Il ritorno di Lycos e MP3.com

Due dot.com cercano di rinascere dalle ceneri della bolla speculativa. Con nuove tecnologie e la piena approvazione di artisti ed etichette. Parole chiave: social network e musica indipendente

Roma - A volte ritornano. Nomi un tempo noti, notissimi, che negli anni passati sono stati caratterizzati da quotazioni borsistiche da capogiro e che più recentemente sono scivolati ad un ruolo di secondo piano, tentano la via del rilancio. Forti di nuovi investimenti, di piattaforme tecnologiche rinnovate e di nuovi servizi agli utenti, Lycos e MP3.com stanno per fare la loro rentrée sulla scena del business telematico.

Lycos è uno dei pionieri del search, nato per scandagliare il web: creato nel 1994 da un progetto di ricerca del dottor Michael Mauldin della Carnegie Mellon Univerisity, ben presto si è trasformato in un portale foraggiato da un sistema di advertising a discapito della sua mission iniziale di search engine. Nonostante gli scarsi utili, l'azienda ha partecipato alla scalata finanziaria delle aziende della new economy, la "bolla" speculativa che ha contribuito a ridisegnare l'emergente settore del web business tra il 1997 e il 2001.

Dopo aver raggiunto una quotazione record da 12,5 miliardi di dollari, nel 2004 l'azienda è stata infine venduta per soli 95,4 milioni alla sud coreana Daum Communications Corporation. Da allora, Lycos Inc. ha cercato di galleggiare e rimanere in affari, attendendo l'occasione propizia per un rilancio in grande stile.
Dopo aver perso il treno della ricerca (ormai saldamente in mano a Google) e del portale web (in cui Yahoo! giganteggia), l'ex fatina dai grossi numeri sta pensando di salire sul nuovo carro dorato del social networking per fonderlo assieme allo streaming di video online. Lycos vuole insomma entrare nel settore in cui nomi come YouTube e MySpace la fanno da padroni, con un occhio di riguardo alla tecnologia in sé e alle possibilità di cederne l'utilizzo a terzi piuttosto che alla prospettiva di ridiventare un "portale" propriamente detto.

Lo sforzo rinnovato di ridiventare "big" si sta concretizzando nel lancio di Lycos Cinema, atteso al debutto questa settimana: gli utenti registrati al nuovo servizio avranno la possibilità di vedere lungometraggi e spezzoni video e, in contemporanea, aprire sessioni di chat pubbliche a cui invitare altri spettatori per commentare assieme la visione.

"La tecnologia che abbiamo realizzato permette la creazione di veri e propri soggiorni virtuali", ha dichiarato Brian Kalinowski, Chief Operating Officer di Lycos. In ogni "sala di visione" sarà possibile scrivere messaggi testuali mentre si assiste ai video diffusi in streaming.

L'azienda paragona la tecnologia proprietaria usata per sincronizzare i video tra gli utenti di una stessa chat room, alla base di Lycos Cinema, a una sorta di massively multiplayer online game a-là Second Life e World of Warcraft, con centinaia di migliaia di giocatori-spettatori a popolare (augurabilmente) le video room e partecipare alla visione collettiva.
13 Commenti alla Notizia Il ritorno di Lycos e MP3.com
Ordina
  • e tra lycos, altavista, excite, hot-bot l'Utente aveva una vasta gamma di search engine da interrogare per trovare tutte le info.

    Adesso abbiamo un monopolio, google.

    Bello schifo
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > e tra lycos, altavista, excite, hot-bot l'Utente
    > aveva una vasta gamma di search engine da
    > interrogare per trovare tutte le
    > info.
    >
    > Adesso abbiamo un monopolio, google.
    >
    > Bello schifo

    non se l'è conquistato a botte, ma con l'efficienza.
    non+autenticato

  • > > Adesso abbiamo un monopolio, google.
    > >
    > > Bello schifo
    >
    > non se l'è conquistato a botte, ma con
    > l'efficienza.

    ma secondo me si fa un po' di confusione. Il monopoli IMHO si ha quando:
    1. le leggi impediscono ad un soggetto di lavorare o operare in concorrenza ad un altro.

    2. Quando un Google qualsiasi si compra tutti gli altri per non avere concorrenti. Ma anche in questo caso non si può parlare di monopolio perchè nessuno impedirebbe ad altri soggetti di fargli concorrenza.

