Tra i baby-cell spunta Gecko

Si sta estendendo anche in Australia il business dei telefonini per bambini

Sydney - È ormai un dato di fatto che sul mercato per i bambini, o meglio su quello dei genitori, c'è un interesse crescente da parte delle aziende di telefonia mobile, sulla scia del Primofonino pensato da Disney e Vodafone. Anche in Australia, dove in questi giorni è sbarcato Gecko.

Il nuovo baby-telefonino (vedi foto) ha una tastiera ridotta all'osso: cinque pulsanti in tutto, di cui due pulsanti per chiamare rapidamente il papà o la mamma e un'altra ventina di numeri, preimpostati dai genitori, più un pulsante d'emergenza.

Il nuovo deviceNiente SMS, giochi, fotocamera o altre "distrazioni" multimediali (ad eccezione di poche animazioni), per non incorrere nel rischio di far accedere i piccoli utenti a immagini o contenuti non appropriati. Solo funzionalità telefoniche, con un massimo di 22 numeri componibili.
Il nuovo Gecko, frutto di un accordo tra Cicada Mobile e Firefly, la cui paternità è piuttosto evidente, si troverà a dover competere subito con un altro piccolo cellulare, il TicTalk distribuito da Telstra, che ha offre in più una funzione di localizzazione dei bambini.

D.B.