Teleconomy, pubblicità ingannevole

L'Antitrust boccia i messaggi pubblicitari con cui Telecom Italia ha pubblicizzato le proprie offerte di telefonia e connessione Teleconomy. Decisione che segue alle inchieste sugli addebiti non giustificati

Roma - Per il pacchetto di offerte Teleconomy di Telecom Italia non si vede la fine dei guai, dopo la decisione dell'Autorità garante per la concorrenza e il mercato con la quale è stata "bocciata" la pubblicità di Teleconomy.

Secondo l'Authority presieduta da Giuseppe Tesauro, i messaggi promozionali voluti da Telecom Italia sono ingannevoli e devono immediatamente essere rimossi dai circuiti pubblicitari in cui sono stati inseriti. Secondo l'Antitrust, quelle pubblicità possono "indurre in errore i consumatori in relazione alla loro disponibilità ed alle loro caratteristiche, con particolare riguardo alle modalità di tariffazione, potendo pertanto pregiudicarne il comportamento economico".

La decisione dell'Antitrust arriva dopo il caso degli addebiti ingiustificati dell'offerta Teleconomy. Come si ricorderà, infatti, associazioni dei consumatori, che hanno trovato soddisfazione presso l'Autorità TLC, hanno accusato Telecom Italia di "rifilare" l'offerta Teleconomy anche agli utenti che non l' hanno chiesta, con la conseguenza di addebiti a pioggia sulle loro bollette.
10 Commenti alla Notizia Teleconomy, pubblicità ingannevole
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)