Pennsylvania, visitare pedositi non è reato

Fa discutere la decisione dei giudici dello stato americano di scagionare un imputato dalle accuse di websurfing a base di pornografia infantile: le immagini contenute nella cache del browser non bastano a considerarlo colpevole

Roma - Constatate le lacune del codice penale in relazione alle tecnologie telematiche, i giudici d'appello non hanno potuto far altro che sovvertire il giudizio precedentemente emesso e discolpare l'accusato dall'imputazione di pedopornografia. È successo nello stato della Pennsylvania, e a riportarlo è The Register: Anthony Diodoro, ventiseienne di Delaware County, aveva già ammesso di aver consapevolmente consultato online 370 immagini pornografiche coinvolgenti minori. Non solo: Diodoro aveva anche confessato di aver visitato i siti web con lo scopo esplicito di accedere a quelle immagini.

Il caso sembrava chiuso, ma i tre giudici della Corte Superiore del Commonwealth hanno stabilito altrimenti. La legge dello stato prevede infatti che debba sussistere il "possesso consapevole" di materiale pedopornografico per poterlo riconoscere come crimine. I giudici hanno altresì concluso che Diodoro non fosse pienamente consapevole di possedere quelle immagini, perché non esistevano prove certe del fatto che egli fosse a conoscenza del meccanismo di cache utilizzato dal browser per visitare i siti.

Insomma, Diodoro non ha scaricato quelle immagini sul desktop per consultarle e la presenza della semplice copia di quei contenuti nei file temporanei di IE (o di qualunque altro software usato per consultare il world wide web) non può essere sanzionata come un crimine secondo la legge della Pennsylvania: "A causa delle ambiguità del codice penale nei confronti della tecnologia informatica e telematica, siamo costretti ad interpretare le norme in maniera letterale ed in favore dell'imputato", ha scritto a riguardo il giudice Richard Klein.
Klein sottolinea come un imputato debba avere una consapevolezza chiara del fatto che la sua è una condotta criminosa per dichiararsi colpevole, e in questo caso l'ambiguità della legge suggerisce che tale cognizione non sia stata provata con sufficiente evidenza. I tre giudici sono stati quindi costretti a ribaltare la decisione precedente, lasciando agli organi legislativi il compito di chiarire, nei termini di legge, se la semplice visione di contenuti pedopornografici senza il loro salvataggio su disco debba essere considerata un crimine o meno.

Tony Fagelman, della Internet Watch Foundation, ha espresso lo stupore dell'associazione sulla vicenda: secondo il Protection of Children Act inglese, la mera visione di questo genere di materiale su Internet, sia che l'utente sia a conoscenza del meccanismo di caching dei contenuti o meno, è classificata come un download, visto che il computer stampa quelle immagini a schermo, e quindi è considerata un reato. "La decisione è insolita", ha dichiarato Fagelman, "perché in genere la legge degli USA segue gli stessi dettami seguiti qui da noi in Inghilterra".

La IWF lavora attivamente per l'eliminazione dei contenuti ritraenti abusi sui minori dalla rete: recenti stime parlano di successo per l'operazione CleanFeed, che ha permesso la chiusura di oltre 30.000 siti inglesi a carattere pedopornografico. E Fagelman non ha tutti i torti a mostrarsi stupito: la sentenza della Pennsylvania sembra andare contro quella che è la volontà generale degli organi governativi e degli stessi Internet Service Provider americani: casi recenti parlano di centinaia di arresti nell'ambito della operazione Emissario, e dell'istituzione di filtri sulla posta elettronica da parte dei grossi nomi della connettività di rete per individuare scambi di materiale pedopornografico.

In Italia le attività investigative tendono a concentrarsi sull'individuazione e lo smantellamento di reti di scambio di grosse dimensioni (vedi il recente caso dell'operazione Los Linos). Al pari della legislazione della Pennsylvania, la semplice presenza di contenuti a carattere pedo-pornografico nella cache del browser non costituisce una prova evidente di un reato, per via del funzionamento stesso del web: un sito del tutto legittimo potrebbe contenere link a materiale illecito, e la cache in certi casi può non essere sufficiente come prova per l'incriminazione.

Alfonso Maruccia
148 Commenti alla Notizia Pennsylvania, visitare pedositi non è reato
Ordina
  • Il 90% di voi mi sembra alquanto sospetto.
    Dagli interventi si evince che avete gli HD e vari supporti pieni zeppi di questa roba; difendete degli insani principi in nome della libertà individuale ed altre amenità.
    Spero che vi abbiano tutti loggato e facciano una visitina nelle vostre dimore uno di questi giorni....
    non+autenticato
  • Qui qualcosa non va, tu
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Il 90% di voi mi sembra alquanto sospetto.

