu' disgustosa e' che invece i siti di spammer che vendono viagra, cialis, dispositivi per ingrandire il pisello e ogni altro genere di articoli truffa continuano a prosperare e accettare le carte di credito.
    non+autenticato
  • Non posso far altro che quotare!

  • - Scritto da:
    > la cosa piu' disgustosa e' che invece i siti di
    > spammer che vendono viagra, cialis, dispositivi
    > per ingrandire il pisello e ogni altro genere di
    > articoli truffa continuano a prosperare e
    > accettare le carte di
    > credito.

    ... ed è veramente il volto oscuro del sistema economico che ci ritroviamo nel mondo: qualcuno può decidere perfino cosa puoi comprare e cosa no BLOCCANDO UN SERVIZIO CHE PAGHI PROFUMATAMENTE: LA TUA CARTA DI CREDITO (che funziona CON I TUOI SOLDI). Io credo che AllofMp3 possa addirittura trascinare davanti alla Corte Europea la decisione di VISA e MASTERCARD perchè si tratta palesemente di una violazione della libertà degli utenti delle loro carte di credito... tra cui sono anch'io perchè è anche questo un MONOPOLIO MONDIALE.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > la cosa piu' disgustosa e' che invece i siti di
    > > spammer che vendono viagra, cialis, dispositivi
    > > per ingrandire il pisello e ogni altro genere di
    > > articoli truffa continuano a prosperare e
    > > accettare le carte di
    > > credito.
    >
    > ... ed è veramente il volto oscuro del sistema
    > economico che ci ritroviamo nel mondo:

    sentiamo la sciocchezza...


    qualcuno
    > può decidere perfino cosa puoi comprare e cosa no
    > BLOCCANDO UN SERVIZIO CHE PAGHI PROFUMATAMENTE:

    veramente paghi un servizio...ma dubito che tu alla firma del contratto abbia chiesto presso che commerciante puoi o non puoi usare la tua carta di credito. per cui evita di fare le paternali.


    > LA TUA CARTA DI CREDITO (che funziona CON I TUOI
    > SOLDI). Io credo che AllofMp3 possa addirittura
    > trascinare davanti alla Corte Europea la
    > decisione di VISA e MASTERCARD perchè si tratta
    > palesemente di una violazione della libertà degli
    > utenti delle loro carte di credito...

    veramente non credo ci siano proprio gli estremi...non ti va il servizio...lo disdici.

    hai la libertà di cambiare banca...che vuoi di più?

    perché non ti lamenti ancora oggi dell'euro tassa che ti hanno prelevato anni fa senza la tua conferma.

    tra cui
    > sono anch'io perchè è anche questo un MONOPOLIO
    > MONDIALE.

    ma va la...nessuno ti obbliga ad usare una visa o una mastercard..ci sono altre possibilità

    fatti un corso di economia..magari eviti di usare in modo arbitrario termini come monopolio

    bah
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > > la cosa piu' disgustosa e' che invece i siti
    > di
    > > > spammer che vendono viagra, cialis,
    > dispositivi
    > > > per ingrandire il pisello e ogni altro genere
    > di
    > > > articoli truffa continuano a prosperare e
    > > > accettare le carte di
    > > > credito.
    > >
    > > ... ed è veramente il volto oscuro del sistema
    > > economico che ci ritroviamo nel mondo:
    >
    > sentiamo la sciocchezza...
    >
    >
    > qualcuno
    > > può decidere perfino cosa puoi comprare e cosa
    > no
    > > BLOCCANDO UN SERVIZIO CHE PAGHI PROFUMATAMENTE:
    >
    > veramente paghi un servizio...ma dubito che tu
    > alla firma del contratto abbia chiesto presso che
    > commerciante puoi o non puoi usare la tua carta
    > di credito. per cui evita di fare le
    > paternali.
    >
    >
    > > LA TUA CARTA DI CREDITO (che funziona CON I TUOI
    > > SOLDI). Io credo che AllofMp3 possa addirittura
    > > trascinare davanti alla Corte Europea la
    > > decisione di VISA e MASTERCARD perchè si tratta
    > > palesemente di una violazione della libertà
    > degli
    > > utenti delle loro carte di credito...
    >
    > veramente non credo ci siano proprio gli
    > estremi...non ti va il servizio...lo
    > disdici.
    >
    > hai la libertà di cambiare banca...che vuoi di
    > più?
    >
    > perché non ti lamenti ancora oggi dell'euro tassa
    > che ti hanno prelevato anni fa senza la tua
    > conferma.
    >
    > tra cui
    > > sono anch'io perchè è anche questo un MONOPOLIO
    > > MONDIALE.
    >
    > ma va la...nessuno ti obbliga ad usare una visa o
    > una mastercard..ci sono altre
    > possibilità
    >
    > fatti un corso di economia..magari eviti di
    > usare in modo arbitrario termini come
    > monopolio
    >
    > bah

