Attacchi DDoS contro le news americane

Si è saputo che giovedì e venerdì scorsi alcuni importanti siti americani sono stati colpiti da attacchi denial-of-service distribuiti. Autorità all'erta

Roma - Da lungo tempo temuti dagli esperti, si rifanno vivi gli attacchi informatici del tipo denial-of-service distribuiti (DDoS) contro i grandi siti dell'informazione statunitense. Un tipo di aggressione che tende a mettere fuori linea il sito colpito nel renderlo di fatto indisponibile agli utenti che vi si collegano.

Si è infatti saputo nelle scorse ore che abcnews.com, foxnews.com, theweatherchannel.com ed espn.com, ovvero quattro dei più frequentati siti informativi americani, per tutto lo scorso giovedì e venerdì mattina sono stati aggrediti con un DDoS che ha reso i siti "intermittenti" per gli utenti, ha rallentato grandemente le loro operazioni e fino a venerdì notte ha continuato a condizionarne le attività.

Mentre scriviamo ancora non sono giunte a compimento le indagini partite immediatamente sull'origine del DDoS, sebbene non è scontato che gli autori di questo attacco siano individuati: sono infatti numerosi i metodi a disposizione di cracker e affini per mettere a segno anonimamente attacchi del genere, alcuni dei quali hanno conseguenze decisamente pesanti.
A quanto pare dell'indagine si sta occupando non solo la polizia specializzata americana ma anche il Computer Emergency Response Team attraverso il proprio centro di coordinamento. Proprio il CERT è da anni il più attento osservatorio sui DDoS.
TAG: cybercops