    Questo probabilmente perche' sei una persona talmente povera dentro che non e' in grado di affrontare discussioni o ipotesi riguardanti argomenti filosofici a meno che non ci abbia sbattuto il naso prima.
    Sono in tanti nelle tue condizioni sai ?

    > Dagli interventi si evince che avete gli HD e
    > vari supporti pieni zeppi di questa roba;
    > difendete degli insani principi in nome della
    > libertà individuale ed altre amenità.

    > Spero che vi abbiano tutti loggato e facciano
    > una visitina nelle vostre dimore uno di questi
    > giorni....

    Grazie altrettanto, tanto tu non avrai sicuramente niente da nascondere.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Il 90% di voi mi sembra alquanto sospetto.
    > Dagli interventi si evince che avete gli HD e
    > vari supporti pieni zeppi di questa roba;
    > difendete degli insani principi in nome della
    > libertà individuale ed altre amenità.
    >
    > Spero che vi abbiano tutti loggato e facciano una
    > visitina nelle vostre dimore uno di questi
    > giorni....

    Non c'è problema.
    Chiederò poi i danni, soldi che usciranno anche dalle tue tasche.
  • La legge considera bambini i minori di anni 18. Come tutti sanno il fiore è bello ANCHE appena sbocciato, un individuo matura sessualmente ed è sessualmente molto attraente molto prima dei 18 anni. Chi non riconosce questo è completamente ipocrita o mentalmente contorto. E' assolutamente normale che un individuo SANO DI MENTE provi piacere nella contemplazione di un corpo giovane e bello. Perché mai dovrebbe preferire un corpo con le rughe o caratteri sessuali dilatati? Detto sempliceemente, le fotografie di nudo ritraenti minori di anni 18 non dovrebbero essere considerate illegali. Invece lo sono o meglio un magistrato può decidere che lo sono e spesso la parola pornografia si utilizza proprio in modo terroristico per parlare alla fine di normalissimo nudo, davanti a cui solo i bigotti e i traumatizzati da una folle educazione possono inorridire e gridare al mostro contro chi le possiede. Spero che siate tutti d'accordo. Triste


    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > La legge considera bambini i minori di anni 18.
    > Come tutti sanno il fiore è bello ANCHE appena
    > sbocciato, un individuo matura sessualmente ed è
    > sessualmente molto attraente molto prima dei 18
    > anni. Chi non riconosce questo è completamente
    > ipocrita o mentalmente contorto. E' assolutamente
    > normale che un individuo SANO DI MENTE provi
    > piacere nella contemplazione di un corpo giovane
    > e bello. Perché mai dovrebbe preferire un corpo
    > con le rughe o caratteri sessuali dilatati? Detto
    > sempliceemente, le fotografie di nudo ritraenti
    > minori di anni 18 non dovrebbero essere
    > considerate illegali. Invece lo sono o meglio un
    > magistrato può decidere che lo sono e spesso la
    > parola pornografia si utilizza proprio in modo
    > terroristico per parlare alla fine di
    > normalissimo nudo, davanti a cui solo i bigotti e
    > i traumatizzati da una folle educazione possono
    > inorridire e gridare al mostro contro chi le
    > possiede. Spero che siate tutti d'accordo.
    >Triste
    >
    Tu sei da sbattere in galera con un folto gruppetto di centro-africani superdotati e buttare via la chiave, ti passerebbe la voglia di fare certe affermazioni; come mai un palese incitamento ad un tale reato non è stato censurato da PI?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > La legge considera bambini i minori di anni 18.
    > > Come tutti sanno il fiore è bello ANCHE appena
    > > sbocciato, un individuo matura sessualmente ed è
    > > sessualmente molto attraente molto prima dei 18
    > > anni. Chi non riconosce questo è completamente
    > > ipocrita o mentalmente contorto. E'
    > assolutamente
    > > normale che un individuo SANO DI MENTE provi
    > > piacere nella contemplazione di un corpo giovane
    > > e bello. Perché mai dovrebbe preferire un corpo
    > > con le rughe o caratteri sessuali dilatati?
    > Detto
    > > sempliceemente, le fotografie di nudo ritraenti
    > > minori di anni 18 non dovrebbero essere
    > > considerate illegali. Invece lo sono o meglio un
    > > magistrato può decidere che lo sono e spesso la
    > > parola pornografia si utilizza proprio in modo
    > > terroristico per parlare alla fine di
    > > normalissimo nudo, davanti a cui solo i bigotti
    > e
    > > i traumatizzati da una folle educazione possono
    > > inorridire e gridare al mostro contro chi le
    > > possiede. Spero che siate tutti d'accordo.
    > >Triste
    > >
    > Tu sei da sbattere in galera con un folto
    > gruppetto di centro-africani superdotati e
    > buttare via la chiave, ti passerebbe la voglia di
    > fare certe affermazioni; come mai un palese
    > incitamento ad un tale reato non è stato
    > censurato da
    > PI?

