Skype Italia, lo stato dell'arte

Al VON Italy, il country manager italiano Enrico Noseda fa il punto sul percorso compiuto dal diffusissimo soft-VoIP, sempre più intenzionato a conquistare anche l'utenza business

Roma - È in occasione del VON Italy che Enrico Noseda, country manager della business unit italiana di Skype ha voluto fare pubblicamente il punto su obiettivi e attività in corso dell'azienda che rappresenta e che, nel mondo, raccoglie 137 milioni di utenti registrati in 219 Paesi.

Sottolineando che l'Italia figura nella top ten dei Paesi con il più alto numero di utenti registrati, Noseda ha dichiarato: "Ci siamo mossi a tutto campo per tessere una rete di accordi e partnership con imprese e operatori italiani. Stiamo, ad esempio, lavorando sul fronte mobile per rendere Skype disponibile ovunque su reti WiFi e 3G. Abbiamo, infatti, stretto intese con SMC, Edge-Core, Netgear e Belkin per i nuovi telefoni WiFi; con Philips e Netgear che, a gennaio 2007 lanceranno i cordless pc free una vera rivoluzione del mercato: questi nuovi prodotti permetteranno di utilizzare Skype senza l'ausilio del computer".

Noseda ha poi ricordato l'offerta rivolta anche al mondo Business e ha snocciolato alcuni numeri: "Il 24 % degli utenti Skype italiani appartiene alla categoria business. Fra gli utenti Business di Skype, la metà è composta da realtà aziendali con meno di 10 impiegati, 1/4 di queste aziende ha più di tre sedi locali, e oltre la metà effettua telefonate verso l'estero".
D.B.
TAG: voip
1 Commenti alla Notizia Skype Italia, lo stato dell'arte
Ordina