Troppi pirati? Fox abbassa i prezzi

In Cina i prodotti degli studios americani saranno venduti a prezzi più contenuti nel tentativo di indurre chi compra copie pirata a non farlo

Roma - Il messaggio non è "fate i pirati così abbassiamo i prezzi" ma poco ci manca. Uno dei maggiori produttori dell'intrattenimento televisivo e cinematografico, 20th Century Fox, ha deciso di seguire Warner in una singolare forma di lotta alla pirateria in Cina, quella basata sui prezzi.

Il colosso statunitense, che fa in realtà capo alla News Corporation del tycoon australiano Rupert Murdoch, ha infatti deciso di vendere i DVD dei propri film ad un prezzo variabile tra i 2 e i 3 euro (20-25 yuan). Ciò significa che il compratore cinese, abituato a spendere 10 yuan per un DVD pirata, potrebbe essere indotto a godere delle "garanzie" del prodotto originale rinunciando a finanziare la duplicazione illegale.

L'operazione fa esplicitamente parte di un tentativo di arginare la pirateria, che secondo gli studios di Hollywood della MPAA in Cina tocca i massimi livelli, tanto che vi sono produttori che hanno deciso tout-court di non vendere alcunché fino a quando il mercato cinese sarà quello che viene considerato un "far west".
Spinti dalla necessità di piazzare DVD che soprattutto sui mercati nordamericani mostrano i primi segni di rallentamento nelle vendite, le major stanno facendo di tutto per conquistare la Cina e il suo pubblico. Il Governo cinese, almeno a parole, fa la sua parte con iniziative intriganti, come la cessione di un DVD originale per ogni tre DVD contraffatti consegnati dagli utenti.

Va detto che su altri mercati, come quello europeo, dove la pirateria pur presente è assai meno dirompente di quella cinese, da sempre i consumatori chiedono un ribasso dei prezzi, considerati troppo alti nonostante le numerose offerte e sconti proposti in vario modo da produttori e distributori. Un "appello" che per il momento sembra rimanere inascoltato.
30 Commenti alla Notizia Troppi pirati? Fox abbassa i prezzi
Ordina
  • Ormai è strarisaputo che le case discografiche e cinematografiche ricaricano di un'esagerazione il prezzo finale. Vediamo quanto tempo ci vorrà prima che cambi qualcosa in Italia.
    non+autenticato
  • Vogliamo QUESTE CONDIZIONI!!!!!
    2-3 euro PER UN DVD ORIGINALE!!!!!!
    NON 20-30!!!!
    Perciò PIRATI DATEVI DA FARE!!!!
    Con la lingua fuoriCon la lingua fuoriCon la lingua fuori
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Vogliamo QUESTE CONDIZIONI!!!!!
    > 2-3 euro PER UN DVD ORIGINALE!!!!!!
    > NON 20-30!!!!
    > Perciò PIRATI DATEVI DA FARE!!!!
    > Con la lingua fuoriCon la lingua fuoriCon la lingua fuori

    Li si parla del triplo di un DVD pirata.
    Significa trovare i DVD a 15 euro...

    Quindi....


  • - Scritto da: teddybear
    >
    > - Scritto da:
    > > Vogliamo QUESTE CONDIZIONI!!!!!
    > > 2-3 euro PER UN DVD ORIGINALE!!!!!!
    > > NON 20-30!!!!
    > > Perciò PIRATI DATEVI DA FARE!!!!
    > > Con la lingua fuoriCon la lingua fuoriCon la lingua fuori
    >
    > Li si parla del triplo di un DVD pirata.
    > Significa trovare i DVD a 15 euro...
    >
    > Quindi....
    >

    Più del triplo, in realtà. Io in Cina compro regolarmente i DVD in inglese da una mia amica a 5 yuan per i dvd5, e 7 yuan per i dvd9. L'equivalente di 0,5 e 0,7 euro (+ o -)Sorride
    non+autenticato
  • Prezzo che, almeno dal mio punto di vista, giustifica l'acquisto dell'originale.

    > Li si parla del triplo di un DVD pirata.
    > Significa trovare i DVD a 15 euro...
  • ... le grandi case giustificano il prezzo con i costi sotenuti dalla distribuzione, pubblicità, compensi, supporti, duplicazione etc. ..

    ... poi te li ritrovi a 5 € qualche mese dopo in qualche rivista ...

    è da tenere in considerazione, invece, l'iter che i film subiscono ...

    ovvero: troppo poco nelle sale .... perchè devono passare subito al noleggio ... poco al noleggio perchè nel frattempo lo danno alla pay-per-view e in vendita ... dopo la vendita tocca alle riviste ...

    ... quindi facendo un discorso al ritroso ... se lo spari ad un prezzo basso subito, la catena si interrompe ...