    CXXXo Troll
    E' stato detto semplicemente che non dovrebbe essere illegale, non è un incitamento a commettere reato.
    Proibizionismo non è proibire a chi abusa, è proibire il tabacco e il vino anche a chi non abusa di sostanze e mettere in carcere persone innocenti per prevenire i reati. E' ora che la vecchia e decrepita europa diventi matura su queste teoriche ovvietà

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > La legge considera bambini i minori di anni 18.
    > > Come tutti sanno il fiore è bello ANCHE appena
    > > sbocciato, un individuo matura sessualmente ed è
    > > sessualmente molto attraente molto prima dei 18
    > > anni. Chi non riconosce questo è completamente
    > > ipocrita o mentalmente contorto. E'
    > assolutamente
    > > normale che un individuo SANO DI MENTE provi
    > > piacere nella contemplazione di un corpo giovane
    > > e bello. Perché mai dovrebbe preferire un corpo
    > > con le rughe o caratteri sessuali dilatati?
    > Detto
    > > sempliceemente, le fotografie di nudo ritraenti
    > > minori di anni 18 non dovrebbero essere
    > > considerate illegali. Invece lo sono o meglio un
    > > magistrato può decidere che lo sono e spesso la
    > > parola pornografia si utilizza proprio in modo
    > > terroristico per parlare alla fine di
    > > normalissimo nudo, davanti a cui solo i bigotti
    > e
    > > i traumatizzati da una folle educazione possono
    > > inorridire e gridare al mostro contro chi le
    > > possiede. Spero che siate tutti d'accordo.
    > >Triste
    > >
    > Tu sei da sbattere in galera con un folto
    > gruppetto di centro-africani superdotati e
    > buttare via la chiave, ti passerebbe la voglia di
    > fare certe affermazioni; come mai un palese
    > incitamento ad un tale reato non è stato
    > censurato da
    > PI?


    Come è misera la vita negli abusi di potere.
    Angioletto
    non+autenticato
  • Qui come al solito si fa confusione.
    Il reato non dovrebbe essere l'utilizzo di foto di minori (per quanto deprecabile dal punto di vista morale), ma la pedofilia o atteggiamenti che spingano altri verso la pedofilia.
    Mi spiego meglio, andrebbero condannati e severamente tutti i pedofili che importunano materialmente i ragazzini o che acquistando materiale, spingano altri a seviziare tali minori.
    Questo delimiterebbe molto bene il campo del reato, limitando le condanne solo a chi effettivamente direttamente o indirettamente (con soldi) stimola il mercato della pedopornografia.
    Mi volete dire che rilevanza penale puo' avere la visualizzazione di foto oscene dei minori, se per questo non circolano soldi?
    Mi sembra una scorciatoia pericolosa condannare chiunque visualizzi tali immagini, si rischia di condannare degli innocenti; Alzi la mano chi non ha ricevuto mail o link a contenuto osceno sul proprio PC magari scritte in inglese, se siete sfortunati potrebbero essere immagini pedopornografiche, per questo dovreste essere additati al pubblico ludibrio come pedofili?
    Chi non ha mai scaricato un Fake con Emule?
    Colpevole anche Lui?
    Non mi verrete a dire che se qualcuno visualizza immagini pedopornografiche in modo gratuito possa in qualche modo favorire la pedofilia.... se non erro le major si battono contro la diffusione di materiale protetto da diritti d'autore con la scusa che questo riduce i loro guadagni! E allora mi volete spiegare perche' debba essere perseguito lo scambio gratuito di materiale pedopornografico?

  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Qui come al solito si fa confusione.
    > Il reato non dovrebbe essere l'utilizzo di foto
    > di minori (per quanto deprecabile dal punto di
    > vista morale), ma la pedofilia o atteggiamenti
    > che spingano altri verso la
    > pedofilia.
    > Mi spiego meglio, andrebbero condannati e
    > severamente tutti i pedofili che importunano
    > materialmente i ragazzini o che acquistando
    > materiale, spingano altri a seviziare tali
    > minori.
    > Questo delimiterebbe molto bene il campo del
    > reato, limitando le condanne solo a chi
    > effettivamente direttamente o indirettamente (con
    > soldi) stimola il mercato della
    > pedopornografia.
    > Mi volete dire che rilevanza penale puo' avere la
    > visualizzazione di foto oscene dei minori, se per
    > questo non circolano
    > soldi?
    > Mi sembra una scorciatoia pericolosa condannare
    > chiunque visualizzi tali immagini, si rischia di
    > condannare degli innocenti; Alzi la mano chi non
    > ha ricevuto mail o link a contenuto osceno sul
    > proprio PC magari scritte in inglese, se siete
    > sfortunati potrebbero essere immagini
    > pedopornografiche, per questo dovreste essere
    > additati al pubblico ludibrio come pedofili?
    >
    > Chi non ha mai scaricato un Fake con Emule?
    > Colpevole anche Lui?
    > Non mi verrete a dire che se qualcuno visualizza
    > immagini pedopornografiche in modo gratuito possa
    > in qualche modo favorire la pedofilia.... se non
    > erro le major si battono contro la diffusione di
    > materiale protetto da diritti d'autore con la
    > scusa che questo riduce i loro guadagni! E allora
    > mi volete spiegare perche' debba essere
    > perseguito lo scambio gratuito di materiale
    > pedopornografico?