    "bah" lo posso dire io che ho proprio la laurea in Economia e Commercio (in privato possiamo accordarci e te la mando sotto forma di pdf). Quando leggi - e firmi - il contratto con la VISA o la MASTERCARD puoi proprio leggere (ma PUOI leggere?) che hai accesso ai circuiti MONDIALI. Non si menziona da nessuna parte del contratto che ti possa venire bloccato un acquisto se hai i soldi per pagarlo.
    Tu - da bravo pseudo-destrorso reazionario ignorante (nel senso di "colui che ignora") - non conosci il sistema economico in cui vivi (che io non critico) e non conosci i tuoi diritti di utente dei servizi che paghi. Sei la classica pecora che fa "beee beee" e non sai di cosa stai belando. Informati tu e studia invece di parlare a sproposito.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > la cosa piu' disgustosa e' che invece i siti di
    > spammer che vendono viagra, cialis, dispositivi
    > per ingrandire il pisello e ogni altro genere di
    > articoli truffa continuano a prosperare e
    > accettare le carte di
    > credito.

    e che c'azzecca?

    dai riprovaci
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > la cosa piu' disgustosa e' che invece i siti di
    > > spammer che vendono viagra, cialis, dispositivi
    > > per ingrandire il pisello e ogni altro genere di
    > > articoli truffa continuano a prosperare e
    > > accettare le carte di
    > > credito.
    >
    > e che c'azzecca?
    >
    > dai riprovaci

    Io mi domando il perchè di tutto questo "odioe superiorità" nel rispondere. Ti da così fastidio se qualcuno la pensa diversamente da te?
    Io lo vedo azzeccato il post perchè al contrario di te credo che allofmp3 sia innocente fino a prova contraria quindi depenalizzata e, questi siti di spammer,viagra,cialis siano solo delle truffe quindi esaltati.

    conta fino a 10 la prossima volta prima di rispondere...ti fai meno sangue amaro Occhiolino
    non+autenticato
  • e certo, sono americani, come le majors, mica vuoi impedire ad americani di poter fottere la gente in internet?
    non+autenticato
  • IL fatto e' molto piu' grave di quello che crediate.
    A prescindere dalla legalita' o meno di allOfMp3 qui abbiamo due multinazionali che hanno deciso arbitrariamente di "far giustizia".
    A chi e per conto di chi?

    Dei cittadini russi? Non credo. Degli autori danneggiati da allOfMp3? E dov'e' la sentenza che condanna allOfMp3?

    La gravita' sta nel fatto che un ente privato e' arrivato la dove solo un tribunale dovrebbe arrivare e solo dopo la celebrazione di un regolare processo.

    A quanto pare, invece...

    >GT<
  • Assolutamente d'accordo, VISA e Mastercard non hanno alcun diritto di impedire ai propri clienti di acquistare brani su AllofMP3, indipendentemente dal fatto che il sito sia illegale.

    Qui non sono in gioco i diritti d'autore, ma la libertà dei singoli cittadini di utilizzare i propri soldi come desiderano.