    E poi, alla fine, non mi sembra che altavista o yahoo non esistano più. Hanno solo sbagliato strategia. Per me la mossa migliore di Google, ed è quella che me lo ha fatto preferire agli altri motori è stato l'acquisto del vecchio deja.com l'enorme database di usenet (all'epoca).
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > e tra lycos, altavista, excite, hot-bot l'Utente
    > aveva una vasta gamma di search engine da
    > interrogare per trovare tutte le
    > info.
    >
    > Adesso abbiamo un monopolio, google.
    >
    > Bello schifo

    'Bello schifo' è quello che hai scritto. A parte che altavista sta ancora lì, ma di quale monopolio parli?
    Esistono un sacco di motori di ricerca, se non li vuoi usare è un problema tuo non di Google.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > e tra lycos, altavista, excite, hot-bot l'Utente
    > aveva una vasta gamma di search engine da
    > interrogare per trovare tutte le
    > info.
    >
    > Adesso abbiamo un monopolio, google.
    >
    > Bello schifo

    Anche ora... solo che con google trovo le cose molto prima. Allora?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > e tra lycos, altavista, excite, hot-bot l'Utente
    > aveva una vasta gamma di search engine da
    > interrogare per trovare tutte le
    > info.
    >
    > Adesso abbiamo un monopolio, google.
    >
    > Bello schifo

    Bah io ho cominciato con Altavista e poi Google.Li uso ancora e mi trovo bene.In fondo anche se adesso la DEC non esiste piu' il fatto di interrogare ancora il suo motore mi porta alla mente gli indimenticabili anni '90.
    non+autenticato
  • non so ora, ma fino a pochi mesi fa vi era un collegamento privilegiato con Outlook.

    Forse bisognerebbe dire ai dirigenti di Lycos che la loro crisi nasce anche da queste loro chiusure.
    non+autenticato
  • Please install the following to use Lycos Cinema:"Install IE 6+"


    Delusoper me è già chiuso.
    non+autenticato
  • Idem.

    Da bravo utente del pandino rosso di casa Mozilla, lo trovo un argomento di attualità interessante (visto che è di quello che mi occupo su PI), ma castrato sin dalla nascita...

    Eppoi non capisco una simile limitazione: davvero fa così piacere alle aziende che gli utenti utilizzino prodotti Microsoft che spesso e volentieri si dimostrano insicuri (IE 6, 7, quello che volete), piuttosto che alternative Open affidabili e dalla qualità del codice sicuramente superiore a un IE 6 qualsiasi?

    Bah, disappunto, e non proverò il servizio, molto semplicemente Sorride
  • Ma quanto la fate lunga..
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Please install the following to use Lycos
    > Cinema:"Install IE
    > 6+"
    >
    >
    > Delusoper me è già chiuso.
    "To experience Lycos Cinema, you need a PC running Windows with Internet Explorer 6+, Windows Media Player 10, and Adobe Flash Player 8"

    utilizzando l'utility per camuffare firefox da explorer (usaragentswitch) si lamenta solo che mi manca il mediaplayer 10..

    fine tentativi anche per me.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Please install the following to use Lycos
    > > Cinema:"Install IE
    > > 6+"
    > >
    > >
    > > Delusoper me è già chiuso.
    > "To experience Lycos Cinema, you need a PC
    > running Windows with Internet Explorer 6+,
    > Windows Media Player 10, and Adobe Flash Player
    > 8"
    >
    > utilizzando l'utility per camuffare firefox da
    > explorer (usaragentswitch) si lamenta solo che mi
    > manca il mediaplayer 10..
    >
    >
    > fine tentativi anche per me.
    A parte che non vedo il vantaggio di poter scrivere e/o leggere durante un film.

    È come guidare intanto che sei al cellulare, non dai la giusta attenzione a entrambe le cose.

    Come quando qualcuno continua a commentare al cinema. Io lo trovo disturbante.

    Non ci perdiamo niente, insomma...

  • - Scritto da:
    > Please install the following to use Lycos
    > Cinema:"Install IE
    > 6+"
    >
    >
    > Delusoper me è già chiuso.

    sono dello stesso parere!
    non+autenticato