    Quoto in toto
    NSA
    1909

  • Mi sto concentrando sul tratto di fondo del tuo ragionamento, secondo cui finche' non girano soldi, non c'e' nulla di male.
    Francamente non so se sia realmente cosi'...
    Che interesse possono avere certi personaggi che creano tali materiali a condividerli gratuitamente? Rischiano grosso (quando presi), perché dovrebbero farlo gratis?
    Non pensi che dalla condivisione gratis su P2P poi si passi all'acquisto effettivo di materiale (nessuno te lo regalerebbe, credo)? Oppure allo scambio con persone direttamente coinvolte in questi reati (materialmente commessi)?

    In fin dei conti è il principio del P2P che, almeno per me, vale per film e musica. Scarico e se mi piace compro, altrimenti cestino (e mi faccio bastare lo spazio su HD Sorride ).

    Poi sono d'accordo con te sul fatto che si ingiusto perseguire chi incappa in certe sorprese, ovviamente!

    Ciao.

  • No fondamentalmente dice che il responsabile e' c hi commette materialmente il fatto, non chi lo vidiona.
    Effettivamente... e' chi va' con le prostitute e non chi le vede passando in macchina che e' a rischio di reato, e' chi compie un furto e non chi vede compierlo a rischio di reato, e' chi violenta e non chi vede violentare.
    Il discorso fila anche nel caso della pedofilia anche se e' un reato ben piu' odioso degli altri..

    Ragionando in termini attuali. Prendiamo quelle teste di cazzo (scusatemi ma avrei dovuto dire di peggio) che picchiavano quel disabile e hanno messo il video su google sotto "video divertenti". Ragionando nei termini del pedoporno sarebbero responsabili anche tutte quelle persone che trovandolo sotto "video dipendenti" lo hanno visto. Responsabili quanto chi picchiava e offendeva quel povero ragazzo. E questo personalmente trovo non stia ne in cielo ne in terra.

    E poi, parlando in termini sociologici (se non antropologici), la "pedofilia" era ritenuta pratica "normali" in societa' che reputiamo "classiche" per non dire "esemplari" (es. la greca) .. cosi' come l'omosessualita'. Ancora oggi ci sono popoli in cui e' prassi rormale sposare delle bambne da parte di maschi adulti...

  • - Scritto da: xWolverinex
    > No fondamentalmente dice che il responsabile e' c
    > hi commette materialmente il fatto, non chi lo
    > vidiona.
    >

    Secondo te acquisire materiale non significa venire anche in contatto con chi questo materiale lo sfrutta? Non credo che esistano enti di beneficenza che distribuiscono materiali così particolari (e rischiosi) per il solo piacere di farlo.

    Il confronto con il video del disabile secondo me, per come la metti tu, è fuori luogo. Oltretutto: tantissimi click su quel video, ma in tutto questo tempo quanti hanno denunciato quanto visto alle autorità? Quanti click avrà avuto quel filmato? E' questa la cosa che, forse, mi scandalizza maggiormente.

  • In questo caso non si parla di ACQUISTO ma di VISIONE. E la cosa e' totalmente diversa. La VISIONE puo' avvenire anche INCIDENTALMENTE. Se facessero una legge per la VISIONE di certo materiale sarebbe come punire per rapina chi assiste ad una.

    Il paragone con il video del disabile ci sta' tutto perche' cosi' come chi ha visionato il video erroneamente non l'ha segnalato a chi di dovere, chi visiona erroneamente un sito pedofilo dovrebbe segnalarlo. Molti per "indifferenza" prendono e passano avanti. MA non si puo' condannarli per l'indifferenza altrimenti su 6 miliardi di persone se ne dovrebbero condannare d'ufficio 5 e mezzo.
  • Io non so come certo materiale possa circolare gratuitamente in rete, ma è un dato di fatto e mi sembra una teoria strana supporre che il solo visionamento/scaricamento di tale materiale possa in qualche modo nuocere a dei bambini, se poi dopo aver visionato il materiale in rete cerco di contattare siti/organizzazioni dedite alla pedopornografia e li pago per del materiale allora il discorso cambia, ma allora ci saranno delle transazioni finanziarie che specie se compiute sul web lasciano per forza di cose traccia (es. numero della carta di credito, cc da cui è partito il bonifico, numero di carta prepagata usata ecc..)
  • > E poi, parlando in termini sociologici (se non
    > antropologici), la "pedofilia" era ritenuta
    > pratica "normali" in societa' che reputiamo
    > "classiche" per non dire "esemplari" (es. la greca) ..

