bid.it! Spa vicino alla chiusura

Il vertice dell'azienda ammette che le speranze di salvare bid.it! sono pochissime

Roma - Le speranze di salvare bid.it! Spa tornano ad essere ridotte al lumicino: l'auspicata operazione di ricapitalizzazione e rifinanziamento che doveva concludersi venerdì 14 maggio è stata ancora una volta disattesa. Non è stato raggiunto l'ennesimo accordo tra le due banche socie, Banca 121 e Banca Popolare di Bari, questa volta sul sistema di garanzie da richiedere ai soci per l'erogazione del finanziamento a lungo termine necessario al salvataggio e rilancio della società.

Ora le ultime ridotte speranze sono affidate all'eventualità del raggiungimento di tale accordo tra le due banche mentre per mercoledì 19 giugno è stata indetta l'ultima assemblea della società al fine di decretarne il definitivo salvataggio o la definitiva chiusura.

"In qualità di Presidente e fondatore della società - ha scritto Antonio Manno - ho profuso il mio massimo impegno per addivenire al salvataggio della società nella certezza di avere ancora un team di risorse umane di elevato profilo professionale ancorché umano a garanzia delle potenzialità di rilancio industriale della internet company, nonostante tutto e tutti. Di seguito all'assemblea, quale ne sia la conclusione, mi riserverò di indire una conferenza stampa per raccontare dettagliatamente una vicenda imprenditoriale emblematica della difficoltà di fare impresa qui nel Sud Italia".
TAG: mercato