Laboratorio Anticontraffazione Microsoft

Si chiama così il Lab che Microsoft mette gratuitamente a disposizione dell'utente finale. L'azienda vuole analizzare al microscopio, si legge in una nota, se il prodotto è contraffatto. In cambio dà l'originale

Laboratorio Anticontraffazione MicrosoftRoma - Chiunque sospetti d'aver acquistato un programma Microsoft contraffatto potrà contare sul supporto del Laboratorio Anticontraffazione Microsoft. Se il prodotto risulterà effettivamente contraffatto, il rivenditore o l'utente riceverà in cambio un prodotto originale.

Si presenta così il "PID service" (Product IDentification Service), una iniziativa lanciata da Microsoft e finalizzata - si legge in una nota - "a riconoscere i prodotti software contraffatti con tecnologie tanto sofisticate da ingannare anche l'occhio più smaliziato".

Il servizio, già testato nel corso dell'ultimo anno sul canale di vendita, è ora a disposizione gratuitamente degli utenti di software Microsoft, a tutti coloro "che hanno dubbi sull'originalità dei pacchetti software acquistati. Chi sospetta di essere in possesso di un prodotto contraffatto da oggi può inviare la copia in oggetto a Microsoft Italia per una perizia tecnica a cura degli esperti del Laboratorio Anticontraffazione Microsoft".
Secondo l'azienda, quando programmi contraffatti vengono prodotti negli impianti clandestini può essere necessario analizzarli avvalendosi di particolari strumenti come luci ultraviolette e microscopi. "Inoltre - continua la nota - gli esperti esaminano attentamente i minuscoli graffi o segni che caratterizzano come un'impronta digitale tutte le copie prodotte da un certo impianto, confrontando esemplari di provenienza sospetta con copie rinvenute in precedenti sequestri di materiale illegale. Con questa approfondita analisi è quindi possibile avere una visione più completa del canale di produzione e distribuzione dei prodotti contraffatti".

Il PID service è disponibile online qui e al numero verde 800876816 dove è anche possibile segnalare casi di pirateria.

Se l'esame del materiale inviato confermerà la contraffazione del prodotto, Microsoft si impegna a sostituire gratuitamente il pacchetto contraffatto con una copia originale del medesimo prodotto; diversamente, restituirà il prodotto originale al mittente. "In ogni caso - assicura l'azienda - il mittente verrà contattato nel giro di pochi giorni ed informato del responso degli esperti".
Le spese di spedizione sono a carico di Microsoft.

Le condizioni richieste per usufruire del servizio sono che i prodotti:
- siano stati acquistati negli ultimi 6 mesi
- vengano inviati completi di ogni componente: confezione, licenza (se presente in formato cartaceo), CD-ROM, etichetta COA (se non ancora applicata al PC) per i sistemi operativi in versione OEM
- siano corredati di una fotocopia leggibile di regolare fattura/scontrino di acquisto
- siano accompagnati dal modulo PID Service compilato.

"La contraffazione - ha dichiarato Maria Paola Germano, Direttore Antipiracy di Microsoft Italia - è un aspetto in rapida crescita, nell'inquietante panorama della pirateria informatica internazionale". "PID service - ha concluso - è un'iniziativa con cui intendiamo rafforzare i rapporti di fiducia reciproca fra l'azienda, i rivenditori e i consumatori onesti offrendo, con la sostituzione, un piccolo "premio simbolico" a tutti coloro che mostrano di credere e adoperarsi per la diffusione di una cultura del rispetto del diritto d'autore".
TAG: microsoft
109 Commenti alla Notizia Laboratorio Anticontraffazione Microsoft
Ordina
  • ma dopo tutte queste pretoriane repressioni poliziesche di mocrosoft continuate ancora ad usare windows? Allora è proprio vero, alla massa informatica piace prenderlo nel c..o...

    W linux w slacware
    non+autenticato
  • Usate le vostre forze per abbassare i prezzi!
    non+autenticato
  • Per i meno esperti nella lingua italiana (sembrate tanti, non è che forse forzate l'interpretazione dell'articolo per portare acqua al vostro mulino?) contraffatto non vuol dire pirata (ovvero copia venduta a prezzi stracciati su CD-R

    Come avviene per note marche di abiti vendute nelle boutique nel centro di Roma da qualche commesso privo di scrupoli, qui si parla di copie il più possibili simili all'originale, con scatola, ologrammi, etichette e a volte anche licenze d'uso falsificate ad arte e VENDUTE A PREZZO DI COSTO ORIGINALE.