    Vorresti dire che l'antropologia e la sociologia giustificano la pedofilia?
    Il fatto che "...in societa' che reputiamo classiche la pedofilia era ritenuta pratica normali..." la giustifica minimamente secondo te?
    Quanto al fatto di ritenere la società greca "esemplare", parla per te, infatti io non la ritengo affatto esemplare, anche per questi motivi.
    Ancora: se la società greca fosse stata esemplare non avrebbe certo ucciso Socrate.
    Se la maggior parte degli studiosi ritiene esemplare la società greca dovrebbe essere invitato a riflettere un po di più.

    E' sempre stato per il fatto di aver rinunciato ai giusti principi (universali) che le società del passato sono andate (e quelle del presente vanno) allo sfascio.
    Se una società legalizza comportamenti perversi ne dovrà sopportare le conseguenze... anche in termini di criminalità e di danni ai più deboli.

    Romani da 2:5 a 2:11 http://www.evangelico.it/chiave_libro.php?input=Ro..."
    ldsboy
    2515

  • - Scritto da: lorenzot
    >
    > Mi sto concentrando sul tratto di fondo del tuo
    > ragionamento, secondo cui finche' non girano
    > soldi, non c'e' nulla di
    > male.

    Ragionamento che quoto.

    > Francamente non so se sia realmente cosi'...

    Il discorso è semplice, rendendo legale la condivisione gratuita io, per esempio, potrei postare (se ne avessi) le _mie_ fotografie... e lo farei.
    Considera poi che non tutte le fotografie ritraggono violenza (es: foto prese al mare, foto di naturisti, foto fatte in proprio [da piccolo mi sono fatto un filmetto che poi ho cancellato per paura che lo vedessero i miei genitori... e non credo di essere l'unico qui]).

    > Che interesse possono avere certi personaggi che
    > creano tali materiali a condividerli
    > gratuitamente? Rischiano grosso (quando presi),
    > perché dovrebbero farlo
    > gratis?

    Ci sono mezzi per non rischiare nulla. In genere chi condivide... chessò... su emule... certo materiale o non sa che lo sta condividendo, o è stupido, oppure è giovane e non sa cosa sta facendo.

    > Non pensi che dalla condivisione gratis su P2P
    > poi si passi all'acquisto effettivo di materiale
    > (nessuno te lo regalerebbe, credo)?

    No, per nulla... anzi... se è disponibile gratis, chi vuoi che sia tanto idiota da comprare (sapendo poi quello che rischi)?

    > In fin dei conti è il principio del P2P che,
    > almeno per me, vale per film e musica. Scarico e
    > se mi piace compro, altrimenti cestino (e mi
    > faccio bastare lo spazio su HD Sorride
    > ).

    Tu pensi che se queste persone avessero un modo _legale_ per ottenere foto _sapendo_ che in tali foto non c'è stata violenza contro le _persone_ ritratte e sapendo quali sono i rischi di venire beccati andrebbero a comprare comunque al mercato nero? E se esistono _meritano_ la galera... ma SOLO queste persone e ho motivo di credere che siano in forte minoranza.

    Il discorso di rendere _legale_ lo scambio gratuito di questo materiale, materiale magari _certificato_ (certificato nel senso che i minori coinvolti si sa chi siano, che ora sono adulti e hanno deciso spontaneamente di donare queste loro foto per questo scopo) a mia opinione annienterebbe all'istante il mercato nero al riguardo.
    Se l'obiettivo è dunque quello di proteggere i minori e NON quello di fare finta di sconvolgersi e proteggere anziché il minore la propria ridicola morale allora questa è l'unica strada sensata da seguire perché annienterebbe subito il mercato.

    Faccio poi presente un'ultima cosa, in quanti si sentono in colpa quando vanno al mercato e acquistano l'ennesima maglietta di origine cinese perché costa 3 euro anziché 30? In quanti bambini si sono sfruttati per creare quella maglietta? Quanti bambini hanno dovuto lavorare 18 ore al giorno chiusi in fabbriche puzzolenti e senza un minimo di assistenza in caso di bisogno? Credo che NESSUNO si ponga questo problema... eppure sono tutti pronti a scandalizzarsi quando qualcuno usa una foto per seg*rsi nel privato di casa sua.

