Brasile, autenticazione obbligatoria per gli utenti?

Avanza la proposta di legge che imporrebbe un giro di vite con effetti su privacy, anonimato e diritti civili. Nel mirino anche virus e attacchi telematici. Insorgono i provider, che non vogliono fare i poliziotti della rete

Roma - Agli "stati canaglia" noti per la febbrile operosità profusa nel proporre (e attuare) il controllo sulle attività di rete presto potrebbe essere necessario aggiungere anche il Brasile. Dopo il giro di vite cinese su blogger e podcast, la volontà espressa dal governo sud coreano di imporre ai propri cittadini la registrazione con il proprio nome reale e un ID di riconoscimento prima di esprimere le proprie opinioni on-line, lo stato che ospita il polmone del mondo si distingue ora per la proposta di una sorta di "caccia all'internauta". Una proposta che cancellerebbe in un sol colpo privacy, diritto all'anonimato e il diritto di poter esprimere in libertà le proprie opinioni.

La segnalazione arriva da The Blog Herald, che riprende il blog brasiliano in lingua inglese Real-Time Society: il senatore Eduardo Azeredo si è fatto promotore di una legge di regolamentazione delle attività di rete estremamente restrittiva che, di fatto, cancella l'anonimato e rende perlomeno aleatorio il concetto stesso di "privacy". La proposta prevede l'obbligo, per gli Internet Service Provider, di conservare tutti i log delle connessioni degli utenti per almeno 3 anni: fin qui nulla di nuovo, vista l'aria che tira anche in Europa, Italia compresa.

Ma non è tutto qui. Se la legge venisse approvata, ogni utente sarebbe inoltre obbligato ad identificarsi in maniera completa ad ogni accesso alla rete: nome completo, indirizzo, numero di telefono e il numero della tessera sociale. La semplice connessione equivarrebbe al calare totalmente le braghe davanti al legislatore e agli istituti preposti al controllo. Fornire informazioni false o non fornirle affatto costituirebbe un reato, punibile con una pena fino a 4 anni di carcere.
Nessuna e-mail, blog, download, messaggio in chat o post su un forum di fantasie sessuali sadomaso dovrà sfuggire al legislatore do Brasil, apparentemente desideroso di costruire un enorme database delle vite e delle abitudini digitali dei cittadini. Con un interessante risvolto economico per le casse statali: è fortemente raccomandato infatti l'acquisto del certificato digitale approvato dal governo per l'utilizzo "sicuro" della connessione.

Da parte sua, il senatore Azeredo millanta le doti taumaturgiche dell'iniziativa, capace a suo dire di fermare il cyber-crimine tout-court: in galera ci si va anche se si diffondono virus e malware e si accede in maniera non autorizzata alle banche e ai network di istituti pubblici e privati. Sempre che non ci si camuffi a dovere o che non si trovino nuove metodologie di attacco, ad esempio botnet senza centri di comando e controllo.

Di certo, attaccano i più critici, sarebbe la fine del diritto dei cittadini alla riservatezza e all'anonimato, per non parlare dei rischi concreti di censura psicologica, visto che non molti si arrischierebbero a parlar male della compagine governativa, dell'esercito o della polizia ben sapendo di essere spiati in ogni mossa e su ogni parola espressa in rete.

L'iniziativa, come accennato, ha già fatto registrare un buon numero di critiche provenienti proprio dai provider che dovrebbero attuare il controllo "a monte" e dagli ambienti legali più progressisti: la norma andrebbe a pesare troppo sui diritti degli utenti, rallenterebbe l'adozione di Internet e manderebbe in malora la privacy degli utenti legittimi, dimostrandosi al contrario molto poco utile nell'ambito della lotta al crimine telematico.

