Rete italiana troppo censurata?

Un lettore si dice spaventato per la chiusura d'autorità di certi siti. In rete, afferma, ognuno deve poter parlare, anche se dice cose inesatte o non vere

Roma - Carissima redazione di Punto Informatico, vi seguo da anni e trovo il vostro lavoro impagabile per me che sono un semplice appassionato di informatica e di Internet.

Ho letto la notizia della chiusura di un sito da parte delle autorità. Non è la prima volta che succede ma sembra che da un anno a questa parte sia in corso una vera e propria offensiva contro i siti Internet. Così mi è venuto in mente di scrivervi questa lettera per proporre un distinguo che a mio parere è fondamentale per capire cosa sia lecito e cosa non lo sia.

Da una parte abbiamo assistito alla chiusura di siti che offrivano immagini pedofile o che favorivano in qualche modo il compiersi di truffe o altri reati espressamente puniti dai codici della legge italiana. Su questi casi non ho molto da dire non essendo io un anarchico.
Altri siti però, e se ne potrebbe fare un lungo elenco, sono stati chiusi perché i contenuti proposti potevano ingannare qualcuno. Su questo credo che si proponga l'importante riflessione: è giusto tappare la bocca a chiunque dice cose non vere o anche solo inesatte?

Nella vita comune, quella fatta di discussioni con amici nel proprio salotto, al bar o per strada, ognuno dice la propria opinione, si confronta con gli altri senza avere necessariamente le competenze adatte per parlare di una determinata questione. Non importa, alla fin fine, se quello che viene detto è esatto o meno: si parla, si forma un'idea comune, magari basata sulle visioni fantasiose o filosofiche di qualche partecipante. Magari è un'idea sbagliata.

Su Internet, invece, sembra che si possa parlare di tutto sui forum e nelle chat ma chi decide di trasferire le proprie idee, sballate o meno che siano, su di un sito rischia di vederselo chiudere e magari trovarsi accusato di un qualche delitto!

La mia opinione è che le autorità tendono a valutare Internet come fosse un immenso giornale o come una televisione dal numero infinito di canali. Forse pensano che tutto ciò che sta scritto sui siti Internet deve essere esatto altrimenti non deve essere scritto. Non so a voi, ma a me preoccupa l'idea di trovarmi una Internet dove quello che è scritto sui siti è solo la verità, quella ufficiale o provata scientificamente. Mi fa paura un web dove solo gli scienziati possono scrivere e non c'è spazio per la genialità insita in ogni pensiero umano, giusto, inesatto o sbagliato che sia.

Massimo Cavazzin
TAG: censura
98 Commenti alla Notizia Rete italiana troppo censurata?
Ordina
  • >Altri siti però sono stati chiusi perché i contenuti proposti potevano ingannare qualcuno.

    Ma si,lasciamo che i truffatori lascino dire tutte le loro boiate ....

    >Su questo credo che si proponga l'importante riflessione: è giusto tappare la bocca a chiunque dice cose non vere o anche solo inesatte?

    dunque tu vorresti che chiunque parlasse i qualunque cosa senza nemmeno sapere di cosa stia parlando ....

    >Nella vita comune, quella fatta di discussioni con amici nel proprio salotto, al bar o per strada, ognuno dice la propria opinione, si confronta con gli altri senza avere necessariamente le competenze adatte per parlare di una determinata questione.

    e secondo te è un bene poter parlare di qualcosa che è sbagliato ?

    >Non importa, alla fin fine, se quello che viene detto è esatto o meno: si parla, si forma un'idea comune, magari basata sulle visioni fantasiose o filosofiche di qualche partecipante. Magari è un'idea sbagliata.

    almeno nelle discussioni puoi poter intervenire,invece in un sito internet non si può controbattere e si deve digerire quello che viene propinato ...

    >Su Internet, invece, sembra che si possa parlare di tutto sui forum e nelle chat ma chi decide di trasferire le proprie idee, sballate o meno che siano, su di un sito rischia di vederselo chiudere e magari trovarsi accusato di un qualche delitto!

    eh già,violentare bambini è giusto,vendere droga è giusto,come farsi la bomba in casa è giusto ...

    > La mia opinione è che le autorità tendono a valutare Internet come fosse un immenso giornale o come una televisione dal numero infinito di canali. Forse pensano che tutto ciò che sta scritto sui siti Internet deve essere esatto altrimenti non deve essere scritto

    bisogna fare una informazione inventata ? già che ci siamo non mettiamo i fatti,scriviamo solo le opinioni così il lettore non si fà neppure la fatica di capire cosa ci sia scritto...

