Pechino: ma quale censura su Internet!

Il Governo comunista reagisce alle critiche di RSF, che lo considera tra i 13 nemici di Internet a causa delle censure in rete. Tutte fandonie, replica Pechino

Pechino - Censura sistematica delle opinioni sgradite al partito? Ma quando mai. Controllo pervasivo attraverso l'utilizzo dei più moderni filtri di contenuti su tutti i cittadini che accedono alla rete? Assurdo. L'obbligo di registrare le identità reali da parte dei blogger cinesi e il controllo preventivo dei podcast? Ma no... tutto secondo gli standard internazionali, e la Cina è il paese della cuccagna telematica! Tutto secondo norma, niente da vedere, circolare circolare...

Questi i contenuti della risposta ufficiale del governo cinese nei confronti delle accuse della RSF, che ha insignito la Cina del titolo onorifico di "stato canaglia" nella colonna infame dei 13 nemici di Internet, per la persecuzione telematica dei dissidenti e di chi semplicemente va dicendo da anni la verità sullo stato dei diritti civili nel paese.

Secondo un portavoce del Ministro degli Esteri, che ha voluto rimanere anonimo, le accuse di Reporters sans Frontières sono "prive di fondamento". "I cinesi", osserva puntiglioso l'ignoto funzionario di partito, "godono dell'accesso libero ad Internet e possono avere tutte le informazioni che vogliono. Attualmente, le informazioni che il popolo cinese si procura sono molte di più di quante fossero disponibili prima dell'introduzione di Internet in questo paese".
Con i suoi 123 milioni di internauti, la Cina detiene il secondo posto nella classifica della popolazione connessa dopo gli Stati Uniti. Sebbene, a parole, i comunisti al potere promuovano l'uso della rete, nei fatti la sorveglianza e le iniziative di controllo di chi si connette fanno scattare allarmi tra le community on-line e sulla stampa internazionale con cadenza quasi quotidiana. Il regime comunista si dimostra particolarmente efficace nel contrastare l'accesso dei cinesi a materiale considerato osceno per la morale collettivista e politicamente sovversivo per l'ideologia di partito.

La volontà di controllo della dittatura, se non agisce direttamente con iniziative specifiche, costringe altresì i provider e i fornitori di servizi di rete ad operare una censura preventiva, epurando gli spazi di discussione pubblica dai materiali "inadatti" o giudicabili negativamente da parte dell'onnipresente potere politico. Non bastasse questo, come già segnalato da Punto Informatico riguardo un caso recente, RSF denuncia l'incarcerazione di 52 giornalisti dissidenti, colpevoli solo di fare inchiesta e parlare criticamente dei bravi patrioti governativi che si spartiscono denari e sfere di influenza in ogni settore della corrotta società cinese.

"Come in tutti gli altri paesi, Internet viene gestita in accordo con gli standard internazionali, la legge, e l'auto-regolamentazione degli Internet Service Provider", dichiara a riguardo il funzionario. Come a dire che, se gli ISP fanno pulizia, prendetevela con loro ché noi non c'entriamo. Il governo ha recentemente negato, con un esercizio di rifiuto della realtà non molto dissimile dal bipensiero orwelliano, ogni addebito circa "ipotetici" arresti dovuti ad articoli o post critici apparsi in rete: "A nessuno dovrebbe essere mai impedito di pubblicare notizie on-line o di scrivere un blog", ha dichiarato un portavoce.
25 Commenti alla Notizia Pechino: ma quale censura su Internet!
Ordina
  • Voi credete al governo Cinese o a REPORTER SENZA FRONTIERE??

    Cosa ci guadagna RSF ha inventarsi balle?

    Ricordo che il governo cinese ha negato e nascosto l'esistenza della SARS per diversi mesi mentre la gente moriva e nessuno si preoccupava....

    Poi dopo mesi di occultamenti sono stato costretti ad informare l'Organizzazione Mondiale per la Sanità.
  • PI MENTE.
    Io parla male del governo cinese tutti i giorni e non mi succede nulla! Cylon
    non+autenticato
  • Hai ragione, pensa che anch'io posto tranquillamente commenti sui blog cinesi in lingua inglese parlando della situazione in Tibet e non mi succed/&%Gf8ags [NO CARRIER]

  • - Scritto da: Solvalou
    > Hai ragione, pensa che anch'io posto
    > tranquillamente commenti sui blog cinesi in
    > lingua inglese parlando della situazione in Tibet
    > e non mi succed/&%Gf8ags [NO
    > CARRIER]


    Ma vivete in cina?