Lapidario, a riguardo della presunta efficacia del provvedimento qualora venisse approvato, il commento di un utente del blog Real-Time Society: "Sono brasiliano e lavoro per il governo.. dal modo in cui funzionano le cose qui non c'è nulla da temere. Non riusciamo nemmeno a rendere effettive le leggi contro la pedofilia o il consumo di alcool da parte dei minorenni". Secondo l'anonimo commentatore, inoltre, i parlamentari brasiliani hanno un orario di lavoro molto flessibile e le attività abituali preferite consisterebbero nell'approvare leggi che procurino loro benefici finanziari di vario genere.

Alfonso Maruccia
16 Commenti alla Notizia Brasile, autenticazione obbligatoria per gli utenti?
Ordina
  • Davvero sono preoccupato ... che in brasile possa diventare vero quello che qui da noi è già legge!
    Grazie alla "casa delle (loro) libertà....
    non+autenticato
  • "Agli 'stati canaglia' noti per la febbrile operosità profusa nel proporre (e attuare) il controllo sulle attività di rete presto potrebbe essere necessario aggiungere anche il Brasile."

    ah sì ?
    esiste echelon brasiliano ?
    esiste carnivore brasiliano ?
    esistono il dmca e il pa brasiliani ?
    mi devo essere perso qlcs

    " Dopo il giro di vite cinese su blogger e podcast"

    perchè lì li arrestano i blogger, mica gli fanno cause miliardarie come noi democratici
    ma l'importante é che sia contenta rsf

    "la volontà espressa dal governo sud coreano di imporre ai propri cittadini la registrazione con il proprio nome reale e un ID di riconoscimento prima di esprimere le proprie opinioni on-line"

    mentre nei nostri internet point non bisogna mica identificarsi, e se lo si fa é solo per il terrorismo e la pedofilia mentre in corea del nord é perchè sono cattivi

    "La proposta prevede l'obbligo, per gli Internet Service Provider, di conservare tutti i log delle connessioni degli utenti per almeno 3 anni: fin qui nulla di nuovo, vista l'aria che tira anche in Europa, Italia compresa."

    ooh, ci é voluto un po' a tirare fuori il concetto ma ce l'abbiamo fatta alla fine eh ?

    "Se la legge venisse approvata, ogni utente sarebbe inoltre obbligato ad identificarsi in maniera completa ad ogni accesso alla rete: nome completo, indirizzo, numero di telefono e il numero della tessera sociale."

    mentre noi democratici abbiamo il cli automatico e la carta d'identità

    " La semplice connessione equivarrebbe al calare totalmente le braghe davanti al legislatore e agli istituti preposti al controllo. Fornire informazioni false o non fornirle affatto costituirebbe un reato, punibile con una pena fino a 4 anni di carcere."

    ma l'accesso abusivo a sistemi informatici avete visto con quanto viene punito in italia ?

    "Nessuna e-mail, blog, download, messaggio in chat o post su un forum di fantasie sessuali sadomaso dovrà sfuggire al legislatore do Brasil"

    i brasiliani se ne sbattono delle abitudini sessuali, non hanno mica il moige, loro

    " apparentemente desideroso di costruire un enorme database delle vite e delle abitudini digitali dei cittadini."

    certo, amanda e echelon sono nomi di archivi brasiliani, non sembrano nomi d'arte di trans ?

    " Con un interessante risvolto economico per le casse statali: è fortemente raccomandato infatti l'acquisto del certificato digitale approvato dal governo per l'utilizzo "sicuro" della connessione."

    mai sentito parlare di city card ? mai visto le card dei router telecom ? e chi usa le gprs ha mai provato a chiederle senza dare i dati ?


    "Di certo, attaccano i più critici, sarebbe la fine del diritto dei cittadini alla riservatezza e all'anonimato, per non parlare dei rischi concreti di censura psicologica, visto che non molti si arrischierebbero a parlar male della compagine governativa, dell'esercito o della polizia ben sapendo di essere spiati in ogni mossa e su ogni parola espressa in rete."

    invece i nostri dati sono al sicuro: avete visto come vegliano sisde e telecom ?