    Sino a qualche tempo fa era una cosa legata esclusivamente a software industriale o simil-industriale (i vari autocad, 3ds, etc etc) per i maggiori guadagni. Ma ora con WInXP sembra che la cosa abbia preso piede anche con i prodotti dove il guadagno è sicuramente minore. Ecco perché c'è la possibilità di avere una copia originale una volta certificato il fatto di aver acquistato (in buona fede perché a prezzo di costo REALE o quasi e non a "costo di marocchino") una copia contraffatta.

    Ora andate a chiedere se tutti i turisti che vengono frodati nei negozi del centro di Roma possano chiedere uno risarcimento per aver comperato a svariati milioni un vestito di Valentino che in realtà proveniva da Napoli (e non me lo sto inventando, spesso e volentieri il TG regionale di Rai 3 fa notare questa cosa)...
    Forse capirete lo sforzo fatto da MS...
    non+autenticato


  • - Scritto da: Z.e.r.o

    > Ora andate a chiedere se tutti i turisti che
    > vengono frodati nei negozi del centro di
    > Roma possano chiedere uno risarcimento per
    > aver comperato a svariati milioni un vestito
    > di Valentino che in realtà proveniva da
    > Napoli

    ottima analogìa tra windows e un vestito di lusso, che attesta come il software monopolistico di microsoft sia ormai elitario (per pochi) oppure destinato al mercato del sottobosco (per chi quel software se lo copia illegalmente).


    non+autenticato
  • zap non ti offendere, ma sei capace a parlare di qualcosa che non sia MONOPOLIO, POSIZIONE DOMINANTE, MICROSOFT, LINUX??? boh per me lo fai a posta, in realtà linux l'avrai usato 2 volte in vita tua, manco a dire che intervieni quando qualcuno chiede aiuto per linux, rispondi solo ed esclusivamente a post su microsoft e sempre ciecamente contro microsoft dicendo sempre la stessa cosa e certe volte rispondendo con un'argomento che non centra niente col topic originale, qualcosa inizia a non quadrarmi, sarai il solito sfigato di 15 anni senza ragazza che non ha niente da fare, mi dispiace per te
    non+autenticato


  • A fronte di un mio intervento che mette in luce analogie tra oggetti costosi da contraffare e software del monopolio microsoft, la tua risposta non contiene alcun argomento.

    Il massimo che ti riesce è uno sterile discettare sulla mia persona di cui non conosci alcunché.

    Sei capace di trattare l'argomento "monopolio ed elitarismo" senza scadere nelle considerazioni personali sul tuo interlocutore?

    Sembra di no.


    non+autenticato
  • se per elitarismo intendi che windows è per l'elite, be non so che risponderti, sono affermazioni stupide e senza senso dettate soltanto dall'ignoranza e dall'incapacità di giudicare un prodotto in base alla qualità effettiva, invece di guardare solo il prezzo, e non venirmi a dire che linux è più facile di usare di windows, perchè se io prendo un computer modernissimo ci metto windows e va, se ho un modem adsl usb su windows funziona senza problemi, su linux devi stare a perdere tempo a cercare i driver, installarli, compilare il supporto pppoe nel kernel, patchare il pppd e cacchi vari, e non dirmi che non è vero, linux sarà per l'elite, non certo windows, se poi giudichi solo in base al prezzo, pure le macchine sono per l'elite, pure le case, pure il televisore, pure l'acqua da bere frizzante, pure la roba da mangiare, l'importante è avere tutto gratuito no? non fai altro che prendere un discorso, rigirarlo a modo tuo e metterci dentro le parole "MONOPOLIO, MICROSOFT, LINUX, POSIZIONE DOMINANTE" qualsiasi sia il discorso su microsoft, ansi è un po' di tempo che non citi più il finding of acts, che ti è successo?
    non+autenticato


  • - Scritto da: ...
    > se per elitarismo intendi che windows è per
    > l'elite,
    > be non so che risponderti,

    infatti poi prosegui con i soliti attacchi personali di chi non ha nulla da dire ma dice comunque qualcosa

    > prezzo, e non venirmi a dire che linux è
    > più facile di usare di windows,

    invece posso assicurare che un desktop LINUX è altrettanto facile da usare che un desktop windows. Solo il pregiudizio di chi non ama le alternative a ciò che usa di solito giustifica una posizione contraria

