Aumenta la pubblicità online in Italia

Lo afferma l'ultimo studio annuale dello IAB, realizzato con altri due importanti osservatori. Il banner rimane al centro ma crescono Email e SMS

Roma - La raccolta pubblicitaria totale online in Italia nel 2001 è stata pari a 121.422 milioni di euro, con un decremento del 3 per cento rispetto all'anno precedente. Questo il dato centrale dal rapporto 2001 presentato ieri dallo Interactive Advertising Bureau (IAB) e realizzato assieme a PricewaterhouseCoopers e ACP online.

La pubblicità online, secondo il rapporto, vede ancora al massimo livello di attenzione i banner, sul quale sono stati investiti 54 milioni di euro pari a circa il 52,5 per cento del totale, pur con una flessione nell'uso dei banner pari al 34 per cento.

Nei nuovi mezzi si segnala una crescita del 48 per cento degli investimenti su email e newsletter, salite a quota 8.941 milioni di euro. Gli SMS, invece, hanno totalizzato un investimento di 1.603 milioni di euro con un aumento del'88 per cento rispetto al 2000.
Ad investire maggiormente in Italia nella pubblicazione online sono, secondo il rapporto IAB:

- Telecomunicazioni: l'investimento 2001 è stato di 13.917 milioni di euro; quella delle compagnie telefoniche, pur registrando una flessione pari al 20 per cento, è la categoria top spender;
- Nuovi Media: l'investimento nel 2001 è stato di 13.364 milioni di euro, registra una flessione del 21 per cento rispetto al 2000.
- Servizi finanziari: la categoria, che lo scorso anno occupava il primo posto in graduatoria, nel 2001 ha investito 9.636 milioni di euro, con un decremento del 48 per cento
- Computer (hardware/software): aumento del 29% per questa categoria, che nel 2001 ha investito 7.759 milioni di euro rispetto ai 6.034 milioni di euro del 2000.
4 Commenti alla Notizia Aumenta la pubblicità online in Italia
Ordina
  • siamo diventati americani anche per quanto riguarda l'uso del punto anzichè della virgola?...
    non+autenticato
  • dal testo: "La raccolta pubblicitaria totale online in Italia nel 2001 è stata pari a 121.422 milioni di euro, con un decremento del 3 per cento rispetto all'anno precedente."
    ma allora il titolo è falso... se poi si legge l'articolo si capisce che in effetti la pubblicità online non se la passa bene. sono aumentate le email ma diminuiti i banner. e una flessione del 3% rispetto all'anno precedente non è di sicuro un aumento. calcolando che - se si parla di pubblicità online - gli SMS non centrano nulla. checchè ne dica il rapporto di IAB! se si vuole fare un calcolo serio si guarda a banner + email + newsletter e null'altro.
    non+autenticato
  • Secondo me ci stanno tutti prendendo in giro...sarà il caldo ma non riesco più a leggere due notizie uguali sullo stesso argomento...se dicono che fa caldo c'è qualcuno che risponde subito che in realtà non è vero...
    mah...
    non+autenticato
  • la verità è ke il mercato dei banner è fermo, gli unici investitori sono i siti porno, ed è per questo ke fino ad ora i forum di P.I. sono stati invasi da critiche e polemiche sui banner porno nei siti e portali generalisti.

    le cifre, i numeri e le percentuali?
    esiste ancora qualcuno ke crede siano frutto di ricerke? ahahaha...

    PRIMA era cosi'! adesso si fanno a mente. il campione rappresentativo hehehe
    non+autenticato