    Buona vita ...

  • ai discografici e a chi gestisce l'industria del cinema dico

    semplicemente significa che non solo è possibile e fattibile, MA CI SI GUADAGNA ANCORA ALLA GRANDE

    e allora perchè non iniziano a vendere i maledettissimi CD a 5 euro NUOVI come sosteniamo da tempo (max 7 euro) ?

    no copycontrol, no drm, si al diritto alla copiaprivata e no alla vendita di lossy o di non masterizzabile

    compriamo, ma compriamo solo cose buone sulle quali ci resti controllo e libertà

    tanto che ve ne frega di che succede tra 10 anni? a voi interessa solo della vendita nei primi 3-76 mesi, no?

    per i dvd credo che 7 euro max sarebbero accettabili.

    con i contenuti speciali, i doppiaggi e i sottotitoli che avete sempre promesso come "motivo per passare al dvd"

    e ricordo che se parliamo di qualità, quando i dvd venivano pubblicizzati, c'era la pagliacciata della pubblicità che mostrava quanto bene si vedeva sul dvd... ma lo faceva mostrando tale pubblicità SUL VHS

    aspettiamo che 'sti prezzi diventino quelli giusti, aspettiamo.
    non+autenticato

  • -...
    > a voi interessa solo della vendita nei primi 3-76
    > mesi,
    > no?


    ovviamente solo 6-7 , intendevo
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > ai discografici e a chi gestisce l'industria del
    > cinema
    > dico
    >
    > semplicemente significa che non solo è possibile
    > e fattibile, MA CI SI GUADAGNA ANCORA ALLA
    > GRANDE
    >
    > e allora perchè non iniziano a vendere i
    > maledettissimi CD a 5 euro NUOVI come sosteniamo
    > da tempo (max 7 euro) ?
    >
    >

    2-3 EURO MAX I NUOVI, NO MONNEZZA!!!!!
    La legge DEV'ESSERE UGUALE PER TUTTI!!!
    Ficoso
    > no copycontrol, no drm, si al diritto alla
    > copiaprivata e no alla vendita di lossy o di non
    > masterizzabile
    >
    > compriamo, ma compriamo solo cose buone sulle
    > quali ci resti controllo e
    > libertà
    >
    > tanto che ve ne frega di che succede tra 10 anni?
    > a voi interessa solo della vendita nei primi 3-76
    > mesi,
    > no?
    >
    > per i dvd credo che 7 euro max sarebbero
    > accettabili.
    >
    > con i contenuti speciali, i doppiaggi e i
    > sottotitoli che avete sempre promesso come
    > "motivo per passare al
    > dvd"
    >
    > e ricordo che se parliamo di qualità, quando i
    > dvd venivano pubblicizzati, c'era la pagliacciata
    > della pubblicità che mostrava quanto bene si
    > vedeva sul dvd
    ... ma lo faceva mostrando tale
    > pubblicità SUL
    > VHS
    >
    > aspettiamo che 'sti prezzi diventino quelli
    > giusti,
    > aspettiamo.
    non+autenticato
  • > 2-3 EURO MAX I NUOVI, NO MONNEZZA!!!!!
    > La legge DEV'ESSERE UGUALE PER TUTTI!!!

    La legge sì, ma questo è mercato, mica legge!
    Se le cose stanno così mi sa allora che anche i salari dovrebbero essere uguali, no? :_)

    E poi, il fatto che un'azienda decida di vendere a prezzo molto basso in una zona specifica del mondo non implica necessariamente che questa politica sia attuabile e sostenibile universalmente.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 15 novembre 2006 12.22
    -----------------------------------------------------------
  • Hai scritto:
    E poi, il fatto che un'azienda decida di vendere a prezzo molto basso in una zona specifica del mondo non implica necessariamente che questa politica sia attuabile e sostenibile universalmente.

    Soltanto che la "zona" specifica che citi tu, ha un potenziale di mercato di mezza europa, se non di +, per cui se questa politica va bene per per 200/300 mil di persone (e mi tengo basso visto la popolazione e crescita della Cina) non vedo perchè non si possa applicare e sostenere in altre parti del mondo, senza contare che queste case di produzione fanno tutto fuorchè andare in perdita, e non le vedo a vendere sottocosto i loro dvd alla Cina per fare beneficenza...il problema è sempre lo stesso: vendere dvd ad un prezzo equo, che attualmente non è, ed in Cina lo stanno attuando, guarda caso allo stesso prezzo che università, associazioni e studi indipendenti vari avevano proposto.....toh! guarda!
    non+autenticato
  • Andare anche sottocosto non sarebbe una tattica nuova, allo scopo di scardinare certi meccanismi o far fuori certa concorrenza.