  • > In fin dei conti è il principio del P2P che,
    > almeno per me, vale per film e musica. Scarico e
    > se mi piace compro, altrimenti cestino (e mi
    > faccio bastare lo spazio su HD Sorride
    > ).

    A me piace di più il mio principio:

    Scarico e se mi piace scarico il doppio, se finisce lo spazio su HD ne compro un'altro.
    Se non mi piace?
    Scarico lo stesso tanto per occupare banda.

    Ricordate: il modem non deve MAI riposare!
    non+autenticato
  • non ho capito come siamo potuti arrivare ad una legge che punisce con pene sproporzionate chi solo visiona delle immagini statiche
    non+autenticato

  • Ragionate.

    Quali sono i grimaldelli soliti?

    Pedofilia e terrorismo.

    Se oggi lasci libero un pedofilo (che pur doveva finire dentro e magari non ci sperava manco più di restare fuori) dicendo "eh, la roba era nella cache... e la legge non ci permette di usare la cache come prova... se la legge fosse diversa... ehhhh ... ma la legge non è diversa... eeeeeeeeeeeeh si si si ... noi però seguiamo la legge e quindi siamo costretti a MANDARE FUORI UN PEDOFILO nostro malgrado... eh... ma è la legge che è così... troppo garantista... lo stavamo per mandare dentro ma ci abbiamo ripensato e lo tiriamo fuori e LO GRIDIAMO AI QUATTRO VENTI"

    bene.

    la gente si incazza

    la legge viene cambiata

    e la copia in cache diventa POSSESSO DI MATERIALE

    e così varrà per il diritto d'autore, come prova di possesso ecc ecc ecc


    Pensateci due secondi.

    A me i pedofili veri fanno schifo e non mi esprimo sulle pene auspicabili. Però questo è un TRUCCO per far passare leggi! Per dire alla "giuria" (all'opinione pubblica) "questa legge è il male, cambiamola!!! non serve a garantire la vostra libertà, di voi, maggior parte della popolazione - NO! serve ai mostripedofili e ai terroristi! "

    Dacci oggi la nostra para quotidiana.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > Ragionate.
    >
    > Quali sono i grimaldelli soliti?
    >
    > Pedofilia e terrorismo.
    >
    > Se oggi lasci libero un pedofilo (che pur doveva
    > finire dentro e magari non ci sperava manco più
    > di restare fuori) dicendo "eh, la roba era nella
    > cache... e la legge non ci permette di usare la
    > cache come prova... se la legge fosse diversa...
    > ehhhh ... ma la legge non è diversa...
    > eeeeeeeeeeeeh si si si ... noi però seguiamo la
    > legge e quindi siamo costretti a MANDARE FUORI UN
    > PEDOFILO nostro malgrado... eh... ma è la legge
    > che è così... troppo garantista... lo stavamo per
    > mandare dentro ma ci abbiamo ripensato e lo
    > tiriamo fuori e LO GRIDIAMO AI QUATTRO
    > VENTI"
    >
    > bene.
    >
    > la gente si incazza
    >
    > la legge viene cambiata
    >
    > e la copia in cache diventa POSSESSO DI MATERIALE
    >
    > e così varrà per il diritto d'autore, come prova
    > di possesso ecc ecc
    > ecc
    >
    >
    > Pensateci due secondi.
    >
    > A me i pedofili veri fanno schifo e non mi
    > esprimo sulle pene auspicabili. Però questo è un
    > TRUCCO per far passare leggi! Per dire alla
    > "giuria" (all'opinione pubblica) "questa legge è
    > il male, cambiamola!!! non serve a garantire la
    > vostra libertà, di voi, maggior parte della
    > popolazione - NO! serve ai mostripedofili e ai
    > terroristi!
    > "
    >
    > Dacci oggi la nostra para quotidiana.


