Di cosa parlano i presidenti USA?

Lo rivela una singolare nuvola lessicale online messa a disposizione su web, capace di evidenziare le parole chiave nei discorsi e nelle lettere di alcuni presidenti americani

Washington (USA) - Terrorismo, Iraq, Economia... non sono parole a vanvera, almeno ufficialmente, ma sono termini presentati da una tag cloud, una nuvola lessicale che li presenta in dimensioni e colori diversi a seconda di quanto spesso ricorrono in un dato contesto. In questo caso si tratta del discorso sullo Stato dell'Unione pronunciato dal presidente americano George W. Bush nell'ormai lontano 2001.

Ciò che rende singolare questa "nuvola lessicale" prodotta da Chir.ag è che con il mouse si può scorrere "all'indietro", andando a scoprire quali sono i termini più ricorrenti in discorsi pubblici, documenti e lettere espressi da alcuni presidenti americani nella storia. Un interessante esperimento, ripreso anche da BoingBoing, che consente in un attimo di prendere atto delle diverse priorità dei principali protagonisti della storia contemporanea statunitense.

L'ex presidente americano"Una volta che i miei documenti sono stati datati e convertiti a plain text - spiega l'autore di questo intrigante strumento - il mio script ricerca i testi cronologicamente e compone una lista di tutte le singole parole e calcola quanto sono state usate".
Si scopre così che per Bill Clinton (nella foto), che ha preceduto Bush alla Casa Bianca, le parole chiave erano Famiglia, Welfare, Economia, o che nei discorsi di John Kennedy erano Economia, Armamenti, Economia.
5 Commenti alla Notizia Di cosa parlano i presidenti USA?
Ordina