    E' quindi una mossa contingente, secondo me, non certo strutturale. Del resto la situazione economica in Cina è alquanto fluida e tieni presente che costo della vita e salari, in molti distretti industriali, stanno salendo rapidamente. Non mi aspetto quindi che tali prezzi saranno mantenuti per molto tempo, soprattutto quando la penetrazione nel mercato cinese del supporto digitale legale sarà più marcata.

    Ciao.
  • Scusa Lorenzot, la tattica che citi tu è come se una squadra di calcio, sol perchè gioca in 11 contro 10, si facesse fare 10 gol per poi recuperare???? Quì non si parla di semplice sottocosto, se in Italia dichiarano 400mil di perdite (quantificate come???) su una popolazione di 56 mil, che si tramuta in qualche mil quella potenziale, in Cina la somma sarebbe di qualche migliaia di milioni di Euro!!!Ripeto e ne sono convinto perchè nel mondo digitale ci lavoro, in Cina fanno quello che dovrebbero fare nel resto del mondo NON per conquistare il mercato, ma perchè il prodotto che diffondono permette quei prezzi, e visto che lì non esiste proprio la mentalità del digitale legale ai nostri prezzi,non comprerebbero mai un dvd comico a 29€, vendono per non perdere il mercato a favore della pirateria totale, il chè non si traduce in perdite di soldi, visto che il ricavo è insito nel prezzo di vendita (fidati, chi conosce il meccanismo di produzione dei dvd/cd avrebbe da dire ma non può...se vedessi il prezzo alla sorgente del dvd finito faresti i cortei per le vie...), e, secondo, a livello di marketing, è una mossa fallimentare:
    1) perchè è contro le regole del mercato, un prodotto si abbassa di prezzo conseguentemente alla sua diffusione, e questo per dvd/cd non avviene se non in piccola misura ed in rare occasioni
    2) Se vendi un prodotto per anni ad un prezzo, e di colpo moltiplichi (in Cina si parla di decine di volte meno il prezzo da noi) hai come conseguenza l'abbattimento dei fatturati...
    3) Dentro le stesse società vi era un forte dibattito nel vendere a quel prezzo i dvd, non perchè in perdita, ma proprio per non lanciare messaggi fuorvianti...
    4) Le società implicate non sono in perdita (è solo come precisazione, però è tutto dire), ma i fatturati l'opinione pubblica non li conosce, eppure si piangono miseria e non hanno mai, dico mai, fatto offerte di abbattimento prezzi, pur nelle loro possibilità, nè con i costi sono andate mai in negativo e non possono permetterselo, visto che non sono ne onlus nè prendono finanziamenti e quì si parla di perdite nell'ordine di migliaia di milioni di dollari (sarei felice se mi facessi anche un solo nome di azienda che si possa permettere 4000/5000 mil di dollari di perdita, visto che è questo la proporzione tra noi e la Cina, in difetto.....)

    Ciao
    non+autenticato
  • Secondo te il sistema delle 'zone' all'interno dei DVD che scopo aveva?

    non+autenticato
  • Se qui un DVD pirata costa 5 euro, vendere un DVD originale a 3 euro significherebbe spazzare via la pirateria all'istante.

    Peccato che non lo faranno mai.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Se qui un DVD pirata costa 5 euro, vendere un DVD
    > originale a 3 euro significherebbe spazzare via
    > la pirateria
    > all'istante.
    >
    > Peccato che non lo faranno mai.

    Ma cosa vuoi che facciano in Italia. Esperienza diretta, in USA i DVD costano mediamente il 40% in meno che in Italia.
    non+autenticato
  • ma chi li vende cosi,a basso prezzo?? tuuuu?...ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh


    che balle!!....


    DVD gratis per tutti...nei negozi....

    spesa proletaria....evvaiiiiiiiiii.....togliere soldi ai ricchi,per darli ai poveri!!!



    cercasi pirati....ahhhhhhhhhhhh......zona Bill Gates!!!....

    ahhhhhhhhhhhhhhhh
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Se qui un DVD pirata costa 5 euro, vendere un DVD
    > originale a 3 euro significherebbe spazzare via
    > la pirateria
    > all'istante.
    >
    > Peccato che non lo faranno mai.


    Anche se li vendessero a 7 euro la pirateria sparirebbe.
    Tra l'altro se in cina li vendono a 2 euro vuol dire che anche a quei prezzi hanno un guadagno, non credo lo facciano per beneficienza.
    non+autenticato
  • Scusa ma che ti aspettavi?
    Con un costo vivo di duplicazione, custodia e copertina colorata inclusa, a meno di 30 centesimi di dollaro a pezzo, pure venduti a 3-4 dollari siamo sempre a 10 volte il costo alla produzione.
    Magie del digitale e della riproduzione infinita dell'informazione fatta di bit.

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)