Nec + Panasonic = Esteemo

Dai due produttori giapponesi nasce una joint-venture per lo sviluppo e la realizzazione di telefoni cellulari di nuova generazione

Tokyo - Si chiama Esteemo la joint-venture siglata tra NEC Corporation e Matsushita Electric Industrial, società che controlla Panasonic Mobile Communications. La nuova società si occuperà dello sviluppo di nuovi telefoni cellulari e di piattaforme hardware e software comuni.

Esteemo, che vede una partecipazione paritetica al 50% delle due aziende, avrà il proprio quartier generale a Kanagawa, alla periferia di Tokyo, ed aprirà ufficialmente i battenti il 6 novembre con uno staff di 130 persone. Il gruppo dirigente deve ancora essere definito, attualmente la presidenza è di origine NEC e la vicepresidenza di Panasonic.

Obiettivo della partnership, costituire una sinergia industriale che consenta alle due aziende di conseguire con efficienza l'obiettivo di sviluppare nuove soluzioni tecnologiche nel campo della telefonia mobile: in poche parole, la realizzazione di nuovi telefoni cellulari che potranno essere poi personalizzati dalle due aziende.
Alcuni analisti evidenziano che il nuovo nome scelto per l'azienda (unione contratta dei due termini "esteem" e "mobile") potrebbe preludere ad un nuovo brand che potrebbe debuttare sul mercato. Altrimenti, sottolineano gli addetti ai lavori, la nuova società si sarebbe potuta chiamare Nec-Panasonic o PanasoNec. Le due aziende, infatti, collaborano da tempo nel settore della telefonia mobile e dal 2001, per conto di NTT DoCoMo hanno lavorato allo sviluppo di apparecchi dotati di sistema operativo Linux e supporto 3G.

D.B.