    "Sono brasiliano e lavoro per il governo.. dal modo in cui funzionano le cose qui non c'è nulla da temere. Non riusciamo nemmeno a rendere effettive le leggi contro la pedofilia o il consumo di alcool da parte dei minorenni".

    sicuro di esere brasiliano ? non sarai oriundo ?

    "Secondo l'anonimo commentatore, inoltre, i parlamentari brasiliani hanno un orario di lavoro molto flessibile e le attività abituali preferite consisterebbero nell'approvare leggi che procurino loro benefici finanziari di vario genere."

    assenteismo... leggi ad personam ... mi ricorda qualcosa... ma no, mancano i pianisti, lì sono tutti percussionistiOcchiolino

    non+autenticato
  • Scusate ma da noi la navigazione è anonima?
    Da casa ho un abbonamento che fa capo ad un contratto telefonico, qualora i dati in mano al provider adsl fossero falsi.

    Se vado ad un internet point devo lasciare i documenti e vengo registrato.

    non+autenticato
  • > Se vado ad un internet point devo lasciare i
    > documenti e vengo registrato.

    Un regalo del Polo delle Libertà che i Democratici di certo non aboliranno.

    W la libertà, W la democrazia.
    non+autenticato
  • Ah si, deve essere una di quelle cose tipo i PC in affitto presso la catena Magazine Luiza.... Un sogno (incubo)... FantasmaRotola dal ridere

    ...

    La proposta esiste e mi sto documentando, resta da vedere se e come passerà una legge del genere da parte di un senatore di un partito conservatore (PSDB, lo stesso dello sconfitto candidato alla presidenza ed ex-governatore di São Paulo Gerlado Alckmin), avrà praticamente tutti contro.
    Nella malaugurata ipotesi, freenet a go-go. Cylon
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 novembre 2006 01.27
    -----------------------------------------------------------

  • - Scritto da: Santos-Dumont
    > Ah si, deve essere una di quelle cose tipo i PC
    > in affitto presso la catena Magazine Luiza.... Un
    > sogno (incubo)...
    > FantasmaRotola dal ridere
    >
    > ...
    >
    > La proposta esiste e mi sto documentando, resta
    > da vedere se e come passerà una legge del genere
    > da parte di un senatore di un partito
    > conservatore (PSDB, lo stesso dello sconfitto
    > candidato alla presidenza ed ex-governatore di
    > São Paulo Gerlado Alckmin), avrà praticamente
    > tutti
    > contro.
    > Nella malaugurata ipotesi, freenet a go-go.
    > Cylon
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 10 novembre 2006 01.27
    > --------------------------------------------------

    Passa, passa. Non ti preoccupare.....
    non+autenticato
  • niente più warez brasiliani?
    non+autenticato
  • Bello il tuo brasile santos, davvero.
    E poi hai il coraggio di additarlo quale faro della civiltà?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Bello il tuo brasile santos, davvero.
    > E poi hai il coraggio di additarlo quale faro
    > della
    > civiltà?
    Beh, se il Brasile è il faro della civiltà, non mi sorprendo più di questo mondo che va a rotoli.
    non+autenticato
  • Secondo l'anonimo commentatore, inoltre, i parlamentari brasiliani hanno un orario di lavoro molto flessibile e le attività abituali preferite consisterebbero nell'approvare leggi che procurino loro benefici finanziari di vario genere.

    ...se solo ci fosse lo stesso clima, sarebbe come essere in Brasile, qui. Maledetta geografia! Eu queria ser in Brazil!
    Sopporterei meglio pure Berlusconi...

    Zadig
    non+autenticato
  • altro che clima! Se qui ci fossero LE BRASILIANE...!Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > altro che clima! Se qui ci fossero LE
    > BRASILIANE...!
    >Occhiolino

    Occhio che poi se ci rimangono, bisogna mantenerle loro e pure i bambini. Anche se non sposati. Indiavolato

  • - Scritto da:
    > Secondo l'anonimo commentatore, inoltre, i
    > parlamentari brasiliani hanno un orario di lavoro
    > molto flessibile e le attività abituali preferite
    > consisterebbero nell'approvare leggi che
    > procurino loro benefici finanziari di vario
    > genere.
    >
    > ...se solo ci fosse lo stesso clima, sarebbe come
    > essere in Brasile, qui. Maledetta geografia! Eu
    > queria ser in
    > Brazil!