    > perchè se io
    > prendo un computer modernissimo ci metto
    > windows e va,

    windows xp è noto produrre casini di molto, tanto che diversi miei amici hanno downgradato il pc NUOVO (da poco comprato)

    > giudichi solo in base al prezzo,

    diciamo che è un elemento basilare, e se si tiene conto che microsoft gode di una posizione di monopolio, diventa VITALE in un mercato

    > pure le
    > macchine sono per l'elite,

    non c'è monopolio nel mercato delle Automobili

    > pure le case,

    neanche qui c'è monopolio

    > pure il televisore,

    neanche qui

    > pure l'acqua da bere

    neanche qui

    > frizzante, pure la roba da mangiare,

    neanche qui

    > l'importante è avere tutto gratuito no?

    l'importante è avere un mercato LIBERO e non sotto monopolio di un ente commerciale straniero (extra-comunitario, oltretutto, tale cioè che non sottostà alle nostre leggi)

    Un paese civile cisi vede da come difende la propria libertà di mercato. L'Italia non sembra dimostrare di essere un paese civile.

    Le tue lagnanze per ciò che dico sul monopolio non agiungono nè tolgono alcunché alla situazione attuale: il monopolio microsoft è stato condannato, ma continua a essere autorizzato a fare il monopolio.





    non+autenticato


  • - Scritto da: ...

    > l'importante è avere tutto gratuito no? non
    > fai altro che prendere un discorso,

    hai paura della capacità di dialogo altrui?

    > rigirarlo a modo tuo

    hai addirittura orrore che gli altri riescano a pensarla diversamente da te e che riescano a trarre conclusioni diverse dalle tue?

    > e metterci dentro le
    > parole "MONOPOLIO, MICROSOFT, LINUX,
    > POSIZIONE DOMINANTE"

    sul monopolio microsoft non c'è altro da dire se non che ormai questo status è stato sancito LEGALMENTE (infatti microsoft è stata condannata in violazione di norme antitrust specificatamente rivolte a limitare i monopoli)

    Ora microsoft n on può più nascondersi dietro un dito, e gli aficionado del monopolista sentono la puzza di morto, ormai

    > è un po' di
    > tempo che non citi più il finding of acts,

    non mi sono più scontrato con qualcuno che nega (con motivi limitatamente personali) la situazione ormai ufficialmente riconosciuta, nella migliore delle ipotesi perchè non conosce le novità.
    Per il tuo grande dispacere ti assicuro che ovunque troverò un negazionista riaffermerò (citando le prove ottenute in sede dibattimentale che tanto ti inorridiscono) quanto sporco sia stato il comportamento di un'azienda che pretende di essere campione di innovazione, e invece si è dimostrata ben poco incline a sforzarsi di competere, tanto facile gli è il colpo basso.

    non+autenticato
  • come al solito hai risposto dicendo sempre le stesse cose, comunque per tua informazioni io non parlo per sentito dire o cose del genere, le cose le provo prima, infatti questo post lo sto scrivendo con mozilla (perché è effettivamente migliore di ie e di opera, ma perché li ho provati entrambi non perché voglio fare l'alternativo), ho openoffice installato perchè non trovo più il cd di office xp e ho freebsd, linux e qnx installati, e li usi tutti quanti giornalmente, ma non per questo mi schiero CIECAMENTE da una parte, perchè conosco i vantaggi e svantaggi sia di un sistema che di un'altro, e una persona a cui gli metti in mano un computer non riuscirà mai e poi mai a far funzionare linux o freebsd, al massimo fa funzionare qnx, mentre windows lo capisce subito, e non puoi negarlo, ma tanto tu sei capace solo a negare l'evidenza pur di costringere la gente a pensarla come te, se uno la pensa in modo diverso viene subito attaccato e classificato come ignorante, win-maniac o tutte le altre parole che ti inventi, sarebbe questa la tua fantomatica libertà? libertà significa imparare a pensare con il proprio cervello, cosa che tu (come molti qui dentro) non fai, e sei solo capace a parlare male di microsoft e ad andare appresso alla moda di linux e dell'open source
    e tra l'altro in numerosi post hai fatto dichiarazioni assurde e razziste, sembri sempre di più un bambino troppo viziato
    non+autenticato


