Arrivano le pocket DRAM

Si tratta delle M-RAM, memorie SDRAM a bassissimo consumo e fattore di forma ottimizzato sviluppate da Infineon per i dispositivi handheld. Il futuro vedrà presto arrivare sul mercato piccole appliance dotate di più di 64 MB di RAM

Monaco - Si chiamano M-RAM (Mobile-RAM) le nuove memorie sviluppate da Infineon per il segmento di mercato degli handheld, in particolare PDA e smart phone.

La tecnologia utilizzata nelle M-RAM fa sì che queste memorie consumino pochissimo, abbiano dimensioni molto contenute e un costo per bit sensibilmente più basso di quello attuale.

Una memoria M-RAM consiste in un modulo SDRAM montato su di un chip con package BGA. La loro densità attuale, pari a 128 Mbit (16 MB), consente configurazioni di 8M x 16 adatte sia per sistemi a 16 che a 32 bit.
Rispetto da una memoria SDRAM tradizionale, le M-RAM consumano fino all'80% in meno: questo drastico taglio lo si deve al più basso voltaggio di funzionamento, che è di 2,5 volt per l'array di memoria e 1,8 volt per la sezione di I/O.

Infineon, che prevede di rilasciare i primi modelli il prossimo trimestre, sostiene che i PDA più costosi adottano già oggi quantitativi di RAM pari a 64 MB, ma nei prossimi anni questa dimensione crescerà ancora in proporzione con l'aumentare della complessità delle applicazioni wireless.