    Você queria estar, eu estou!Occhiolino

    > Sopporterei meglio pure Berlusconi...
    >
    > Zadig

    Berlusconi mandiamolo a sfilare alla Rocinha, vedrai come ne esce... Se esce... Rotola dal ridere

  • - Scritto da: Santos-Dumont
    >
    > - Scritto da:
    > > Secondo l'anonimo commentatore, inoltre, i
    > > parlamentari brasiliani hanno un orario di
    > lavoro
    > > molto flessibile e le attività abituali
    > preferite
    > > consisterebbero nell'approvare leggi che
    > > procurino loro benefici finanziari di vario
    > > genere.
    > >
    > > ...se solo ci fosse lo stesso clima, sarebbe
    > come
    > > essere in Brasile, qui. Maledetta geografia! Eu
    > > queria ser in
    > > Brazil!
    >
    > Você queria estar, eu estou!Occhiolino
    >
    > > Sopporterei meglio pure Berlusconi...
    > >
    > > Zadig
    >
    > Berlusconi mandiamolo a sfilare alla Rocinha,
    > vedrai come ne esce... Se esce...
    > Rotola dal ridere

    Invece Prodi, se lo mandiamo a sfilare senza scorta a Napoli, secondo te come ne esce?
    Se esce....
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Santos-Dumont
    > >
    > > - Scritto da:
    > > > Secondo l'anonimo commentatore, inoltre, i
    > > > parlamentari brasiliani hanno un orario di
    > > lavoro
    > > > molto flessibile e le attività abituali
    > > preferite
    > > > consisterebbero nell'approvare leggi che
    > > > procurino loro benefici finanziari di vario
    > > > genere.
    > > >
    > > > ...se solo ci fosse lo stesso clima, sarebbe
    > > come
    > > > essere in Brasile, qui. Maledetta geografia!
    > Eu
    > > > queria ser in
    > > > Brazil!
    > >
    > > Você queria estar, eu estou!Occhiolino
    > >
    > > > Sopporterei meglio pure Berlusconi...
    > > >
    > > > Zadig
    > >
    > > Berlusconi mandiamolo a sfilare alla Rocinha,
    > > vedrai come ne esce... Se esce...
    > > Rotola dal ridere
    >
    > Invece Prodi, se lo mandiamo a sfilare senza
    > scorta a Napoli, secondo te come ne
    > esce?
    > Se esce....

    E a te ti mandiamo a "sfilare" in piazzale loreto ne esci?....
    Non lo so....
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Santos-Dumont
    > >
    > > - Scritto da:
    > > > Secondo l'anonimo commentatore, inoltre, i
    > > > parlamentari brasiliani hanno un orario di
    > > lavoro
    > > > molto flessibile e le attività abituali
    > > preferite
    > > > consisterebbero nell'approvare leggi che
    > > > procurino loro benefici finanziari di vario
    > > > genere.
    > > >
    > > > ...se solo ci fosse lo stesso clima, sarebbe
    > > come
    > > > essere in Brasile, qui. Maledetta geografia!
    > Eu
    > > > queria ser in
    > > > Brazil!
    > >
    > > Você queria estar, eu estou!Occhiolino
    > >
    > > > Sopporterei meglio pure Berlusconi...
    > > >
    > > > Zadig
    > >
    > > Berlusconi mandiamolo a sfilare alla Rocinha,
    > > vedrai come ne esce... Se esce...
    > > Rotola dal ridere
    >
    > Invece Prodi, se lo mandiamo a sfilare senza
    > scorta a Napoli, secondo te come ne
    > esce?
    > Se esce....

    E' vero, in certi quartieri se non sei un camorrista senza scorta non ne esci.
    non+autenticato