Quella faccia non è su Marte, è sulla Terra

Lo scoprono gli utenti di Google Maps, il servizio di Google che proprio in questi giorni ha moltiplicato le informazioni commerciali disponibili ad inserzionisti ed utenti

Roma - Il primo post l'ha pubblicato Philipp Lennsen, riprendeva una notizia su Digg, ed è stato subito ripreso: in buona sostanza con la minuziosa esplorazione della superficie della Terra consentita da Google Maps sarebbe stato individuato un enorme volto umano "disegnato" tra e da le montagne tra Calgary e il Montana.

Il voltoSi tratta di una singolare formazione che mostra il profilo di quello che appare come un native american con tanto di occhi, naso, bocca, orecchio e persino collo e capelli in bella evidenza (vedi foto). Della sua origine ancora si sa poco.

Di queste scoperte che rendono Google Maps sempre più popolare tra i geek di mezzo mondo se ne avvale prima di tutto proprio Google che in questi giorni va implementando il servizio di mapping per introdurvi un maggior numero di informazioni commerciali. La novità, che appare sotto forma di link "more info" su un numero sempre maggiore di shots, permette agli inserzionisti di associare al click dell'utente una pagina con informazioni commerciali dettagliate sulla propria azienda ed offerta nonché link a pagine web.
La nuova feature, che si aggiunge a quelle già introdotte nel tempo da Google per il suo sistema di mapping, è descritta nei dettagli da SearchEngineWatch.
79 Commenti alla Notizia Quella faccia non è su Marte, è sulla Terra
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)