Windows, Vista sul VoIP?

Il CEO di Microsoft rivela una tempistica ravvicinata per l'introduzione a 360 gradi della telefonia su Internet nelle proprie soluzioni applicative

Tokyo - C'è voluta una conferenza stampa tenuta a Tokyo per far rivelare a Steve Ballmer, amministratore delegato di Microsoft, che il big di Redmond ha intenzione di dedicarsi alla telefonia su Internet già dall'inizio del 2007 e che con tutta probabilità inizierà il suo cammino VoIP da Windows Vista.

La prossima versione del sistema operativo integrerà perciò un client VoIP con Instant messaging, video-chat ed e-mail: in poche parole, Live Messenger diventerà un'applicazione di comunicazione su Internet a tutto tondo, includendo anche le funzionalità server.

Anche Microsoft, quindi, intende declinare a proprio modo la sempre più dilagante necessità di convergenza, che dovrà essere adeguatamente focalizzata sia sul lato consumer che su quello business: gli stessi obiettivi che già da tempo si è posto Skype, uno dei competitor più agguerriti sulla scena del VoIP, la cui unità italiana ha già dichiarato di voler conquistare anche le aziende.
Un percorso già intuito da Microsoft, che ha cominciato ad affilare le proprie armi da tempo: l'acquisizione di Teleo e di Media.streams.com AG, l'alleanza con Yahoo, lo sviluppo di Live Messenger e la partnership con Philips non sono notizie dell'ultim'ora e rendono l'idea di un obiettivo lungamente perseguito.

Dario Bonacina