  • - Scritto da: ...
    > ma non per questo
    > mi schiero CIECAMENTE da una parte

    c'è proprio da esser ciechi a non vedere l'oppressione di un monopolio su un mercato

    > sistema che di un'altro, e una persona a cui
    > gli metti in mano un computer non riuscirà
    > mai e poi mai a far funzionare linux o
    > freebsd,

    per esperienza personale (che vale quanto la tua, a dispetto dei tuoi dinieghi) l'utilizzo base (desktop) di win e LINUX si equivalgono. un pc che ha ben installato un desktop LINUX ha tutto quel che serve per soddisfare un utente client per un uso tipico d'ufficio

    Altro è l'utilizzo server (ma allora il confronto va fatto con win2000)

    > mentre windows lo capisce subito

    è un luogo comune. Ho avuto una esperienza di insegnamento comparato win-LINUX (desktop) e ho notato una equivalenza sostanziale.

    >, e non puoi negarlo,

    certo che posso, e in base alla mia esperienza personale (che vale ancora quanto la tua anche se pesti i piedi per terra e trattieni il fiato)

    > ma tanto tu sei capace solo a
    > negare l'evidenza

    oppure a combattere il pregiudizio di chi si crede sopra le parti ma poi sembra sempre cedere ai soliti chiché

    > sarebbe questa la tua fantomatica libertà?

    la libertà di dire quello che sento e quello che trovo giusto in base alla mia esperienza personale? certo.

    E concide con la libertà di esprimermi anche in dissenso da chi si ritrova a cantare con un coro sempre più stonato (lo spartito si è scolorito)

    > dichiarazioni assurde e razziste

    cita queste mie presunte affermazioni razziste oppure accetta di esser chiamato mentitore e calunniatore.




    non+autenticato
  • Io sinceramente per xp pro eng potrei anche sborsare diciamo 70/80?, è il primo SO che non formatto ogni 15-20gg (8 mesi ormai). Ieri formattato un pc e installato win98 (cd originale), office 2k sr2 (cd originale), poi ho messo il nav 2k2 (cd originale) e non bootava più. Bel sistema. XP lo tratto malissimo e poverino mi sopporta da mesi e sta acceso 24/24 7/7 con 60 task che giranoSorride

    Ecco 80? li pagherei volentieri xè se li meritano, se abbassano il prezzo.... così com'è adesso non se ne parla proprio.
    non+autenticato

  • > Io sinceramente per xp pro eng potrei anche
    > sborsare diciamo 70/80?, è il primo SO che
    > non formatto ogni 15-20gg (8 mesi ormai).
    > Ieri formattato un pc e installato win98 (cd
    > originale), office 2k sr2 (cd originale),
    > poi ho messo il nav 2k2 (cd originale) e non
    > bootava più. Bel sistema. XP lo tratto
    > malissimo e poverino mi sopporta da mesi e
    > sta acceso 24/24 7/7 con 60 task che girano
    > Sorride
    Io con la Red Hat 7.2XFS ho upgradato con gli RPM della 7.3 tutti i pacchetti che avevo gia' installati (e ne ho installati anche di nuovi), lo tengo su 24h 7/7 con su dai 20 ai 100 processi (ma qualche volta facendo ca***te lo trascino fino al trash swapping) non mi ha MAI dato problemi di nessuna sorta, non rebooto da un sacco di tempo. Al massimo lo spengo per pulirlo, per metterci qualche componente, o cose cosi', MAI perche' qualche software rompeva le scatole.
    > Ecco 80? li pagherei volentieri xè se li
    > meritano, se abbassano il prezzo.... così
    > com'è adesso non se ne parla proprio.

    E l'ho pagata giusto giusto 1 ? , il costo di 3 cdrom vergini (ho lo scontrino!!!) ^__________________________^

    Che mi vogliono contraffare? Le ISO sul sito mirror? Ne dubito... md5Sorride
    non+autenticato
  • ...da me nei negozi non si vende roba contraffatta, la si scarica nell'underground della rete (molto under, quei posti che conosci solo se ti ci portano gli amici ^_^). Quindi questo servizio ha 2 tipi di clienti:

    - utente che compra il software sulle bancarelle del cocco freeescooooo al mare (che poi ti diranno che non potevi non saperlo e quindi sei colpevole)

    - utonto kamikaze che porta il software scaricato per farsi dare l'originale (...)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)