    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Assolutamente d'accordo, VISA e Mastercard non
    > hanno alcun diritto di impedire ai propri clienti
    > di acquistare brani su AllofMP3,

    Visa e Mastercard mica hanno vietato ai possessori di carta di comprare da qualche parte. Semplicemente come Merchant non hanno rinnovato il contratto a Allofmp3. E' un loro diritto non offrire più un determinato servizio e dipende comunque da cosa c'è scritto sul contratto.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Assolutamente d'accordo, VISA e Mastercard non
    > > hanno alcun diritto di impedire ai propri
    > clienti
    > > di acquistare brani su AllofMP3,
    >
    > Visa e Mastercard mica hanno vietato ai
    > possessori di carta di comprare da qualche parte.
    > Semplicemente come Merchant non hanno rinnovato
    > il contratto a Allofmp3. E' un loro diritto non
    > offrire più un determinato servizio e dipende
    > comunque da cosa c'è scritto sul
    > contratto.

    Speriamo che qualche ente Mondiale dichari ILLEGALE e ILLEGITTIMO ciò che hanno deciso Visa e Mastercard o che venga loro tolto il monopolio dei circuiti internazionali.

    Quello che fa piu' schifo di tutto, e' che le MAZZETTE che offrono discografici e major riescono a corrompere chiunque.
    Spero VIVAMENTE che chi acquista MUSICA a 40€ a DVD/CD vada in fallimento in modo da capire il REALE VALORE DEL DENARO.

    Solo in questo modo ( Facendo finire sul lastrico GLI IMBECILLI che acquistano musica a questi prezzi ) si potrà ridurre il potere delle major nel mondo.

    Una utopia...ma spero che venga realizzata ( in parte lo si sta realizzando....grazie ai DRM e alla possibilità teorica di concedere l'uso limitato a N volte di un brano )...
    ryoga
    2003

  • - Scritto da: ryoga
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > > Assolutamente d'accordo, VISA e Mastercard non
    > > > hanno alcun diritto di impedire ai propri
    > > clienti
    > > > di acquistare brani su AllofMP3,
    > >
    > > Visa e Mastercard mica hanno vietato ai
    > > possessori di carta di comprare da qualche
    > parte.
    > > Semplicemente come Merchant non hanno rinnovato
    > > il contratto a Allofmp3. E' un loro diritto non
    > > offrire più un determinato servizio e dipende
    > > comunque da cosa c'è scritto sul
    > > contratto.
    >
    > Speriamo che qualche ente Mondiale dichari
    > ILLEGALE e ILLEGITTIMO ciò che hanno deciso Visa
    > e Mastercard o che venga loro tolto il monopolio
    > dei circuiti
    > internazionali.
    >

    ma non scrivere sciocchezze


    > Quello che fa piu' schifo di tutto, e' che le
    > MAZZETTE che offrono discografici e major
    > riescono a corrompere
    > chiunque.
    > Spero VIVAMENTE che chi acquista MUSICA a 40€ a
    > DVD/CD vada in fallimento in modo da capire il
    > REALE VALORE DEL
    > DENARO.
    >


    hai delle prove tangibili o solo illazioni?

    > Solo in questo modo ( Facendo finire sul lastrico
    > GLI IMBECILLI che acquistano musica a questi
    > prezzi ) si potrà ridurre il potere delle major
    > nel
    > mondo.
    >

    bla bla bla...ti daranno il nobel per l'economia.

    > Una utopia...ma spero che venga realizzata ( in
    > parte lo si sta realizzando....grazie ai DRM e
    > alla possibilità teorica di concedere l'uso
    > limitato a N volte di un brano
    > )...

    mi chiedo perché difendi le libertà e poi le vuoi limitare a quelli che non fanno quello che vuoi tu

    bah
    non+autenticato

  • > hai delle prove tangibili o solo illazioni?

    se hai bisogno di prove per accettare l'evidenza dei messo male.

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Assolutamente d'accordo, VISA e Mastercard non
    > > hanno alcun diritto di impedire ai propri
    > clienti
    > > di acquistare brani su AllofMP3,
    >
    > Visa e Mastercard mica hanno vietato ai
    > possessori di carta di comprare da qualche parte.
    > Semplicemente come Merchant non hanno rinnovato
    > il contratto a Allofmp3. E' un loro diritto non
    > offrire più un determinato servizio e dipende
    > comunque da cosa c'è scritto sul
    > contratto.

