ADSL intrappolato nei siti Telecom?

Online TIN spara che un certo numero telefonico è forse coperto dal servizio. Ma il sito di Alice dice che è coperto di sicuro. Al 187 invece lo escludono. Una piccola indagine per accertare che la confusione c'è e regna sovrana

ADSL intrappolato nei siti Telecom?Roma - Sono ancora numerose le lettere che giungono ogni giorno alla redazione di Punto Informatico di utenti desiderosi di ottenere la connessione ADSL ma impotenti dinanzi alle enormi difficoltà che si producono quando si viene ad un elemento fondamentale: la copertura del servizio. Una questione sulla quale pare non esistano certezze.

Online, come tutti sanno, c'è uno strumento messo a punto dall'operatore dominante e pensato per consentire agli aspiranti utenti ADSL di verificare la copertura di questo genere di connettività e dunque la possibilità di ottenere il servizio, da Telecom Italia o dagli altri operatori del settore. Un tool che, però, talvolta può trarre in inganno, soprattutto se associato alle informazioni che giungono dal 187, il servizio telefonico di Telecom.

Punto Informatico insieme ad alcuni lettori ha effettuato certe verifiche confrontando i risultati del tool con quelli del 187. Il caso più interessante è probabilmente quello di un numero telefonico nel quartiere Prati-Trionfale di Roma, uno dei più centrali e popolosi della capitale. Il servizio TIN.it, infatti, per quel numero afferma:
"SERVIZIO DISPONIBILE CON INTERVENTO TECNICO PREVENTIVO
La verifica di attivabilità appena effettuata indica che la zona alla quale appartiene il numero 0639XXXXXX è in generale coperta dal servizio. È necessario comunque un preventivo intervento di un tecnico per verificare l'effettiva copertura del numero segnalato". Il tutto condito da uno smiley ottimistico e sorridente.

Una volta ottenuto questo messaggio, insieme al lettore la redazione ha contattato il 187 per sapere come ottenere l'intervento del tecnico di cui si parla nel messaggio online. Il 187, non riferendosi in alcun modo ai risultati del sistema online, ha istruito la pratica di allaccio del servizio Alice Flat, quello pesantemente pubblicizzato da Telecom in queste settimane su tutti i media.

Nei giorni seguenti diverse telefonate al 187 accertavano che Alice Flat non sarebbe stata collegata in pochi giorni a causa della presenza presso l'abitazione del lettore di un impianto ISDN, cosa che "richiede l'intervento specifico di un tecnico". Data per scontata la copertura della zona, dunque, il Call Center Telecom ha insistito in due diverse occasioni che era solo questione di giorni e il tecnico si sarebbe fatto vivo per prendere un appuntamento. Ciò non è mai accaduto. Tre settimane dopo la richiesta dell'ADSL Telecom, infatti, il 187 ha informato il lettore che la sua zona non era coperta.

E questo a dispetto del fatto che un altro tool Telecom per la verifica, disponibile sul sito di Alice, affermi impavido:
"Sì, il numero telefonico che hai inserito è in una zona in cui il servizio ADSL è disponibile.
Se hai già verificato cosa ti serve, puoi procedere all'acquisto".

Il caos poi può ulteriormente aumentare se, come nel caso analizzato, i tool di verifica della copertura di altri operatori (in questo caso Atlanet) danno risultati ancora diversi:
"La verifica di copertura effettuata indica che la zona alla quale appartiene il numero 0639XXXXXX è coperta dal servizio ADSL di Atlanet. Ciò non esclude che, per motivi tecnici, la richiesta potrà comunque risultare non realizzabile".

Difficile dire quanti siano i casi in cui aspiranti utenti ADSL, desiderosi di ottenere una connettività always-on, si trovano bloccati per settimane senza sapere cosa li aspetta. Di certo l'incongruenza tra i risultati online e le "mosse" del 187 non sembra aiutare i tanti che sotto casa vedono i manifesti che pubblicizzano l'ADSL Telecom e poi non sono messi in condizione di poter sottoscrivere un contratto o sono addirittura scoraggiati dal farlo...
TAG: adsl
57 Commenti alla Notizia ADSL intrappolato nei siti Telecom?
Ordina
  • Devo diffendere Atlanet. Infatti non è specificato in questo articolo che il tool di Atlanet, come la maggior parte di tool di operatori diversi da Telecom Italia fanno proprio una richiesta al sistema di Telecom Italia. Pertanto, se il tool da risultati strani non è da attribuire il problema ad Atlanet, ma sempre a Telecom Italia.

    Ultima cosa: Atlanet, come altri operatori, da in outsourcing il servizio ai suoi rivenditori, questi tool (sul sito dell'azienda per cui lavoravo fino a poco tempo fa ce n'è uno) fanno una richiesta al sistema di Atlanet che fa richiesta a sua volta a TI. Bellissimo, sopprattuto perché se uno di questi è in fase di manutenzione o è stato cambiato il *protocollo*, lo strumento da risultati ancora più bizzarri.

