Più alti i prezzi dell'elettronica

L'insufficiente produzione di memorie alzerà il prezzo dei prodotti dell'elettronica. Una tendenza che non si fermerà fino al 2002

Pebble Beach (USA) - I prodotti dell'elettronica costano storicamente sempre meno ma un fattore che frenerà decisamente la discesa dei prezzi nei prossimi due anni viene messo in evidenza in questi giorni da alcuni esperti. La causa sta ancora nell'insufficiente produzione di chip di memoria, un problema che in parte è dovuto al terremoto di Taiwan dei mesi scorsi e in parte ad una richiesta che continua a crescere a dismisura.

Il prezzo di alcuni chip di memoria, negli ultimi mesi, è praticamente raddoppiato, e le cose sembra non miglioreranno fino al 2002, anno in cui dovrebbero finalmente entrare in produzione diverse nuove fabbriche. Per alcuni analisti ed esperti del settore, comunque, questo fatto non porterà soltanto effetti negativi: il prezzo delle memorie di massa (hard disk in testa) continuerà a scendere e i produttori saranno spinti a cercare tecnologie produttive più efficienti ed economiche a tutto vantaggio dell'utente.

Purtroppo, per ora, il prezzo dei PC rimane inevitabilmente influenzato dall'ancor elevato costo dei moduli di memoria SDRAM ed RDRAM: PC che fino a sei o sette mesi fa venivano venduti in configurazione standard con 128 MB di RAM oggi arrivano con soli 64 MB, appena sufficienti per far girare un Windows 2000 Professional.
TAG: mercato