    Non c'è dunque limite al peggio?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > Ragionate.
    > >
    > > Quali sono i grimaldelli soliti?
    > >
    > > Pedofilia e terrorismo.
    > >
    > > Se oggi lasci libero un pedofilo (che pur doveva
    > > finire dentro e magari non ci sperava manco più
    > > di restare fuori) dicendo "eh, la roba era nella
    > > cache... e la legge non ci permette di usare la
    > > cache come prova... se la legge fosse diversa...
    > > ehhhh ... ma la legge non è diversa...
    > > eeeeeeeeeeeeh si si si ... noi però seguiamo la
    > > legge e quindi siamo costretti a MANDARE FUORI
    > UN
    > > PEDOFILO nostro malgrado... eh... ma è la legge
    > > che è così... troppo garantista... lo stavamo
    > per
    > > mandare dentro ma ci abbiamo ripensato e lo
    > > tiriamo fuori e LO GRIDIAMO AI QUATTRO
    > > VENTI"
    > >
    > > bene.
    > >
    > > la gente si incazza
    > >
    > > la legge viene cambiata
    > >
    > > e la copia in cache diventa POSSESSO DI
    > MATERIALE
    > >
    > > e così varrà per il diritto d'autore, come
    > prova
    >
    > > di possesso ecc ecc
    > > ecc
    > >
    > >
    > > Pensateci due secondi.
    > >
    > > A me i pedofili veri fanno schifo e non mi
    > > esprimo sulle pene auspicabili. Però questo è un
    > > TRUCCO per far passare leggi! Per dire alla
    > > "giuria" (all'opinione pubblica) "questa legge è
    > > il male, cambiamola!!! non serve a garantire la
    > > vostra libertà, di voi, maggior parte della
    > > popolazione - NO! serve ai mostripedofili e ai
    > > terroristi!
    > > "
    > >
    > > Dacci oggi la nostra para quotidiana.
    >
    >
    > Non c'è dunque limite al peggio?



    Il peggio è che non c'è limite
    NSA
    1909

  • - Scritto da:


    > > Dacci oggi la nostra para quotidiana.
    >
    >
    > Non c'è dunque limite al peggio?


    il solo fatto che io possa averlo pensato lo rende semplicemente possibile per menti più raffinate e più avvezze ai giochi di potere della mia.

    per quanto riguarda poi la storia e i fatti di cronaca, non serve stare tanto a cercare col lumicino.
    non+autenticato
  • Ho sentito che per dimostrare il possesso consapevole cercano anche i file cancellati.
    Figurati dove stanno arrivando con la follia.
    non+autenticato
  • Non mi rifersico a te per quell oche sto per scrivere, si tratta solo di una considerazione casuale..

    > A me i pedofili veri fanno schifo e non mi
    > esprimo sulle pene auspicabili.

    Chissa' perche' quando sento una definizione del genere mi viene sempre da pensare; io conosco la storia per forza maggiore e mi rendo conto che abbiamo vissuto per 5000 anni documentati in cui la vita era era cosi', 5000 anni documentati in cui l'umanita si e' evoluta sino ad arrivare all ostato attuale; poi negli anni 90 d'improvviso tutto e' esploso e dopo l'11 settembre su questo argomento tutto il mondo sembra impazzito....

    non+autenticato
  • > Se oggi lasci libero un pedofilo (che pur doveva
    > finire dentro e magari non ci sperava manco più
    > di restare fuori)

    È già uscito con l'indulto.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > Se oggi lasci libero un pedofilo (che pur doveva
    > > finire dentro e magari non ci sperava manco più
    > > di restare fuori)
    >
    > È già uscito con l'indulto.

    per quello lo fanno uscire loro PRIMA dicendo "eh, purtroppo amici, la legge ci ha obbligato... quindi cambiamola"

    così a te sfigato ti potranno rumare nell'ardisco e intanto vitocapuozzo don magnetta o Goerge Mc Money della Tespacco Corporation o non lo beccheranno oppure se lo beccano lo indultano



    e adesso torno al bar a giocare a carte perchè qui roba che quasi si fan discorsi seri Ué
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > Se oggi lasci libero un pedofilo (che pur doveva
    > > finire dentro e magari non ci sperava manco più
    > > di restare fuori)
    >
    > È già uscito con l'indulto.

    La cosa più ripugnante è che un ragazzo che ha fatto un download non ha nemmeno lo sconto di un giorno di pena (sono mesi di galera) mentre gli stupratori assassini e altri criminali che fanno DANNI REALI alle persone hanno l'indulto.

    Complimenti ai demoni che hanno fatto la legge
    non+autenticato

  • E' sospetto che queste sentenze garantiste facciano sempre notizia (sembra proprio per suscitare scandalo) mentre quelle giustizialiste nessuno se le fila. Sembra davvero che i giornalisti siano servi del potere, che ha bisogno di nemici e di problemi per creare consenso
    non+autenticato
  • troppo complicato
    i governanti, politici, la riaa, la mafia
    non ha certo bisogno di usare questi mezzucci per fare le leggi che vogliono
    è così da sempre
    non+autenticato
  • Volete dirmi che se uno clicca su un link che l'amico gli ha dato(Per fargli uno scherzo),che porta ad un immagine illegale di un minore,questo si deve preoccupare di andare a cancellare in tutta fretta la cache del Browser(Anche se a quanto pare il reato è già bel che fatto),ammesso che sappia che il proprio Browser salva sul Hard Disk le immagini che uno ha caricato.
    E deve farlo in fretta,perché entro 5 minuti la porta di casa sua sarà sfondata da un poliziotto in divisa nera in pelle,seguito da dei tizi con tanto di giacca e cravatta nera,camicia bianca,e occhiali neri,che senza alcun tatto smonteranno il computer ancora acceso del malcapitato,che intanto sarà messo contro il muro ed ammanettato.
    Poi troveranno l'immagine nel suo Hard Disk,e sarà fregato a vita.