    Il mio parere è che l'unico tool online di cui ci si possa minimamente fidare è proprio quello di TI, ma anche qui non vorrei che qualcuno facesse la fine di Muzio Scevola.

    Nota interessante: volendo attivare un'ADSL di Tiscali a casa di mio padre a seconda dell'operatore che mi rispondeva il numero era coperto oppure no... mah!
    non+autenticato
  • Circa 6 mesi fa, feci una richiesta tramite il servizo 187 di Telecom Italia per l'attivazione del servizio ADSL per uso privato nella mia abitazione. L'operatore mi confermò che avrei potuto usufruire di tale servizo poiché era presente nella zona ove risiedo a patto di un intervento sulla mia linea telefonica di tipo ISDN da parte dei tecnici Telecom. Confermai l'attivazione del servizio e dopo circa 30 giorni i tanto attesi tecnici Telecom arrivarono!! Dal sopraluogo eseguito, mi fecero presente che per l'attivazione del servizio ADSL era necessario portare un nuovo cavo che partisse dal "nodo" principale dove era già attiva la mia linea sino ad arrivare all'interno della mia abitazione. Il problema si presentò quando i tecnici andarono a chiedere l'autorizzazione al vicino di casa per l'aggiunta unitamente al cavo anche di una nuova borchia da posizionarsi sulla parete esterna della sua abitazione dal momento che, quella già presente, era satura in quanto vi erano già collegate 11 utenze. Il vicino negò l'autorizazzione sostenendo che la Telecom gli aveva promesso già da diversi anni che tutti i cavi e relative borchie posizionati sulla sua abitazione sarebbero poi stati posizionati in altro luogo e adesso aggiungerne un altro con un'altra borchia significava prendersi burla di lui!! I tecnici mi fecero presente che l'unica alternativa era quella di preparargli lo scavo per spostare il "nodo centrale" in altro punto in maniera tale da eliminare anche tutti cavi volanti. Siccome lo scavo sarebbe stato eseguito in una via privata e dell'operazione né avrebbero beneficiato in primo luogo il proprietario dell'abitazione ove sono posizionati i cavi e anche tutti gli altri residenti che si sarebbero visti eliminati i cavi telefonici "volanti" dalle loro abitazioni,chiesi se avrebbero voluto contribuire alla spesa per tale operato. Anche in quest'ultimo caso ottenni una risposta negativa. Successivamente feci diverse telefonate al servizio 187 per segnalare l'impossibilità di usufruire del servizo ADSL e ricevetti dagli operatori risposte contrastanti. Per diversi di loro, dal momento che Telecom Italia aveva stabilito di posizionare il "nodo principale" su una abitazione privata, nel rispetto quindi di tutti i requisiti di sicurezza, il proprietario dell'abitazione non poteva assolutamente rifiutarsi e perciò i tecnici avrebbero dovuto portare a termine il lavoro dal momento che l'attivazione del servizio ADSL non è altro che una estensione di un servizo che io già usufruisco ragion per cui non mi poteva essere negato. Altri operatori, invece, sostengono che essendo un servizio aggiuntivo di non primaria necessità e dovendo intervenire su una abitazione privata, necessita appunto dell'autorizzazione del suo proprietario.
    non+autenticato
  • Ho dovuto richiedere l'intervento di un tecnico
    per la riparazione della campana aggiuntiva del mio impianto.
    Prima telefonata e il giorno dopo non si vede nessuno.
    Sollecito visto che mi serve per lavoro e la riparazione viene eseguita il giorno dopo,non contenta la Telecom mi ha mandato nei giorni successivi altri due tecnici per riparare lo stesso guasto già riparato dal loro collega i giorni prima.
    Se non è efficienza questa senz'altro è deficienza !!!
    non+autenticato
  • no
    questo e' proprio simbolo di inefficenza
    non+autenticato
  • tin mi disse che non c'era ancora la copertura
    telecom-alice mi disse che c'era
    accettai, venne il tecnico, ma per una settimana non c'era niente...
    tra cambi di modem, litigi telefonici, telefonate dei tecncici con computer davanti,senza login e senza password, alla fine sono un felice possessore dell'ADSL telecom
    il tutto è durato 8 giorni
    speriamo bene
    non+autenticato
  • sono due mesi che aspetto inutilmente l'attivazione della mia linea adsl, inutile elncare i fax, le raccomandate inutilmente spedite. saro' costretto a rivolgermi al mio legale per la tutela dei mie diritti non avendo altre strade. inutile chiamare al 187, un branco di incapaci...
    non+autenticato
  • Io sono + o - nelle medesime condizioni !
    Quando chiamo il 187 per segnalare il problema "magicamente" cade sempre la linea.
    E' pazzesco ! Meriterebbero ......
    Sinceramente spero che a questi signori che abusano del loro totale monopolio di fatto, cada qualcosa d'altro !

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 19 discussioni)