Svolta in Iran, telefonia mobile meno esosa

Una nuova rete di comunicazione mobile dal costo accessibile si prefigge l?obbiettivo di arrivare a servire oltre il 22 per cento della popolazione iraniana

Roma - Il ministro delle comunicazioni di Teheran ha dato l'annuncio della nascita di una nuova rete di comunicazione cellulare basata su schede SIM. L'iniziativa è la diretta conseguenza dalla joint venture tra Irancell, la telecom principale del paese a controllo statale, e la Mobile Telephones Network (MTN) Sudafricana.

La distribuzione di una prima partita di 300mila schede SIM è cominciata nelle città di Teheran e Mashhad a nordest,e a Tabriz nel nordovest del paese. Ogni scheda viene venduta al costo di 1.500.000 rial, pari a 163 dollari, ovvero meno della metà di quanto richiesto per una scheda compatibile con la rete di comunicazione principale del paese.

Il progetto della nuova rete doveva essere avviato già a settembre 2005 ma, come ha spiegato il direttore generale di Irancell, è stato posticipato a causa di "progressi lenti della trattativa, e ritardi nella concessione delle frequenze richieste e dei permessi necessari" da parte del ministero.
Lo stesso accordo tra Irancell e MTN, finalizzato ad ottobre 2005, ha dovuto subire l'ostracismo del parlamento controllato dai nazionalisti, in forte contrasto con la decisione di concedere una grossa fetta della torta delle telecomunicazioni mobili del paese ad un'azienda straniera (in questo caso una quota del 49%, per cui MTN ha sborsato ben 366 milioni di dollari).

In totale, il numero di persone che in Iran utilizzano le comunicazioni cellulari ammonta a 10,6 milioni su una popolazione di 70 milioni. Obiettivo del nuovo network è quello di arrivare a servire 16 milioni di utenti con le nuove SIM low-cost.

Alfonso Maruccia
6 Commenti alla Notizia Svolta in Iran, telefonia mobile meno esosa
Ordina
  • ...osannate l'Iran e sputate mer** sull'italia...loro si che sono avanti, soprattutto nei diritti umani
    non+autenticato
  • almeno loro ammettono di essere un regime e lavorano per il bene del paese e non per il proprio arricchirsi.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > almeno loro ammettono di essere un regime e
    > lavorano per il bene del paese e non per il
    > proprio
    > arricchirsi.

    Per il bene del paese ? Sono un regime! Ma quale bene del paese ? Per te allora Hitler era un santo ,eh ?
    Non per arricchirsi ? Ma davvero ? E con il petrolio che ci fanno, la doccia ? Ehhh!

    Voi di sinistra siete ridicoli, patetici e pericolosi, ci farete ammazzare tutti con il vostro idoltrare terroristi,assassini e criminali di mezzo mondo !
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > almeno loro ammettono di essere un regime e
    > > lavorano per il bene del paese e non per il
    > > proprio
    > > arricchirsi.
    >
    > Per il bene del paese ? Sono un regime! Ma quale
    > bene del paese ? Per te allora Hitler era un
    > santo ,eh ?
    >
    > Non per arricchirsi ? Ma davvero ? E con il
    > petrolio che ci fanno, la doccia ?
    > Ehhh!
    >
    > Voi di sinistra siete ridicoli, patetici e
    > pericolosi, ci farete ammazzare tutti con il
    > vostro idoltrare terroristi,assassini e criminali
    > di mezzo mondo
    > !

    Non e' di sinistra o di destra, e' sbagliato anche un regime dove non si hanno liberta. Nn e' questo il punto.
    Ma in una nazione dove molta gente pensa alla propria famiglia o ancor peggio solo a se' stessa, non siamo in una democrazia vera.

    Quando molta gente scende in piazza perchè lo stato li mette alle strette per pagare "quando avrebbero dovuto gia' pagare, non di piu'" e' alquanto sintomo di poco senso di democrazia almeno di una parte del paese.

    Quando sento dire, il paese e' spaccato in due (politicamente) penso sia proprio vero, è pieno di gente che pensa solo ai cavoli propri.

    non+autenticato

  • > Ma in una nazione dove molta gente pensa alla
    > propria famiglia o ancor peggio solo a se'
    > stessa, non siamo in una democrazia vera.
    >

    Perché, dovrebbe pensare allo Stato? No, grazie.

    > Quando sento dire, il paese e' spaccato in due
    > (politicamente) penso sia proprio vero, è pieno
    > di gente che pensa solo ai cavoli
    > propri.
    >

    La gente ha ragione a farsi i propri interessi. Lo Stato ha fallito alla grande. I "cavoli nostri" se non ce li facciamo noi, ne ce li fanno gli altri.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ...osannate l'Iran e sputate mer**
    > sull'italia...loro si che sono avanti,
    > soprattutto nei diritti
    > umani

    Saranno anche indietro nei diritti ma stravincono nei rovesci e nelle volley.
    non+autenticato