    > Non so a voi, ma a me preoccupa l'idea di trovarmi una Internet dove quello che è scritto sui siti è solo la verità, quella ufficiale o provata scientificamente.

    UHAUHAUAHAUAHUAHAUHAUAHUAHAUAHUAHAUAHAUAHUAHAUAHUAHAUAHAUHAUAHAUHAUAHAUAHAUHAUAHAUAHUAHAUHAUAHUAHUAHAUAH
    allora lasciamo che anche sui giornali e i TG scrivano quello che vogliono senza preoccuparsi
    che scrivano fesserie

    >Mi fa paura un web dove solo gli scienziati possono scrivere e non c'è spazio per la genialità insita in ogni pensiero umano, giusto, inesatto o sbagliato che sia.

    DOVE STA LA GENIALITÀ NELL'IGNORANZA ????????
    io invece sarei contentissimo di tornare nell'internet di 10 e passa anni fà:scrivevano solo gli scienziati di cose reali e non inventate e tutto ciò che c'era era la pura verità ...
    non+autenticato
  • i giornali italiani sono pieni di notizie sballate e spesso diffamatorie, ma nessuno ha ancora chiuso repubblica o il giornale o la stampa.
    non+autenticato
  • A chi mi manda 100 euro sul mio conto posso promettere che entro un anno vincera' una cinquina al lotto !!
    Accorrete gente solo i primi 10 !!!
    non+autenticato
  • il tuo intervento è molto superficiale.
    Lavori per Repubblica?
    non+autenticato
  • Condivido pienamente il commento, ma purtroppo la situazione e' ancora peggio di quanto scritto dall'autore: non saranno affatto gli scienziati a poter scrivere, bensi' solo i potenti (potente = chi ha abbastanza soldi per pagare avvocati o agganci politici per insabbiare o processi).

    Saluti

    Giorgio
    non+autenticato
  • Secondo me la cosidetta "libertà" di opinione è solamente un paleativo, mi spigo, se per esempio guardi e ascolti (anche se è molto difficile!!) il tg di Emilio Fede, ti rendi conto che tutto quello che fà e dice il suo "padrone" (S.B.), è perfettamente corretto e giusto, mentre quello che dicono e fanno gli altri (non solo i partiti di opposizione, i sindacati ecc.) ma anche chi più semplicemente non la pensa come "LUI", è un emerito imbecille....ecc...!, ma credo che per questo, comunque, non vada censurato o "oscurato", ogniuno "dovrebbe" essere <libero> di scegliere (nel senso di poter cambiare canale) un altro programma, anche se "altri programmi" sono +o- di parte, e così dovrebbe essere Internet, un posto dove tutti possono dire la loro, naturalmente con quel minimo di "buon gusto"(uso questa espressione perchè etica/morale/ecc. sono troppo "di parte")che il vivere quotidiano ci può insegnare, poi starà a noi utenti "ascoltare" o "cambiare" canale, sò che è solamente un compromesso, ma altre alternative attualmente non le vedo.

    Ciao a tutti
    lello
    non+autenticato
  • Io sono solo contento che hanno chiuso quella merda di Alexmessomalex. Non aggiungo altro...
    ah, a differenza di molti che scrivono cose contro un sito io non ho problemi a firmarmi col mio nick. Non voglio dire che sono il più "coraggioso", ma voglio dire che almeno si sa chi vuole chiusa una pattumiera chiamata alexmessomalex.
    Mr.Wolf
    non+autenticato
  • Grazie per l'indirizzo email, me lo rivendo subito.
    non+autenticato
  • Non faccio commenti sulla stupidità delle ingiurie, delle offese varie e dei linguaggi che denotano l'ignoranza di chi li utilizza; intervengo solo per chiarire che altri hanno utilizzato il mio nick qui dentro a mia insaputa quindi non date peso alle loro identità.
    Sono stato avvisato di questa notizia soltanto ora e vedo che avete molto da chiaccherare pur non sapendo quali siano i fatti...
    Saluti
    AlexMessoMalex
    non+autenticato
  • se sei veramente te, sappi che il tuo sito è immondizia allo stato puro ed è pieno di ignoranza sia da parte tua sia dagli utenti che lo frequentano, spero che non riapra più, sei il simbolo della disinformazione
    non+autenticato
  • Rispetto la tua opinione perchè sono per la libertà di espressione ma fortunatamente non tutti la pensano come te.
    Saluti
    AlexMessoMalex
    non+autenticato
  • Tua mamma invece è il simbolo delle puttane.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)