  • - Scritto da:
    > .. tanto lontani da cio'...

    vero.
    Infatti non sei neppure riuscito a finire la frase.
    Qui il controllo èmolto più efficiente Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • ...ai danni di chi vorrebbe fermare gli orologi ai tempi della guerra fredda:
    ora che la Cina è diventata un totalitarismo capitalcomunista, i nipotini orfani di Stalin e Mao sono costretti a ridursi a fare astroturfing solo in difesa di Fidel contro questa screanzata e fascista classifica dei cattivi AngiolettoA bocca apertaTroll chiacchierone

    Poveri rossi, come invecchiano male...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ...ai danni di chi vorrebbe fermare gli orologi
    > ai tempi della guerra
    > fredda:
    > ora che la Cina è diventata un totalitarismo
    > capitalcomunista, i nipotini orfani di Stalin e
    > Mao sono costretti a ridursi a fare astroturfing
    > solo in difesa di Fidel contro questa screanzata
    > e fascista classifica dei cattivi Angioletto
    >A bocca apertaTroll chiacchierone
    >
    > Poveri rossi, come invecchiano male...

    La cosa più bella è vederli difendere i diritti degli omosessuali.
    Eppure non sono passati tanti anni quando davano dei "froci" ai fascisti, o quando, per passare il tempo, dopo il lavoro andavano a "picchiare i busoni alla Montagnola"...nella rossa Bologna!!!
    non+autenticato

  • > > Poveri rossi, come invecchiano male...
    >
    > La cosa più bella è vederli difendere i diritti
    > degli
    > omosessuali.
    > Eppure non sono passati tanti anni quando davano
    > dei "froci" ai fascisti, o quando, per passare il
    > tempo, dopo il lavoro andavano a "picchiare i
    > busoni alla Montagnola"...nella rossa
    > Bologna!!!

    allora il post non mi pare molto in topic, cmq

    dei difensori della moralità parlamentari beccati con la droga in parlamento e assessori milanesi beccati con i trans in macchina non cogli l'ironia ?

    nenche il loro partito l'ha colta, tanto che ha evitato sia le risate che i procedimenti sanzionatori

    non mi sembra però che fossero esattamente rossi

    nella mia provincia una ronda neonazifascista armata ha provato a rompere le scatole a una sfilata di trans finchè uno di loro gli si é parato davanti dicendo se doveva sputtanare qualcuno e si sono dileguati tutti in un batter d'occhio


    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ...ai danni di chi vorrebbe fermare gli orologi
    > ai tempi della guerra
    > fredda:
    > ora che la Cina è diventata un totalitarismo
    > capitalcomunista, i nipotini orfani di Stalin e
    > Mao sono costretti a ridursi a fare astroturfing
    > solo in difesa di Fidel contro questa screanzata
    > e fascista classifica dei cattivi Angioletto
    >A bocca apertaTroll chiacchierone

    forse quello che vedi come inspiegabile comportamento del gregge nel difendere un pastore sanguinario é solo attenzione a non finire tra le fauci del lupo per sfuggire al pastore

    e dei nipotini di taylor che a quel lupo ci si tuffano in bocca non dici nulla ?

    > Poveri rossi, come invecchiano male...

    mah i rossi invecchieranno pure male, ma alcuni liberalteocon sono disabili dalla nascita

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > ...ai danni di chi vorrebbe fermare gli orologi
    > > ai tempi della guerra
    > > fredda:
    > > ora che la Cina è diventata un totalitarismo
    > > capitalcomunista, i nipotini orfani di Stalin e
    > > Mao sono costretti a ridursi a fare astroturfing
    > > solo in difesa di Fidel contro questa screanzata
    > > e fascista classifica dei cattivi Angioletto
    > >A bocca apertaTroll chiacchierone
    >
    > forse quello che vedi come inspiegabile
    > comportamento del gregge nel difendere un pastore
    > sanguinario é solo attenzione a non finire tra le
    > fauci del lupo per sfuggire al
    > pastore
    >
    > e dei nipotini di taylor che a quel lupo ci si
    > tuffano in bocca non dici nulla
    > ?
    >
    > > Poveri rossi, come invecchiano male...
    >
    > mah i rossi invecchieranno pure male, ma alcuni
    > liberalteocon sono disabili dalla
    > nascita
    >
    Casomai liberistteocon: i liberali veri con i teocon non hanno nulla a che fare e non hanno problemi ad accettare regole, purché meno burocratizzanti e invasive possibile, per limitare danni ed eccessi del liberismo, o la sua degenerazione in monopoli di fatto.
    Non a caso solo dove ci sono forti partiti marxisti i liberali sono considerati di destra, altrove sono considerati di centro-sinistra se ci sono grossi partiti conservatori, come in USA e UK, oppure di centro-DX se sono contrapposi a grossi partiti socialdemocratici, come in Scandinavia.
    Di sicuro quello che garantisce a liberali e socialdemocratici di invecchiare molto meglio dei marxisti, è la mancanza di dogmatismo, quindi una maggiore adattabilità alla realtà e ai bisogni della gente.
    non+autenticato
  • 123 milioni di internauti, che aspettate a far tradurre i vostri siti!?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > 123 milioni di internauti, che aspettate a far
    > tradurre i vostri
    > siti!?

    non hai affatto torto

    del resto... webmaster... di che?
    siti che vendono qualche prodotto?

    e dove credi che lo producano?
    già noi non riusciamo a comprare ciò che produciamo... immaginarsi loro
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)