    Un contratto non lo puoi stracciare in 4+4=8 a meno che sia stata riconosciuta la rilevanza di reato da parte di AllofMp3... il che non è avvenuto. In quanto al loro DIRITTO di non offrire più un determinato servizio, stai dicendo una emerita c****ta: cosa ne diresti se - all'improvviso - ti staccassero luce, gas, telefono e ti annullassero l'abbonamento alla paytv pur avendo firmato un contrattodi fornitura di servizi bello e pagato?

    Dallo stile pacchiano dei tuoi "ragionamenti" riconosco l'id107a che ha già postato sull'altro thread relativo a questo argomento.

    in quanto a questa frase (il tuo capolavoro) "Visa e Mastercard mica hanno vietato ai
    > possessori di carta di comprare da qualche parte.
    > Semplicemente come Merchant non hanno rinnovato
    > il contratto a Allofmp3."... è un modo di argomentare che fa c*ag*re: cosa penseresti se qualcuno ti inchiodasse la porta di casa? Nessuno ti toglie il tuo diritto di uscire... è solo che non lo puoi fare.
    Vai a lavorare, và...
    non+autenticato
  • > Qui non sono in gioco i diritti d'autore, ma la
    > libertà dei singoli cittadini di utilizzare i
    > propri soldi come
    > desiderano.
    >

    Quella é già andata persa da tempo.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Assolutamente d'accordo, VISA e Mastercard non
    > hanno alcun diritto di impedire ai propri clienti
    > di acquistare brani su AllofMP3,
    > indipendentemente dal fatto che il sito sia
    > illegale.
    >
    > Qui non sono in gioco i diritti d'autore, ma la
    > libertà dei singoli cittadini di utilizzare i
    > propri soldi come
    > desiderano.
    >
    >
    basta che usino un'altra carta di credito. la libertà rimane.

    vuoi invece togliere la libertà a 2 società private di decidere della propria attività commerciale?

    un po unilaterale come concetto di difesa delle libertà

    bah
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    [...]
    > vuoi invece togliere la libertà a 2 società
    > private di decidere della propria attività
    > commerciale?
    L'esercizio del proprio diritto finisce la dove inizia quello di un altro.

    > un po unilaterale come concetto di difesa delle
    > libertà
    Quindi visa e mastercard hanno deciso di limitare il mio diritto in favore del loro.
    Che ti devo dire? Vorrei cambiare carta di credito, ma chi altri? Amex? Diners? Siamo seri.

    Pare quasi buso di posizione dominante, ma non posso essere io a dirlo.

    >GT<
  • Allora, le cose quindi dovrebbero stare così:
    1) Il sito vende file mp3 "quasi sicuramente" non legali, tutti lo sanno, manca solo una legge sui dirittti simile ad altre presente nel mondo ma, giocando su questa finezza, si fa finta di niente;
    2) Visto che in Russia è regolare per quanto sopra, ALLOFMP3 vanta diritti a destra e a manca e condanna chi lo disprezza.
    3) VISA E MASTERCARD decidono, vista la situazione, di farsi giustizia da se: quasi sicuramente hanno consultato avvocati, le Major sicuramente li avranno minacciati e 1+1 fa "fuga dalla Russia" cautelativa; forse anche perchè minacciati da probabile CONCORSO IN TRAFFICO ILLEGALE DI SOSTANZE INTERNAZIONALI PIRATATE...quale abominevole crimine!

    Effettivamente la denuncia per richiesta danni va portata avanti, ma credo che debbano muoversi perchè mi sa che a breve la legge che rende illegale il sito verrà fuori!

    La cosa brutta è la cappa delle major che incombe su qualsiasi cosa che riguarda i diritti d'autore: si parla e ci si muove in quest'ambito e subito rischi il carcere a vita... oramai quasi nessuno osa affacciarsi in materia perchè si trova contro a minacce e ostilità...è terribile! E invece bisognerebbe appoggiare il sito perchè vincesse la sua battaglia, ma è praticamente impossibile, peccato.

    Infine una curiosità: e usare Paypal per comprare MP3, è sempre un problema?
    non+autenticato