    Ma non diciamo idiozie...andate ad arrestare chi c'è dietro a queste immagini,non allo sfigato di turno che per sbaglio le carica,che magari non ha mai sfiorato un bambino neanche con il pensiero.
    (Non mi sto riferendo allo"Sfigato",della notiza che un pò se le è cercata)

  • - Scritto da: Hiei3600
    > Volete dirmi che se uno clicca su un link che
    > l'amico gli ha dato(Per fargli uno scherzo),che
    > porta ad un immagine illegale di un minore,questo
    > si deve preoccupare di andare a cancellare in
    > tutta fretta la cache del Browser(Anche se

    dall'articolo:

    "Diodoro aveva anche confessato di aver visitato i siti web con lo scopo esplicito di accedere a quelle immagini"
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Hiei3600
    > > Volete dirmi che se uno clicca su un link che
    > > l'amico gli ha dato(Per fargli uno scherzo),che
    > > porta ad un immagine illegale di un
    > minore,questo
    > > si deve preoccupare di andare a cancellare in
    > > tutta fretta la cache del Browser(Anche se
    >
    > dall'articolo:
    >
    > "Diodoro aveva anche confessato di aver
    > visitato i siti web con lo scopo esplicito di
    > accedere a quelle
    > immagini"


    Leggi le ultime due righe del mio commento:
    "(Non mi sto riferendo allo"Sfigato",della notiza che un pò se le è cercata)"

  • > si deve preoccupare di andare a cancellare in
    > tutta fretta la cache del Browser(Anche se a
    > quanto pare il reato è già bel che fatto),ammesso
    > che sappia che il proprio Browser salva sul Hard
    > Disk le immagini che uno ha
    > caricato.
    > E deve farlo in fretta,perché entro 5 minuti la
    > porta di casa sua sarà sfondata da un poliziotto


    Non 5 minuti dopo, ma dopo due anni circa


    ... perchè alle ore xx.xx l'indirizzo IP .... assegnato a .... si collegava con il sito avente indirizzo ip....... che conteneva link al sito avente indirizzo ip ........"
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > > si deve preoccupare di andare a cancellare in
    > > tutta fretta la cache del Browser(Anche se a
    > > quanto pare il reato è già bel che
    > fatto),ammesso
    > > che sappia che il proprio Browser salva sul Hard
    > > Disk le immagini che uno ha
    > > caricato.
    > > E deve farlo in fretta,perché entro 5 minuti la
    > > porta di casa sua sarà sfondata da un poliziotto
    >
    >
    > Non 5 minuti dopo, ma dopo due anni circa
    >
    >
    > ... perchè alle ore xx.xx l'indirizzo IP ....
    > assegnato a .... si collegava con il sito avente
    > indirizzo ip....... che conteneva link al sito
    > avente indirizzo ip
    > ........"

    Si lo so,dicevo per direA bocca aperta
  • perchè non dobbiamo dirle?

    diciamole!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Hiei3600
    > OkA bocca aperta

    L'importante è esserne coscienti OcchiolinoFicoso


  • In italia la polizia postale ha creato siti spia per pedofili per beccare gente che anche solo ci ha cliccato una volta.

    C'e' da dire, però, che non sono siti "comuni" rintracciabili su google e dotati pure di nome utente e password (almeno così lessi su un articolo tempo fa).
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > In italia la polizia postale ha creato siti spia
    > per pedofili per beccare gente che anche solo ci
    > ha cliccato una
    > volta.
    >
    > C'e' da dire, però, che non sono siti "comuni"
    > rintracciabili su google e dotati pure di nome
    > utente e password (almeno così lessi su un
    > articolo tempo
    > fa).

    In altre parole contribuiscono a diffondere quello che vogliono impedire si diffonda.

  • - Scritto da: Wakko Warner
    >
    > - Scritto da:
    > > In italia la polizia postale ha creato siti spia
    > > per pedofili per beccare gente che anche solo ci
    > > ha cliccato una
    > > volta.
    > >
    > > C'e' da dire, però, che non sono siti "comuni"
    > > rintracciabili su google e dotati pure di nome
    > > utente e password (almeno così lessi su un
    > > articolo tempo
    > > fa).
    >
    > In altre parole contribuiscono a diffondere
    > quello che vogliono impedire si
    > diffonda.

    Veramente un bel lavoro quello della polizia...cosa diranno ai loro figli quando tornano a casa?Triste
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)