Vodafone preoccupata dalle scelte di Telecom

L'operatore auspica in uno scorporo completo della rete fissa, attuato con criteri che permettano a tutti gli operatori paritÓ di accesso

Milano - Preoccupata da Telecom Italia, ma fiduciosa nell'Agcom e nel Garante della concorrenza e del mercato, Vodafone affida al proprio amministratore delegato le proprie perplessità sulla strategia annunciata in questi giorni dall'incumbent.

"Desta alcune preoccupazioni - ha dichiarato ieri Pietro Guindani - la svolta strategica di ieri di Telecom Italia ma noi abbiamo fiducia nell'Autorità per le comunicazioni e nell'Antitrust (...) Attendiamo che qualsiasi infrastruttura sia aperta a tutti gli operatori sia nel mobile sia nel fisso, compreso il cosidetto next generation network", ha detto il manager durante la presentazione dell'offerta di Vodafone che trasferisce sul cellulare il numero fisso di casa, ribadendo la sua preoccupazione per la modalità di scorporo della rete fissa di Telecom: "Deve includere la rete dorsale, l'ultimo miglio e la next generation network altrimenti l'unbundling sarà discriminante".

Ma Guindani ha parlato anche della scelta di Telecom di rimanere single company: "C'è la necessità di scorporare la divisione commerciale fissa e mobile di Telecom per impedire all'ex monopolista di avere vantaggi competitivi per TIM e di rafforzarsi nel mobile". Fiducioso che entrambi i temi verranno affrontati dalle Authority al fine di permettere a tutti gli operatori parità di accesso, Guindani ha poi concluso. "Ci attendiamo una convocazione dell'Autorità a breve e lì diremo la nostra opinione in dettaglio".
2 Commenti alla Notizia Vodafone preoccupata dalle scelte di Telecom
Ordina